fbpx

Rondelli: i consigli per un autunno al top

Riassunto della puntata precedente: ci siamo detti che la stagione non poteva finire con la pausa estiva e che, tutto sommato, i 45 giorni di probabile transizione meteorologica dall’estate all’autunno, giorni miti che di solito caratterizzano i mesi di settembre e ottobre, potevamo sfruttarli per tornare in forma e tentare un ultimo attacco ai nostri personal best.

Abbiamo così cominciato ad affrontare un programma di nove settimane, suddiviso in tre blocchi di tre settimane ciascuno: il primo blocco, dedicato all’allenamento organico-muscolare, è stato illustrato su Correre di settembre. In esso abbiamo utilizzato sedute di fondo lento, salite brevi, poi medie e infine lunghe, potenziamento muscolare a carico naturale, fondo medio progressivo, anche un po’ di fondo veloce e una “scaletta aerobica” di fine ciclo, composta da 4 km a ritmo del fondo veloce + 2 km al ritmo di gara dei 5.000 m + 3 x 1 km al ritmo di gara dei 3.000 m, con recuperi rispettivamente di 5, 4 e 2 minuti.

Nel numero di ottobre passiamo a illustrare il secondo blocco, quello fondamentale, perché dedicato all’allenamento lattacido e sui ritmi gara, per poi “distenderci” e cercare, nel terzo e conclusivo blocco, le migliori conservazione ed espressione della forma raggiunta: 3-4 gare, vere e proprie “battute di caccia” ai primati personali.

Poi verrà ancora una volta il momento di “staccare”, periodo necessario per rigenerarsi, senza dimenticare di dedicarlo anche a un ripasso di quanto fatto in tutto questo lungo anno. Per migliorare, infatti, non c’è niente di meglio che partire dalla consapevolezza di cosa ha funzionato e cosa no.

Servizio e tabelle a cura di Giorgio Rondelli da pagina 46 a pagina 48 del numero di Correre di ottobre.

Articoli correlati

Rondelli: tornare a vincere si può, se ci si allena come una volta

Perché non vinciamo più nel mezzofondo, nel fondo e nella maratona? In questo inizio di 2018 è tornato di attualità l’impietoso confronto con il passato. Renato Canova, per primo, aveva rinunciato al fair play: in occasione della presentazione del progetto di un centro d’allenamento al parco La Mandria (TO), giovedì 4 gennaio, il grande allenatore […]

Allenarsi ad aprile, il delicato passaggio verso la stagione estiva

Inverno praticamente finito, primavera che avanza. Due errori da evitare: buttarsi sui classici lavori in pista e avere fretta di gareggiare. C’è tutto un nuovo ciclo da programmare guardando lontano, che la stagione lunga lo richiede. Nell’ambito della preparazione annuale di un mezzofondista non c’è dubbio che un periodo molto delicato sia rappresentato dai mesi di […]