fbpx

Rondelli: come allenarsi a superare i turni

Quanta fatica costa una medaglia olimpica? Salire sul podio o anche “solo” arrivare in finale in una o entrambe le gare del mezzofondo veloce (800 e 1.500 m), vuol dire prima di tutto essere riusciti ad allenarsi a dovere per affrontare con successo i turni di gara, che sono almeno tre: batterie, semifinali e finale, ma in passato, almeno negli 800 m, sono stati spesso anche quattro.

Ecco perché è necessario essere al top, sia sotto l’aspetto fisiologico, cioè nella capacità di recuperare la fatica con poche ore a disposizione, visto che in alcuni casi si torna in pista il giorno dopo avere superato il turno precedente, sia sotto l’aspetto tattico-agonistico, un bagaglio importante per queste gare molto nervose e veloci in cui anche un errore di posizionamento si paga a caro prezzo.

Su Correre di agosto insieme a coach Giorgio Rondelli proviamo a individuare i mezzi di lavoro più adatti per arrivare preparati a un grande evento:

• Allenamenti specifici per migliorare la capacità di superare i vari turni

• La doppia seduta giornaliera magari con un lavoro ridotto di potenza aerobica al mattino da 3 a 5 km di fondo veloce e poi una seduta di resistenza lattacida o potenza al pomeriggio

• Doppia seduta di resistenza Attenzione a dosare i relativi carichi di lavoro, soprattutto per evitare gli infortun

• Tre giorni consecutivi di lavori di resistenza e potenza lattacida magari inframmezzati da una seduta di potenza aerobica per vedere come reagisce l’organismo dell’atleta

• Il doppio test fra mattina e pomeriggio sulla distanza di gara il giorno dopo avere eseguito un lavoro di resistenza lattacida ridotto

• La doppia o tripla gara partecipare a due o tre gare in giorni consecutivi o comunque ravvicinati provando a ricalcare gli orari di gara previsti

Articoli correlati

Rondelli: tornare a vincere si può, se ci si allena come una volta

Perché non vinciamo più nel mezzofondo, nel fondo e nella maratona? In questo inizio di 2018 è tornato di attualità l’impietoso confronto con il passato. Renato Canova, per primo, aveva rinunciato al fair play: in occasione della presentazione del progetto di un centro d’allenamento al parco La Mandria (TO), giovedì 4 gennaio, il grande allenatore […]

Allenarsi ad aprile, il delicato passaggio verso la stagione estiva

Inverno praticamente finito, primavera che avanza. Due errori da evitare: buttarsi sui classici lavori in pista e avere fretta di gareggiare. C’è tutto un nuovo ciclo da programmare guardando lontano, che la stagione lunga lo richiede. Nell’ambito della preparazione annuale di un mezzofondista non c’è dubbio che un periodo molto delicato sia rappresentato dai mesi di […]