fbpx

5 consigli per correre in estate

Correre in estate: cosa portare con sé e cosa lasciare a casa perché il periodo e il luogo della vacanza diventino “mezzi” per scoprire e apprezzare un nuovo modo di correre, uscendo dalla routine e dando ascolto soltanto alle nostre sensazioni

Finalmente sono arrivate le meritate vacanze, quel tanto atteso momento in cui possiamo staccare la spina e rigenerarci. In fondo, però, noi runner a stare sdraiati per ore sotto l’ombrellone ci annoiamo, abbiamo bisogno di muoverci. E, allora, perché non usare la nostra fidata corsa per esplorare nuovi sentieri, addentrarci in luoghi sconosciuti e regalarci, magari, la vista di panorami da favola?

Vediamo 5 preziosi consigli su come prepararci al meglio e correre in estate e godere delle nostre corse in questo periodo di relax.

1. Correre in estate: non partite impreparati

Se siete abitudinari e scegliete per le vostre vacanze lo stesso posto da anni, questo consiglio non è per voi.
Se invece il luogo che vi attende è qualcosa di nuovo, il primo suggerimento è quello di informarvi sulle opzioni offerte dalla vostra meta per quanto riguarda la corsa. Con una semplice ricerca sul web avrete senz’altro l’occasione di conoscere e valutare le proposte del panorama locale. Prima di partire dunque dovrete dedicare un po’ di tempo a studiare il territorio, la sua morfologia, capire se vi troverete a correre maggiormente su strade asfaltate o su sentieri, se incontrerete o meno dislivello, quanta autonomia potrete avere rispetto al luogo dove alloggerete, in che tipo di flora o fauna potrete imbattervi ecc.
Potrete anche individuare delle gare locali a cui partecipare, che vi daranno la possibilità di incontrare altri runner e conoscere il posto. O, ancora, scegliere aree specifiche (come parchi naturali, città o monumenti) che vorrete poi esplorare da soli o in compagnia della vostra famiglia, e che siano raggiungibili a piedi.
Ricordatevi inoltre che non dovete per forza sempre correre, anche una camminata o un trekking vi potranno dare enormi benefici!

come vestirsi per andare a correre in estate
2. Correre in estate: come vestirsi per andare a correre in estate

È uno dei classici momenti che precedono la partenza: il bagaglio aperto sul letto vi sta fissando e dovete far mente locale su ciò che è fondamentale portare con voi. Qual è il materiale che non dobbiamo dimenticare per affrontare le vacanze e le nostre corse in tranquillità e in sicurezza? Scopriamolo insieme!

SCARPE ADATTE – Assicuratevi prima di partire di avere un’idea della tipologia di terreno che andrete a percorrere, in modo da portare con voi le calzature più adatte per proteggere i vostri piedi e tenerli al sicuro durante gli allenamenti.

BERRETTO O FASCIA – Qui è doverosa una premessa: organizzatevi per correre nelle ore più fresche della giornata, sia per una migliore gestione della temperatura sia per godere dei raggi solari nel momento in cui possono darvi beneficio senza rischiare di scottarvi. Sembra un suggerimento scontato, ma non avete idea di quanta gente si sopravvaluti credendo di riuscire a sopportare le alte temperature, salvo poi rovinarsi l’intera giornata per un colpo di calore. In qualunque caso è meglio essere preparati e proteggersi. Io non esco mai di casa per una corsa estiva senza avere con me un berretto o una fascia per la testa. Addirittura a volte li porto entrambi, bagnando spesso la fascia nelle fontane che incontro lungo il percorso. Ricordate che questi accessori pesano davvero poco,quindi, nel dubbio, portateli.

BORRACCIA – Soprattutto se correte in un nuovo territorio, una scorta di liquidi (e sali minerali) è sempre consigliata. Non è detto, infatti, che ovunque ci siano fontanelle a disposizione. Il mercato offre innumerevoli soluzioni in merito, da zaini a marsupi dedicati, fino a borracce da tenere in mano. A voi la scelta sulla base di caratteristiche personali e, soprattutto, di quanto tempo volete correre.

CELLULARE – Lo so, vi raccomando sempre di lasciare a casa l’orologio e staccare la “testa”, quindi perché vi sto consigliando di portare con voi il cellulare? Chiaramente non lo dovete certo guardare mentre correte, tuttavia se avete intenzione di stare fuori a lungo e non siete pratici del posto, è sempre meglio avere uno strumento che vi possa permettere di contattare qualcuno in caso di emergenza, capire dove vi trovate o individuare la strada di casa.

