fbpx

Colazione o pranzo? Brunch!

La domenica mattina (ma anche il periodo delle feste) è il momento della settimana generalmente dedicato a una gara o all’allenamento più lungo, visto che di solito disponiamo di più tempo. Dopo aver fatto il nostro dovere, torniamo a casa che si è già fatto metà mattina: troppo tardi per una colazione vera e propria, ma ancora troppo presto per il pranzo. In queste circostanze il pasto ideale è un brunch, termine inglese che deriva appunto dalla contrazione delle parole breakfast (colazione) e lunch (pranzo).

Il brunch è solitamente caratterizzato da una parte dolce (pancake, crepes, frutta, muesli, una fetta di torta…) e una parte salata (toast, uova strapazzate, qualche fetta di prosciutto crudo o bresaola, frutta secca…), il tutto accompagnato da acqua e dalle bevande tipiche della prima colazione, come latte, the, caffè o succhi di frutta.

Trovarsi davanti una tavola imbandita con tanti cibi sani fra cui poter scegliere non fa bene soltanto alla nostra salute, ma ha anche un valore educativo per i nostri ragazzi, spesso abituati a merendine preconfezionate. Se avete figli piccoli, poi, il brunch è un diversivo che solitamente piace molto anche ai bambini, curiosi di condividere con voi questo pasto sostanzioso, invece della solita “brioscina”.

Articoli Correlati

Gelato senza zucchero? Si può, per la gioia dei runner. Ecco come
La prevenzione parte dall'alimentazione
La prevenzione nel carrello
Integratori: cosa sono? a cosa servono? ecco come utilizzarli e perchè!
Enervit
Nasce Enervit Nutrition Center
L’Ecomaratona del Chianti
L’Ecomaratona del Chianti Classico festeggia un successo annunciato
A scuola con Speciani: ecco il corso sull’alimentazione per lo sportivo, nel quotidiano e in gara