Morte Kiptum: se non fosse un incidente?

Morte Kiptum: se non fosse un incidente?

15 Febbraio, 2024
Foto: Bank of America Chicago Marathon / Kevin Morris

L’incidente fatale al primatista mondiale di maratona assume i contorni del giallo. Kelvin Kiptum potrebbe essere stato vittima di un sabotaggio? Non sarebbe un caso isolato…

E se non fosse un incidente, una tragica fatalità?
È questa la domanda che nelle ultime ore circola relativamente alla morte del primatista mondiale di maratona Kelvin Kiptum deceduto domenica sera in Kenya insieme al suo allenatore Gervais Hakizimana. L’auto su cui stavano viaggiando è uscita di strada finendo la sua corsa contro un albero. Una terza persona, la 32enne Samson Cheruiyot, è invece sopravvissuta.

Dopo aver siglato il record del mondo con 2h00’35” a Chicago, Kiptum (24 anni) era in piena preparazione per la maratona di Rotterdam dove puntava a infrangere, primo uomo al mondo, la barriera delle 2 ore. Gli impegni agonistici lo proiettavano poi come il favorito all’oro olimpico a Parigi2024.

I sospetti del padre

Sogni tragicamente infranti. Le autorità locali hanno catalogato il fatto come un incidente, ma il padre di Kiptum ha subito chiesto di aprire un’indagine sulla morte del figlio, sostenendo che quattro persone non identificate lo avevano cercato alcuni giorni prima della tragedia con fare sospetto. 

Secondo quanto riportato dal quotidiano locale Nation, le affermazioni del padre di Kiptum avrebbero trovato un riscontro: tre delle quattro persone che si erano presentate in modo ambiguo a casa del maratoneta, senza trovarlo, sono state arrestate.

I precedenti

La vicenda assume sempre di più i contorni del giallo e si inserisce in un contesto molto complesso come quello del Kenya culla del running, dove la criminalità più volte ha preso di mira campioni e top runner.

Correre ne ha parlato poco più di un mese fa. Leggi QUI l’approfondimento di Daniele Menarini:

LA LUNGA STRISCIA DI MORTE DEL RUNNING IN KENYA

Articoli correlati

Verso Venicemarathon: le tabelle della seconda settimana

Benvenuto al programma in 15 settimane, gratuito e rivolto a tutti, ideato dagli organizzatori della Maratona di Venezia in collaborazione con la nostra rivista. Qui di settimana in settimana, troverai le tabelle in preparazione dell’appuntamento di domenica 27 ottobre. Training to Wizz Air Venicemarathon è il programma che ti accompagna passo dopo passo verso il […]

La sfida di Roma: numero chiuso a 30.000

19 Luglio, 2024

Per la prima volta in una maratona italiana è stato fissato un numero chiuso a 30.000 iscritti. A pari periodo (luglio 2023-luglio 2024) il numero delle iscrizioni è già raddoppiato per la 30esima edizione del 16 marzo 2025, anno giubilare. Raddoppiano le giornate di sport: Fun Run 5km anticipata al sabato mattina 15 marzo L’obiettivo […]

Il ritorno di Alex Schwazer

18 Luglio, 2024

Un ritorno-addio, quello del marciatore altoatesino che domenica 7 luglio ha concluso gli 8 anni di squalifica. Ad Arco (TN), in una gara omologata Fidal sui 20 km di marcia. Gli 8 anni di squalifica sono finiti domenica 7 luglio. Troppo tardi per provare a ottenere lo standard di partecipazione per i Giochi olimpici di […]

Tamberi: “Ho pianto, ma il sogno non finisce”

10 Luglio, 2024

Il portabandiera azzurro accusa un problema al bicipite femorale e dovrà seguire una settimana di terapie e allenamenti differenziati saltando le gare di avvicinamento ai Giochi,. “Non mi vergogno a dirlo, ho pianto 3 volte nelle ultime 24 ore… probabilmente per la tensione, probabilmente per la paura e forse anche perché in parte tutto questo […]