Correre alla fine del mondo: il debutto nell’ultratrail running di Carlotta e Francesca

Una maratoneta esperta che adora la corsa e un’ex siepista azzurra che non è mai andata oltre la mezza maratona. Un’infaticabile del running che non sa stare un giorno senza allenarsi e una podista pigra che ha sempre bisogno di nuove sfide per convincersi a correre.
Carlotta e Francesca, due donne con la corsa nel sangue che hanno scelto di mettersi alla prova su una distanza e una condizione tecnica inedita: 50 km di trail running nella Terra del fuoco. E l’appuntamento ormai è vicino: il 6 aprile saranno al via della prima edizione dell’Utmb Ushuaia,

Francesca
«Della preparazione per questo UTMB Ushuaia a me preoccupavano sicuramene i km: 50 non li ho mai corsi e non ci sono neanche mai andata lontanamente vicino. E poi c’è tutta la novità dei tratti tecnici in salita e in discesa! In salita ce la caveremo, faremo fatica ma in qualche modo andremo su… magari con le mani… ma in discesa? Come faremo a non cadere in discesa?» racconta Francesca.

Carlotta
«Ho effettuato degli allenamenti completamente diversi rispetto a quelli che faccio di solito per la maratona: tanto dislivello e tante sedute muscolarmente impegnative, che inizialmente mi avevano fatto sentire molto rallentata. Poi mi sono abituata, li ho presi seriamente e ho sempre cercato di affrontarli uno alla volta, un giorno dopo l’altro» prosegue Carlotta.

UTMB Ushuaia 01

Una maratoneta con la corsa nel sangue e un ex siepista azzurra che non è mai andata oltre i 21 km. Insieme, Carlotta e Francesca affonteranno 50 km di trail alla prima edizione dell'Ushuaia by UTMB. Ce la faranno? Ad aiutarle, il nostro esperto di trail running Fulvio Massa e la campionessa Simona Morbelli...Qui l'articolo: bit.ly/debutto-trailrunning

Gepostet von CORRERE am Donnerstag, 28. März 2019

 

You’ll never walk alone
Per loro fortuna, ad affiancarle nel percorso di avvicinamento ci sono stati il nostro esperto Fulvio Massa e la campionessa Simona Morbelli, insieme nel Trail Running Coaching di Alessandria, il servizio di consulenza sportiva rivolto a tutti gli atleti di trail running. Di seguito, i passi fondamentali per ogni aspirante trail runner alle prese con le sue prime uscite in natura.

Conoscenza dell’atleta
Nel primo incontro al Trail Running Coaching Fulvio Massa e Simona Morbelli hanno indagato le abitudini e le caratteristiche di Francesca e Carlotta: tipo di lavoro, numero di sedute e tipologia di allenamenti settimanali abituali, disponibilità all’incremento delle sedute, gare sinora sostenute, sport praticato da giovani, eventuali infortuni pregressi, abitudini alimentari, scarpe ed eventuali plantari utilizzati… insomma, tutto ciò che potesse aiutare a definire i loro punti forti e punti deboli.

Valutazione pratica della tecnica di corsa
Attraverso la corsa sul Walker View di Tecnobody, Fulvio e Simona hanno analizzato in tempo reale tutti i parametri relativi alla tecnica di corsa delle ragazze, riepilogabili in variabili posturali, articolari e tecniche.

Programmazione: lo studio della gara
Il percorso di 50 km prevede un di dislivello positivo di 3.000 m, con altitudine minima sul livello del mare e massima di 1.100 m. I primi 5 km saranno facilmente corribili, poi si presenta la salita più importante della gara, con 1.000 m di dislivello in circa 5 km, praticamente un “chilometro verticale”! A seguire, ci sarà un tratto in quota caratterizzato da continui saliscendi e dal 25° al 50° km un tratto relativamente piatto. Trattandosi di una prima edizione, rimane però l’incognita della tecnicità del fondo.

Programmazione: allenamenti personalizzati
Dal punto di vista atletico Carlotta e Francesca hanno solo una cosa in comune: l’obiettivo. Sono atlete con un trascorso e caratteristiche molto diverse, motivo per cui anche gli allenamenti che hanno sostenuto si sono differenziati.

Scoprite qui gli allenamenti indispensabili per un aspirante trail runner.

Articoli Correlati

UTMB USHUAIA
“Utmb Ushuaia”: due road-runner al debutto nell’ultra trail  
Ragazzo caduto in torrente, a dare l'allarme un concorrente del Trail Oasi Zegna.
Cade in un torrente, 16enne salvato da un concorrente del Trail Oasi Zegna
Ferrari / Adamello Ultratrail
Come allenare la discesa nel trail running 
Trail running e corsa Off road
Tutto l’Equipaggiamento di cui il vero Trailer non può fare a meno
L’inverno del trail runner: lo sviluppo della forza
Arresto cardiaco e ipotermia: grave trailer