Ecco la lista dei probabili maratoneti del Kenya

Ecco la lista dei probabili maratoneti del Kenya

04 Aprile, 2024
Foto: Jane Monti / RRW

La Federazione di atletica del Kenya ha comunicato la “rosa” dei nomi delle 6 maratonete e dei 5 maratoneti tra i quali verrà scelto chi parteciperà ai Giochi olimpici di Parigi 2024. Inspiegabile l’assenza di Evans Chebet nella lista. Il “toto-Olimpiadi” vede favoriti Eliud Kipchoge, Peres Jepchirchir e Brigid Kosgei, ma tutto può ancora accadere… 

Era nell’aria da giorni e nel pomeriggio di giovedì 4 aprile la Federazione keniana di atletica ha comunicato la lista dei maratoneti probabili olimpici, 6 donne e cinque uomini. Da questa lista verranno poi scelti le tre maratonete e i tre maratoneti che gareggeranno ai Giochi olimpici di Parigi, sabato 10 agosto (uomini) e domenica 11 agosto (donne).

La lista 

Nell’elenco reso pubblico dalla Federatletica del Kenia compaiono le seguenti atlete e atleti (di cui è indicato il personal best):

Donne
Ruth Chepngetich (Nike), 2:14’18” (Chicago, 2022)
Brigid Kosgei (Nike), 2:14’04” (Chicago, 2019)
Hellen Obiri (On Athletics Club), 2:21’38” (Boston, 2023)
Rosemary Wanjiru (Adidas), 2:16’14” (Tokyo, 2024)
Sharon Lokedi (Under Armour), 2:23’23” (New York, 2022)
Peres Jepchirchir (Adidas), 2:17’16” (Valencia, 2020)

Uomini
Eliud Kipchoge (Nike/NN Running Team), 2:0’09” (Berlino, 2022)
Vincent Kipkemoi Ngetich (Asics), 2:03’13” (Berlino, 2023)
Timothy Kiplagat (Nike), 2:02’55” (Tokyo, 2024)
Benson Kipruto (adidas), 2:02’16” (Tokyo, 2024)
Alexander Mutiso Munyao (adidas), 2:03’11” (Valencia, 2023)



Toto-Olimpiadi: chi verrà convocato? 

A differenza di quanto accade, ad esempio, negli USA, dove la partecipazione dei maratoneti (come quella degli atleti che partecipano alle gare su pista) è decisa in base ai risultati dei trials, cioè della gara individuata come momento di selezione, in Kenya la scelta è a totale discrezione dei dirigenti federali.

Gli esperti (di maratona, ma anche di “logiche” federali keniane) sono portati a pensare che sia pressoché sicura la convocazione di Peres Jepchirchir ed Eliud Kipchoge, in quanto campioni olimpici in carica, oltre che di Brigid Kosgei, ex primatista del mondo (come Kipchoge) e medaglia d’argento ai Giochi olimpici di Tokyo 2020. 

Kipchoge, in particolare, sembra inattaccabile, nonostante i suoi 39 anni (ne compirà 40 il prossimo 5 novembre) e soprattutto nonostante la controprestazione della recente Maratona di Tokyo del mese scorso (decimo in 2:06’50”). Il fascino della sfida alla terza vittoria olimpica, per di più consecutiva, riveste un peso determinante: dopo gli ori di Rio 2016 e Tokyo 2020, Kipchoge avrebbe la possibilità di diventare il primo uomo nella storia a vincere tre maratone olimpiche consecutive.



Il “mistero Chebet” 

Nominare gli altri tre atleti, due uomini e una donna, sarà più difficile: Hellen Obiri potrebbe conquistare la convocazione se vincesse la maratona di Boston del prossimo 15 aprile, ad esempio (sarebbe la seconda vittoria consecutiva a Boston), ma tutto il lavoro di selezione sembra avvenire, da parte dei dirigenti federali keniani, all’insegna dell’opacità, e questa, purtroppo non è una novità.

Già la pubblicazione della lista, ad esempio, ha suscitato perplessità per l’assenza di Evans Chebet, il maratoneta, allenato dall’italiano Claudio Berardelli, che ha vinto la maratona di Boston nel 2022 e nel 2023 (in quest’ultima umiliando Kipchoge, nella foto) oltre che la maratona di New York nel 2022.
La domanda: “Dov’è Evans Chebet?” è stata postata dal giornalista keniano Saddique Shaban su X (ex Twitter, ndr), che ha aggiunto “Inseritelo nella lista!”
La Federazione keniana non ha indicato una data per la scelta definitiva dei convocati, ma si presume che le trattative sotterranee si protraggano almeno fino a domenica 5 maggio, data del termine per il conseguimento degli standard di partecipazione (2:08’10” per gli uomini e 2:26’50” per le donne, non certo un problema per atlete e atleti di questo livello!).
Il tutto nella tristezza degli appassionati veri, che in Kenya come in tutto il resto del mondo avrebbero voluto vedere in questa lista il nome di Kelvin Kiptum, primatista mondiale con 2:00’35” (Chicago 2023), scomparso in un incidente stradale nei pressi di Kaptagat, in Kenya, lo scorso 11 febbraio.

Articoli correlati

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso. Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha […]

In crescita il circuito JoyRun

23 Maggio, 2024

Quattro tappe con percorsi sulla distanza di 10km in cui gli appassionati hanno potuto sfidarsi nei pressi degli outlet del Gruppo McarthurGlen. Cresce di anno in anno il circuito di appuntamenti JoyRun organizzato dai Designer Outlet del Gruppo McarthurGlen sulla distanza competitiva e non competitiva di 10km. La quarta edizione ha coinvolto La Reggia Designer […]

Il ritorno del Passatore: 3.300 al via

22 Maggio, 2024

Dopo lo mancato svolgimento 2023 per alluvione, parte sabato 25 maggio la 100 km del Passatore da Firenze a Faenza, con oltre 3.300 iscritti compresi 120 stranieri di 32 nazioni. Giorgio Calcaterra direttore di corsa. Federica Moroni e Massimo Giacopuzzi i favoriti. Diretta Web TV. Sono attesi più di 3.300 concorrenti, di cui 120 stranieri […]

ESET 5K Run: si corre il 31 maggio a Melegnano

21 Maggio, 2024

inserita nel Global Calendar della World Athletic, la prima edizione della ESET 5k Run sarà un evento suddiviso in tre gare: non competitiva, competitiva e gara elite ESET Italia, azienda leader nel settore della sicurezza informatica, organizza e promuove la 1a edizione della ESET 5K Run, l’evento che unisce sport e divertimento e si propone di dare […]