Passatore: Calcaterra da leggenda

Passatore: Calcaterra da leggenda

30 Maggio, 2015

Ci ha impiegato 7:08’03”, 3 minuti in più dello scorso anno e 22 più dell’edizione 2006, quando vinse per la prima volta la Firenze-Faenza. Da allora sono trascorsi 10 edizioni e in questi anni sotto il traguardo in prima posizione è transitato per primo sempre lui, Giorgio Calcaterra, che ormai al Passatore chiamano non a caso “Re Giorgio”.
Dieci sigilli consecutivi che lo proiettano di diritto nella leggenda.

Calcaterra è rimasto nel gruppo di testa per i primi 40 km, ha cominciato il suo attacco dopo Ronta e ha guadagnato margine sul passo della Colla di Casaglia, uno dei passaggi più suggestivi del tracciato. Da qui ha macinato chilometri da solo sino al traguardo di Faenza che ha tagliato davanti al russo Dmitry Pavolv arrivato a 9’27” e all’americano Chad Ricklefs a 10’16”.

Al femminile successo per la croata Nikolina Sustic in 7:41’40” davanti a Veronica Jurisic e Marjia Vrajic.

Articoli correlati

Il ritorno del Passatore: 3.300 al via

22 Maggio, 2024

Dopo lo mancato svolgimento 2023 per alluvione, parte sabato 25 maggio la 100 km del Passatore da Firenze a Faenza, con oltre 3.300 iscritti compresi 120 stranieri di 32 nazioni. Giorgio Calcaterra direttore di corsa. Federica Moroni e Massimo Giacopuzzi i favoriti. Diretta Web TV. Sono attesi più di 3.300 concorrenti, di cui 120 stranieri […]

Provate per voi: La Sportiva Prodigio

15 Aprile, 2024

La Sportiva Prodigio: è la nuova proposta dell’azienda di Ziano di Fiemme ed è pensata per rispondere alle specifiche esigenze dei corridori di ultra trail. L’ha collaudata per noi Giacomo Galliani “Triangolo Lariano” è il nome del territorio compreso tra i due rami del lago di Como, uno dei quali, quello che “volge a mezzogiorno” […]

Il piede dell’ultratrailer: quello che devi sapere

Parlare di piede e biomeccanica nell’ ultratrailer vuol dire prendere in considerazione molti degli aspetti che caratterizzano la corsa in situazioni estreme. Queste condizioni impegnano oltremodo il piede da un punto di vista articolare e legamentoso e possono creare facilmente traumi distorsivi in relazione ai terreni accidentati o a situazioni di sovraccarico funzionale nella corsa […]

Calcaterra: i perché della crisi alla 100 km di Imola

27 Maggio, 2021

A bocce ferme il campione Giorgio Calcaterra rivive e spiega la grande difficoltà vissuta al campionato italiano di specialità. Eccessiva frequenza nell’assunzione di gel, la causa dello “svuotamento di energie”. Rientra la polemica con Massini. Nella specialità dei 100 km su strada ha vinto tre titoli mondiali e 12 edizioni consecutive del “Passatore” su 14 a […]