fbpx

Recupero attivo e corsa rigenerante

Recupero attivo e corsa rigenerante

La corsa rigenerante è una forma di recupero attivo che raramente viene inserita nei moderni programmi di allenamento, nonostante gli ottimi riscontri di chi invece l’ha adottata. Scopriamo come.

Il rischio di ogni runner è di pensare solo all’allenamento dedicandosi senza tregua alla ricerca di ogni novità e di ogni possibile suggerimento con l’obiettivo di lavorare sempre più per migliorare. La mia percezione è che si stia sempre più mettendo da parte uno degli aspetti fondamentali che, assieme a un allenamento corretto e ben programmato, concorrono all’ottenimento dei propri obiettivi e al miglioramento della performance: il recupero. Se è vero, infatti, che molta attenzione va posta nella corretta strutturazione di una seduta, è vero anche che la fase di recupero non andrebbe mai ignorata o sottovalutata. È quell’elemento fondamentale che ci permette di raccogliere i frutti dei nostri allenamenti senza stressare il nostro corpo ma, anzi, permettendogli di rigenerarsi e di “crescere” in vista delle sedute successive.

Si fa presto a dire recupero

Il termine recupero è, però, di per sé generico. Tra runner lo usiamo per indicare una varietà di situazioni, dal semplice riposo al sonno, al massaggio o anche al ripristino di liquidi e sali tramite l’assunzione di integratori. Qui voglio focalizzare l’attenzione su una forma di recupero attivo che raramente viene inserita nei moderni programmi di allenamento. Una volta inclusa nel nostro piano di lavoro, posso però assicurare che cambierà per sempre i nostri risultati: la corsa rigenerante.

Questa metodologia rientra nel metodo “correre naturale” e sono talmente convinto che sia fondamentale da consigliarla a ogni tipo di runner. Dagli amatori ai professionisti, ritenendola addirittura uno dei segreti irrinunciabili per migliorare la propria performance.

Indietro
Pagina 1 di 4
Avanti

Articoli correlati

Allenamento progressivo, istruzioni per l’uso 

L’allenamento progressivo è fonte di miglioramento sotto diversi punti di vista Allenamento progressivo: cos’è e per chi Progressivo: ritmi e distanze L’allenamento progressivo i 4 punti cardine Un lavoro evoluto Per i neo-runner stanchi dei soliti ritmi lenti, l’allenamento progressivo rappresenta uno stimolo fonte di miglioramento sotto diversi punti di vista. Un utile “ripasso”, invece, […]

Piano di allenamento: classico o “modulato”?

Il programma di lavoro per preparare una corsa può essere organizzato seguendo due metodi, uno più consolidato, per questo definito “classico”, e uno di più recente adozione, il cosiddetto metodo “modulato”. Orlando Pizzolato valuta pregi e difetti di entrambi i sistemi.  A livello di programmazione dell’allenamento ci sono due scuole di pensiero: • Il metodo […]

Come migliorare la tecnica di corsa

Una buona tecnica può giocare un’enorme differenza non solo in questione di performance, ma anche sul vostro personale rapporto con la corsa e soprattutto è un importante strumento di prevenzione degli infortuni. La domanda nasce quindi spontanea: come si può migliorare la tecnica di corsa? Oggi vi presentiamo uno degli esercizi più sottovalutati nell’acquisizione e […]

Come suddividere l’allenamento

Riportiamo alcune proposte di sedute di allenamento curate da Orlando Pizzolato, da svolgere in una sequenza logica. Lo scopo è quello di suddividere l’allenamento e i carichi di lavoro per ottenere il massimo dei benefici prestazionali. Esercitando anche la capacità di correre a recupero incompleto. A proposito di recupero Affrontare l’instabilità Dopo la sessione specifica: […]

News Allenamento Equipment Salute Correre