Proteine, le catene della vita

Proteine, le catene della vita

Le proteine, indispensabili alla vita, svolgono mille ruoli diversi, complessi e interconnessi.

Immaginiamo delle catenelle, di diversa lunghezza, alcune corte e leggere, altre con tanti anelli (aminoacidi) e più grosse. Dopo la composizione, variamo il tipo di organizzazione, il modo in cui si ripiegano e si avvolgono su se stesse, determinando diversità di struttura. Aggiungiamo adesso che la cottura, con il cambio di temperatura, induca delle modificazioni della conformazione, variandone così l’azione, attivandone o inibendone le funzionalità. Ecco le proteine in tutta la loro affascinante complessità.

Le proteine – funzioni

Protettiva: costituiscono agenti del nostro sistema immunitario che combattono infezioni batteriche, virali e di infiammazione.
Di trasporto: fondamentali per l’equilibrio biochimico, costituiscono importanti molecole di trasporto, come nel caso dell’emoglobina, incaricata della corretta ossigenazione in tutto il corpo. O la trasferrina, veicolo del ferro.
Strutturale: svolgono un ruolo essenziale nella composizione delle membrane, delle cellule e quindi dei tessuti.
Non solo muscoli e ossa, quindi, ma anche pelle, capelli, unghie.
Funzione di segnale: agiscono sull’espressione genica e sulla formazione degli ormoni. Sono potenti elementi di modulazione in grado di accelerare, rallentare o bloccare determinate reazioni. Questa funzione le rende protagoniste universali del livello metabolico.

Le proteine – apporto ideale

Detto ciò, è chiaro che un corretto intake proteico sia fondamentale per la vita, in primis, e per una buona qualità della stessa. Sulla misura della necessità proteica, le linee guida su cui converge la comunità scientifica sono quelle identificate dall’Oms/Who (World Health Organization), sulla base di studi precisi basati sul turnover dell’azoto nelle urine.
Ne esce un range ideale che varia da 0,8 a 1,2 g per chilogrammo di peso dell’individuo.
In soldoni: per una persona di 60 kg l’assunzione corretta si aggira sui 60 g di proteine al giorno. Per una persona di 80 kg, il riferimento è sugli 80 g. Ci sono inoltre aspetti che consigliano un aumento di tale introito, legato a un fabbisogno maggiorato. Quando si parla di ragazzi, ad esempio, con una
struttura fisica ancora in crescita. O quando si debba recuperare dopo una situazione di perdita muscolare. Una maggiore assunzione serve anche alle donne in gravidanza o allattamento. E naturalmente anche lo sportivo rientra in queste categorie di livello superiore, sia per la necessità di poter contare su un’adeguata dotazione muscolare sia per pareggiare i conti con un consumo
ordinario maggiorato rispetto alla media.

L’alimentazione, se ben strutturata, è in grado di soddisfare nella stragrande maggioranza dei casi anche queste esigenze accresciute. Proteine dai cibi, quindi, con tutto il loro contorno di vitamine, fibre, macro e micronutrienti,
senza necessità di ricorrere a integrazioni artificiali. Occorre semplicemente individuare gli alimenti che costituiscono delle buone fonti proteiche.

Alcune sono di origine animale: vengono definite più complete, perché
contenenti tutti gli otto aminoacidi essenziali, cioè quelli che l’organismo umano non è in grado di produrre in autonomia. In questo caso si parla di alto valore biologico delle proteine: uova, carne, pesce, latte.

I cibi ricchi di proteine

Quelle ottenute da fonti vegetali presentano un profilo aminoacidico minore e vanno quindi ben abbinate ad altri alimenti per ottenere un miglior completamento: legumi (specie la soia), semi oleosi, cereali integrali. La
cottura dei cibi varia l’apporto delle proteine, in genere diminuendone un po’ il valore biologico e modificandone la quantità sulla porzione di alimento edibile.

Articoli correlati

Rinforzare le difese immunitarie

Alcuni pratici e utili consigli per rinforzare le difese immunitarie attraverso una sana alimentazione. E provare a proteggerci da batteri, virus e altri agenti patogeni perseguendo, allo stesso tempo, uno stile di vita sano. Le linee guida Un’integrazione naturale Per affrontare la pandemia Le regole base Vediamo dunque alcune linee guida sia alimentari sia comportamentali […]

Cosa mangiare prima della gara

Ecco qualche consiglio sugli alimenti da preferire a colazione. Una scelta che dovrà dipendere soprattutto dal tempo a disposizione in modo da sapere come e cosa mangiare prima della gara. C’è chi sostiene con forza la necessità di mangiare molto, prima della partenza di una maratona, per non rischiare di esaurire le scorte in gara. Le […]

Dolore ginocchio: 5 sintomi da interpretare

Il dolore al ginocchio è uno dei problemi che più frequentemente colpisce chi pratica la corsa. Scopriamo quali sono i sintomi da interpretare. Una delle caratteristiche salienti dell’atleta evoluto è quella di ascoltare i segnali del proprio corpo in relazione agli stimoli allenanti: parliamo del dolore alle ginocchia. Può avvenire in modo frequente durante e […]

Tre cibi di ottobre top per gli sportivi

Autunno tempo di mettere in tavola alimenti preziosi per il nostro benessere. Compiamo un viaggio gastronomico sugli alimenti di stagione e in particolare sui cibi di ottobre e le loro proprietà per chi pratica sport. Con l’arrivo di ottobre, l’autunno rivela il suo spettacolo di colori e profumi, e il mondo dell’alimentazione offre una nuova […]