fbpx

Correre in altura: dove, come e perché

Correre in altura: dove, come e perché

Correre in altura, l’allenamento in ipossia, ovvero in carenza di ossigeno, rappresenta da molto tempo uno strumento in mano ad allenatori e atleti utile al miglioramento della performance in eventi di media e lunga durata, come la corsa di resistenza, il ciclismo su strada, il triathlon o lo sci di fondo.

Non a caso, gran parte dei successi internazionali negli eventi di fondo e mezzofondo, dalle gare su pista alle prove su strada, sono ottenuti da atleti che vivono sugli altipiani africani, soprattutto etiopi e kenioti.

Subito una precisazione importante: pur essendo una metodica adottata da decenni ed empiricamente testata, a livello teorico si sta ancora cercando di determinare con precisione quali adattamenti avvengono in quota e come sfruttarli nel processo di allenamento.

Per la maggior parte degli appassionati, spesso, il soggiorno in quota rappresenta un breve periodo di vacanza, grazie al quale si scappa dalla città e si ha la possibilità di allenarsi per più tempo e in luoghi affascinanti. In questo caso le regole dell’acclimatazione vengono bypassate, per godere a pieno di tutto ciò che la natura e uno staff tecnico preparato (nel caso di training camp) possono garantire.

Risulta comunque importante gestire bene le forze, il riposo, il recupero e l’alimentazione, così da evitare che un surplus improvviso di allenamenti (in certi casi si assiste a un incremento dei volumi anche del 100%!) porti a una sindrome da affaticamento o a infortuni da sovraccarico.

Che si tratti di atleti di élite o di amatori, non bisogna sottovalutare la dose di individualità nella risposta all’ipossia acuta e all’ipossia cronica, ovvero all’allenamento prolungato in altitudine.

È questione di tempo: con l’esperienza si capirà quale è il giusto compromesso per rendere al meglio e ridurre gli aspetti negativi di questa splendida esperienza.

Indietro
Pagina 1 di 2
Avanti

Articoli correlati

Allenamento in altura, il “doping” naturale dei corridori

Reso purtroppo attuale dal moltiplicarsi di eclatanti casi di doping, il dossier tecnico “Speciale Altura” occupa 10 pagine di Correre di luglio. L’allenamento in ipossia, ovvero in carenza di ossigeno, rappresenta da molto tempo uno strumento efficace per migliorare le prestazioni di media e lunga durata, di corsa ma anche nel ciclismo, nel triathlon come […]

Corriamo in New Mexico: viaggio nella terra sacra dei nativi

19 Dicembre, 2014

Approdiamo nel cuore di Navajo Nation, la riserva indiana più estesa di tutti gli Stati Uniti. Qui, all’ombra di una roccia alta 2188 metri, dal 1984 si corre la Shiprock Marathon. E’ una maratona che parla di tribù, di territori e grandi sofferenze, che custodisce leggende e tramanda immagini mitologiche popolate da draghi, uccelli e […]

News Allenamento Equipment Salute Correre