fbpx

Alimentazione: da “Zero” a “Light”, le bugie nel carrello

09 Agosto, 2013

La corsa è anche un mezzo per dimagrire, a patto che sia accompagnato da una corretta alimentazione. La difficoltà è quella di orientarsi tra le sirene del supermercato, dove ci si imbatte nei tanti specchietti per le allodole utilizzati dalle aziende per confonderci. Parole magiche, che nella nostra percezione equivalgono a benessere, dieta, dimagrimento.

L’intervento di Luca Speciani su Correre di agosto (“Etichette dei cibi: non ci possiamo fidare di nessuno”) è dedicato proprio a smascherare queste furberie della comunicazione dell’industria alimentare, affinché anche coloro che da poco hanno scoperto i benefici dell’attività fisica sappiano cosa realmente contengono i cibi che possiamo acquistare.

Ne riportiamo un brano.

Senza zucchero – Sia che si tratti di bevande lisce o gassate, di yogurt, di ketchup o di piselli in scatola, lo zucchero aggiunto è una costante. Ecco dunque il goffo tentativo da parte dei produttori di nascondere tale dato (visto sempre più con fastidio dal consumatore) o addirittura di esaltarne l’assenza anche quando non corrispondente al vero. Nascono così i prodotti a dicitura “Light” o “Zero” a indicare l’assenza parziale o totale di zuccheri.

Ma possiamo fidarci della dicitura “Senza zucchero”  e delle parole magiche “Light” o “Zero” che la sottintendono? La risposta è no. Vi sono infatti prodotti che espongono tale scritta affiancando più in piccolo, tra parentesi, la dicitura “Saccarosio”. Tale scritta chiarisce, a chi legga, che il solo zucchero non presente nel prodotto è il saccarosio (lo zucchero da cucina), ma chiarisce con altrettanta evidenza che nel prodotto è presente un altro tipo di zucchero: fruttosio, maltitolo, glucosio, eccetera. Che vantaggio può avere il consumatore da tale sostituzione? … zero!

 

Articoli correlati

Enschede marathon: ecco Kipchoge

17 Aprile, 2021

Con la stessa modalità di gara vista a Siena, domenica 11 aprile, nell’aeroporto della città olandese 70 atleti cercheranno il minimo olimpico. Nella Enschede marathon al via il numero uno della maratona mondiale, Eliud Kipchoge, che nella conferenza pre-gara ha dichiarato di aver utilizzato in allenamento un nuovo sensore per il monitoraggio in tempo reale […]

A lezione di spesa: cibi a basso contenuto di sale

28 Aprile, 2020

Insieme ai nutrizionisti di Correre impariamo cosa è meglio acquistare e come impostare una dieta per limitare al massimo la presenza di sale in quel che mangiamo. Gli stratagemmi per contrastare l’invecchiamento arterioso sono gli stessi che contrastano l’invecchiamento dell’intero organismo: alimentazione sana, equilibrio psichico, movimento regolare. Vediamo dunque, insieme ai nostri esperti in nutrizione […]

Latte e derivati, la lezione di spesa

14 Aprile, 2020

Insieme agli esperti di nutrizione di Correre impariamo come selezionare e acquistare i prodotti migliori presenti sul mercato: oggi parliamo di latte e derivati. I derivati del latte sono un gruppo alimentare molto importante per la nutrizione umana, perché contengono proteine di alto valore biologico (come lattoalbumina e lattoglobulina, ricche in amminoacidi solforati), vitamine (A, […]

La muscolazione del runner

19 Novembre, 2019

Muscolazione e stato di forma: capiamone meglio quanto ciò che ingeriamo quotidianamente influisce sul nostro equilibrio metabolico e sulla nostra resa sportiva. I fattori che determinano la muscolazione in un atleta dovrebbero essere essenzialmente due: l’attività fisica (più o meno intensa, più o meno specifica) e l’assunzione di un’adeguata quantità di proteine quotidiana. I muscoli dei […]