fbpx

Tendinite da sovraccarico. Occhio alle articolazioni

Vi è mai capitato di avere un dolore su uno o più tendini e di sentirvi dire che è un’infiammazione da sovraccarico? Vi sarete chiesti: «Perché? In questo periodo sentivo il ginocchio un po’ gonfio e legato dopo l’attività e quindi ho addirittura corso per molti meno chilometri del solito».

La risposta, su Correre di maggio, arriva dal dott. Daniele Comba, specialista in ortopedia e traumatologia alla clinica Fornaca di Sessant e all’ospedale Koelliker di Torino, che ci suggerisce la prima di una serie di riflessioni: «Provate a pensare al modo in cui avete usato il vostro ginocchio negli ultimi tempi: ruotare il piede verso l’esterno aveva iniziato a darvi un sottile fastidio nella parte interna dell’articolazione. Null’altro che un leggero fastidio. E allora, in automatismo, avete iniziato a limitare tali rotazioni, causando però un involontario stato di “superlavoro” dei tendini flessori e rotatori, che alla fine si sono infiammati davvero e hanno iniziato a diventare gonfi e dolenti».

Cosa causa i sintomi articolari?
«Un dolore articolare al ginocchio, comparso dopo sforzo o attività sportiva, potrebbe essere provocato da alterazioni della cartilagine di rivestimento o da una lesione delle fibrocartilagini meniscali oppure da una instabilità rotulea. Una cartilagine articolare può alterarsi nella sua struttura e, di conseguenza, nella sua capacità di resistenza ai carichi e alle sollecitazioni tangenziali. Così come un menisco, ammortizzatore naturale fibro-elastico, può deformarsi a seguito della riduzione delle sue capacità di shock-absorber fino a determinare lesioni intrinseche, in grado di causare una sintomatologia articolare. Qualunque sia la causa articolare di alterazione del movimento del ginocchio, ecco arrivare, di conseguenza, un alterato utilizzo della muscolatura e dei relativi tendini.»

Come agisce l’acido ialuronico in queste patologie?
«L’acido ialuronico è il principale componente naturale del liquido sinoviale ed è responsabile delle sue proprietà visco-elastiche. L’acido ialuronico inoltre contribuisce ai meccanismi di lubrificazione della cartilagine e dei menischi durante le sollecitazioni meccaniche e protegge parzialmente i tessuti dalla penetrazione di cellule infiammatorie e degli enzimi litici».

Articoli Correlati

Intolleranze e alimentazione
Intolleranze e prestazione sportiva
Dieta Idratante
Runner a tavola: una giornata di dieta idratante
Gelato senza zucchero? Si può, per la gioia dei runner. Ecco come
Dolore al fianco destro
Salute, a tu per tu con Il dolore al fianco destro 
Ammortizzazione
Ammortizzazione: quanta ne serve davvero per correre? E a chi serve?
emicrania
L’emicrania del corridore