fbpx

Impariamo a riconoscere il ritmo di corsa

Impariamo a riconoscere il ritmo di corsa

Chi corre, a qualsiasi livello, dovrebbe imparare a riconoscere il proprio ritmo di corsa. Come rispondere, ad esempio, alla domanda: «A quale ritmo corri il fondo lento

Fatta eccezione per i periodi di ripresa da un infortunio, nella quasi totalità dei casi correre a sensazione non è molto utile: non si conosce il ritmo di corsa e si perdono i riferimenti con le distanze e con i tempi.

Per chi si cimenta nelle gare, ma anche per chi svolge allenamenti mirati, un errore di pochi secondi al chilometro, magari proiettato su 10 km, può costare caro in termini di resistenza e di risultato: si rischia di “scoppiare” e dunque di “trascinarsi” alla fine.

L’atleta che non conosce il proprio ritmo di corsa rischia di interpretare male l’allenamento, con pericolo di scarsa tenuta.

Ecco: il podista dovrebbe diventare un metronomo vivente.

Questo atteggiamento deve essere presente anche nei principianti: è un investimento per il futuro! Avere il senso del ritmo aiuta a migliorare, ad affrontare le gare nel modo giusto e a imparare a “sentirsi”.

Indietro
Pagina 1 di 6
Avanti

Articoli correlati

Inverno tempo di fartlek e recuperi attivi

17 Dicembre, 2015

Tempo di dedicarci alla costruzione della piattaforma organico-muscolare indispensabile per affrontare al meglio l’attività agonistica primaverile. Tempo di quantità. Tempo di fartlek e di recuperi attivi. Il pane quotidiano del runner nella stagione fredda.  L’esaltazione dell’organismo diventa necessaria per affrontare al meglio della condizione l’attività agonistica invernale e primaverile. Il concetto base della preparazione invernale […]

Arcelli e la maratona: ecco il fartlek

24 Ottobre, 2015

Proseguiamo il nostro viaggio nell’immenso patrimonio di opere scientifiche che il Prof. Enrico Arcelli ci ha lasciato in eredità. Su Correre di ottobre ci occupiamo in particolare dei lavori caratterizzati dalle variazioni di ritmo. Tra questi il cosiddetto fartlek. Vediamo nello specifico cos’è e come funzione. Il fartlek è una corsa continua di intensità non costante. […]

Rondelli: chiudere l’anno con una “mezza”

Dopo la terza appendice dell’attività agonistica, quella fine agosto-metà ottobre, non è detto che si debba staccare necessariamente la spina. Per chi ha ancora gambe abbastanza fresche e voglia di far bene ci potrebbe essere anche un’importante appendice negli ultimi mesi autunnali, quelli climaticamente più adatti a gareggiare sulle distanze del fondo, in primis la […]

Autunno al top sui 5 e 10 km

06 Agosto, 2015

Se i risultati ottenuti nella prima parte di stagione non vi hanno ancora appagato, avete ancora circa un mese a vostra disposizione per provare concludere in bellezza il vostro 2015 su pista. Da metà settembre a metà ottobre troverete le condizioni climatiche ideali e, inoltre, sarebbe un peccato non sfruttare la ritrovata carica derivante dal […]

News Allenamento Equipment Salute Correre