3. Correre in estate: esplorate e divertitevi

Correre in estate quando si è in vacanza può offrire l’opportunità unica di visitare luoghi nuovi, non lasciatevi sfuggire l’occasione! Non c’è niente di più bello che esplorarli e le vostre gambe sono lo strumento giusto per farlo. Del resto siete in ferie: che senso ha portare avanti i vostri allenamenti nello stesso modo in cui li svolgete per tutto dell’anno? Per questi giorni concedetevi di correre fuori dai soliti schemi, adattando le vostre sessioni anche alla località in cui vi trovate. Cercate percorsi che vi permettano di ammirare e vivere le bellezze naturali che vi circondano e che vi facciano uscire dalla routine degli allenamenti, dandovi nuovi stimoli. Sarete così in grado di apprezzare una nuova dimensione della corsa e viverla nella sua forma originale, senza tempi o distanze prestabilite, ma solo correre per il gusto di farlo.

4. Correre in estate: lasciate a casa l’ansia…


Siete in vacanza per rilassarvi, no? Per prendervi una pausa dalla vostra routine quotidiana, per staccare la spina e fare ciò che più vi piace, senza orari od obblighi sociali. Bene, fate lo stesso con la corsa.
Scegliete di rilassarvi anche come runner. Ad esempio, uscite a correre senza orologio. Non sapere a che velocità state correndo o quanti chilometri avete percorso vi permetterà di concentrarvi – magari per la prima volta – su altri aspetti del nostro sport. Scoprite il piacere di correre a sensazione, utilizzate il respiro come regolatore di velocità, imparate a riconoscere le sensazioni che il corpo vi trasmette, a capire a che velocità vi potete permettere di correre, come vi sentite e quanto siete affaticati. E ancora, anziché preoccuparvi del vostro ritmo, guardate gli scenari che vi circondano, ascoltate i rumori della natura, assaporate i profumi dell’estate, ammirate spettacoli come l’alba o il tramonto.

come vestirsi per andare a correre in estate


Lasciate a casa l’ansia di dover terminare un allenamento a un determinato ritmo, di dover correre un certo numero di chilometri, di riuscire a stare al passo e alla velocità del gruppo con cui vi allenate, di dover postare la corsa su Strava o sui social e di essere giudicati. Vedrete che in questo modo non solo vi rilasserete, ma vi rigenererete.

5 …ma non la corsa!

A prescindere da quali siano i vostri programmi per le vacanze, se siete dei runner, non dimenticatevi della corsa. In molti purtroppo la “lasciano a casa”, quasi fosse uno degli obblighi da cui si vogliono distaccare, alla stregua del lavoro. Ma non dovrebbe essere così: correre dev’essere sempre un piacere, ciò che ci aiuta ad affrontare al meglio le nostre giornate, e può anche essere ciò che ci permetterà di godere al meglio le nostre ferie.
Riuscire a ritagliarci un angolo di tempo tutto nostro, durante il quale staccare davvero la spina e lasciare che i nostri piedi ci guidino liberi verso nuovi orizzonti potrebbe infatti rivelarsi un vero valore aggiunto alla nostra vacanza e l’elemento decisivo per tornare a casa rigenerati, rilassati e con un’incredibile voglia di correre ancora!

Articoli correlati

Preparare una gara di 10 km in 4 settimane

Un periodo decisamente corto per effettuare un pieno ciclo di preparazione (costruzione, potenziamento, finalizzazione), ma utile, appunto, a chi ha la necessità di non disperdere quanto fatto fino a ora. Si tratta di sfruttare, richiamandolo, il lavoro svolto in precedenza e utilizzarlo per preparare una gara di 10 km in quattro settimane. Qui proponiamo la […]

Correre Convention: rivedi tutti i video

15 Luglio, 2021

Sono ora disponibili sulla nostra piattaforma i video della Correre Convention 2021 con l’intervento completo dei 13 relatori Cari Orlando (Pizzolato), Fabrizio (Angelini), Filippo (Pavesi), Fulvio (Massa), Giorgio (Rondelli), Giovanni (Cremonte), Huber (Rossi), Julia (Jones), Luca (De Ponti), Massimiliano (Monteforte), Paolo (Olivari), Pietro (Trabucchi), Rita (Rotili) e Simona (Morbelli), questo messaggio è per voi e […]

New Balance: arriva la Fresh Foam Tempo

04 Marzo, 2020

È l’ultima nata della famiglia di calzature “Fresh Foam X”, dal nome dell’intersuola, una delle più innovative sul mercato. Sostituisce la Zante Pursuit, rispetto alla quale incrementa flessibilità e ritorno di energia. Special make up del modello per la DeeJayTen, di cui New Balance è sponsor tecnico e mette in palio, a sorteggio, tra i […]

Un libro per (e sui) ragazzi

01 Marzo, 2020

Per la prima volta in questa rubrica, vi presentiamo un libro per ragazzi. Del quale i giovani atleti sono anche i protagonisti. Correre è infatti quello che Ghost (soprannome di Castle Cranshaw) sa far meglio. Ma non è il suo sport. No, il suo sport è sempre stato il basket. Finché un giorno decide, d’impulso, […]