fbpx
Foto Michele Tusino

Salute: come depurarsi in una settimana

Le feste sono ormai passate, ma si sono portate dietro un lungo periodo di eccessi alimentari per smaltire tutto il cibo che avevamo comprato o che ci è stato regalato, come panettoni, dolci in genere, alcolici. Il sovraccarico di questi alimenti (tutti prodotti fermentati, con glutine o ricchi di zucchero) può portare a una sensazione di stanchezza ingiustificata, gonfiore addominale, emicrania, spossatezza, umore basso, difficoltà di concentrazione.

Il perdurare di questo malessere genera infiammazione cronica, predisponendoci a infezioni o infortuni, con conseguente impossibilità di mantenere costanza negli allenamenti. Se avete uno o, come talvolta succede, tutti i sintomi elencati, prima di perdervi nel mare magnum dei test per l’individuazione delle intolleranze alimentari provate a seguire una settimana depurativa: i benefici sulla salute e sulle prestazioni non tarderanno a farsi sentire.

Su Correre di febbraio la nostra esperta in nutrizione Lyda Bottino ci spiega come affrontare, dal punto di vista alimentare, 7 giorni che faranno bene al vostro fisico.

Una settimana di alimentazione “pulita” (senza lieviti, glutine, latticini, salumi) può ridurre molti dei sintomi sopracitati, riducendo in modo drastico gli allergeni alimentari responsabili più di frequente di ipersensibilità alimentari. I risultati non tarderanno a farsi sentire, anche da un punto di vista sportivo.

Articoli Correlati

La prevenzione parte dall'alimentazione
La prevenzione nel carrello
Integratori: cosa sono? a cosa servono? ecco come utilizzarli e perchè!
Enervit
Nasce Enervit Nutrition Center
Colazione o pranzo? Brunch!
L’Ecomaratona del Chianti
L’Ecomaratona del Chianti Classico festeggia un successo annunciato
A scuola con Speciani: ecco il corso sull’alimentazione per lo sportivo, nel quotidiano e in gara