fbpx

Donne di tante emozioni

19 Marzo, 2015

Dedicato alle donne del nostro tempo.
Donne di città, donne che lavorano, figlie, mogli, mamme, fidanzate, professioniste.
Donne che vediamo correre al buio di un mattino d’inverno, donne che strappano un’ora per allenarsi, nonostante il quotidiano incombente.

Le oltre 5.000 che hanno corso una maratona (fonte: Maximaratona di Correre, numero di febbraio), le migliaia che partecipano a un evento di corsa.
Donne protagoniste, responsabili, a volte umiliate da uomini impotenti, ignoranti.
Donne che cercano uno spazio colorato dove coltivare sogni e speranze.

Donne in crisi di identità, con chili di troppo, inutili da sopportare, donne che guardano lo specchio della loro età.
Queste donne di tante emozioni, con carrelli da riempire al supermercato e mutui da pagare, vivono la corsa per sentirsi più libere, per un giorno di sole, per non dimenticare.
Corrono, la felpa legata ai fianchi, la coda dei capelli che balla al ritmo di un passo sereno, la voglia di esserci.
Corrono lente o veloci, non importa, ci stupiscono sempre, armonia e volontà.
A queste donne, per tutte le donne, quelle che verranno e quelle che ci stanno vicino, dobbiamo rispetto infinito, ammirazione, consapevoli della fortuna che abbiamo di accompagnarle, almeno una volta o tutta una vita.

Correre aumenta la vita

Si, avete capito bene! Non “allunga”, ma aumenta la Vita!
Correre ci fa stare meglio con noi stessi e con gli altri.
Correre fa dimagrire, riduce i sintomi di ansia e depressione.
Riduce i rischi d’infarto e il colesterolo cattivo. Tiene sotto controllo il diabete e molto altro ancora.
Correre non è a pagamento. Correre è libertà. Può farlo chiunque, in qualsiasi momento.
Correre aumenta l’autostima. Correre aiuta a capire che ce la possiamo fare. A qualsiasi età.
Possiamo iniziare con un paio di scarpe e andare dove vogliamo. In un parco come alla maratona di New York. Molti lo hanno ormai capito, ma tanti altri ancora possono e devono farlo.

Con questo obiettivo è nato Running Motivator, il progetto iniziato ormai 3 anni fa aiuta le persone che vogliono iniziare o continuare perché chi corre può aiutare gli altri, può prendere per mano un amico e accompagnarlo ad aumentare la qualità della sua vita.
Abbiamo bisogno di qualità di vita e non solo di anni in più e la corsa, il movimento, sono uno strumento formidabile.
Abbiamo bisogno di stare insieme, di condividere con i nostri amici e colleghi una passione, raggiungere la cima di una salita, fare progetti per la prossima impresa e scoprire che insieme è più facile.
Nulla ci è precluso, la vita è una corsa continua e allora tanto vale affrontarla correndo, per poi superarla. Insieme, ogni giorno. Una partenza, un traguardo, un’emozione.

Articoli correlati

Corsa e mal di schiena: quali strategie di prevenzione?

Il mal di schiena è uno dei problemi più frequenti sia per i sedentari che per gli sportivi amatoriali e agonistici. Anche chi corre è spesso soggetto a dolori lombari invalidanti. Ma qual è il legame tra corsa e mal di schiena? E quando i sintomi devono iniziare a preoccupare? Scopriamolo insieme all’ortopedico degli sportivi […]

LBM Sport: nuovi marchi, solita (grande) consulenza

23 Agosto, 2021

Tre punti vendita a Roma e un negozio online. Uno staff competente, anche perché composto da runner. Dal 1981. Una passione presa molto sul serio. Per chi ama il running LBM Sport è un punto di riferimento sia a Roma, dov’è presente con tre punti vendita, sia in Italia, grazie al negozio on line.  Il […]

Apre WhyRun: a Milano un concept store interamente dedicato al running

21 Giugno, 2021

A Milano una nuova idea di concept store del running con i migliori prodotti dei migliori brand, docce e spogliatoi. Per tutti: dall’atleta amatoriale, all’appassionato, al runner professionista. L’attesa è finita. Apre a Milano WhyRun, un concept store interamente dedicato alla corsa per tutti i runner, da quello amatoriale all’atleta professionista. Un vero e proprio […]

Angelini: quanti danni in un anno senza sport

Il Prof. Fabrizio Angelini lancia il grido d’allarme in particolar modo sui giovani, in questo lunghissimo anno di pandemia da Covid19 privati dell’aspetto socializzante e preventivo dello sport “Ci svegliamo al mattino credendo di aver fatto un brutto sogno, invece siamo costretti a trascorrere quasi tutta la giornata seduti. Siamo diventati delle “sedie animate”: non […]