fbpx

Quanto forte vai in salita?

Tra i termini più utilizzati da chi corre ci sono: media, ritmo e andatura, che indicano valori che sono espressione del rapporto tra tempo e velocità.
Per questo vengono usati per dare l’idea del livello della prestazione nella corsa su strada. C’è da chiedersi se lo stesso ragionamento possa avere un senso applicato a una gara eterogenea come un trail.
Immaginiamo, per semplificazione, un trail costituito solo da salita e discesa, dove si passa, nella stessa gara, da tratti percorsi alla velocità media di 4 km/h ad altri percorsi a 18 km/h; se dovessi basarmi su questi due valori, potrei dire che un atleta ha corso alla media degli 11km/h, ma credo che non sia un ragionamento sensato, in quanto non potrò mai dire a un atleta di correre un trail del genere tenendo come riferimento gli 11 km/h.

E’ molto importante che un runner possa farsi un’idea della propria capacità di tenuta su una pendenza, perché così può calcolare quanto tempo impiegherà a concludere la gara. Dopo la formula per calcolare la potenza (Correre di Ottobre), su Correre di Novembre quella per la velocità ascensionale media.

L’articolo completo, la formula e tutti gli approfondimenti su Correre di Novembre a pagina 39.

Articoli Correlati

Mizuno: alla Orobie Ultra Trail la presentazione della nuova collezione di calzature da trail running
Il ritorno della Nike Air Zoom Pegasus Trail
pendenza
Prudenza in pendenza
L’Ecomaratona del Chianti
L’Ecomaratona del Chianti Classico festeggia un successo annunciato
Salomon Running Milano: Emma Quaglia e Riccardo Borgialli tricolori di Trail Corto
Passerella di Thévenard, terzo sigillo all’UTMB