Cosa mangiare prima della gara

Cosa mangiare prima della gara

Deposit Photos

Ecco qualche consiglio sugli alimenti da preferire a colazione. Una scelta che dovrà dipendere soprattutto dal tempo a disposizione in modo da sapere come e cosa mangiare prima della gara.

C’è chi sostiene con forza la necessità di mangiare molto, prima della partenza di una maratona, per non rischiare di esaurire le scorte in gara. Le cose non stanno esattamente così. Infatti per riempire bene le riserve si deve sfruttare la cena della sera prima. Dovremo invece arrivare al via sì con le scorte piene, ma anche con lo stomaco vuoto: in caso contrario, potremmo subire un “furto” di sangue dall’apparato digerente, a danno dei muscoli. Il nostro obiettivo è dunque presentarci alla linea di partenza con molte scorte di glicogeno e con il sistema digestivo del tutto libero.

Assimilazione ed emozione

Vedremo qui qualche indicazione su cosa mangiare prima della gara, studiata in base al tempo che deve ancora trascorrere dallo start. Cercheremo di tenere in conto delle modalità di assimilazione degli alimenti, in armonia con la nostra capacità fisiologica, ma senza trascurare il fattore emotivo. La vicinanza a un appuntamento a cui teniamo fa spesso saltare le normali tempistiche di digestione.

I motivi di tale turbamento? Spostamenti per recarsi in prossimità della zona della gara, tensione emotiva, attese prolungate al freddo o al caldo, piccoli grandi disagi legati alla locazione di fortuna (colazioni in hotel anziché a casa, mancanza del comfort domestico, eccetera). Tutti questi fattori finiscono spesso per incidere sulla consueta “tabella di marcia” degli alimenti, inducendo generalmente un peggioramento della nostra capacità digestiva. Meglio allora essere prudenti e rimanere un po’ più leggeri nelle ultime ore prima della competizione.

Cosa mangiare prima della gara: consigli ed esempi

In particolare, nei pasti pre-gara, dovremo:

– assumere una certa quantità di liquidi per partire ben idratati, senza strafare;

– scegliere carboidrati di facile assimilazione (frutta, miele, marmellata, succhi). Del pane, qualche fetta biscottata o biscotto secco solo se mancano un paio d’ore al via;

– limitare di molto l’apporto di cibi grassi che necessitano di una digestione laboriosa; 

– inserire degli alimenti proteici solo se l’intervallo di tempo prima della partenza ne rende possibile la completa digestione (3 ore).

La colazione prima del via

La scelta della colazione dovrà dipendere essenzialmente dal tempo disponibile prima della gara. Vediamo tre ipotesi a una, due o tre ore dal via. 

Colazione ore 8 (partenza alle 9): tè o caffè con poco miele, al massimo un frutto o una spremuta. Richiesta di una digestione veramente minimale, con cibi liquidi, di facile assimilazione. L’introduzione di alimenti o bevande troppo zuccherine rischia di indurre ipoglicemia reattiva, con conseguente debolezza proprio al momento della partenza.

Colazione ore 7 (partenza ore 9): tè o caffè, un frutto, una fetta biscottata con marmellata o miele oppure un paio di biscotti. Digestione minimale, con cibi di semplice assimilazione, assenza di latticini.

Colazione ore 6 (partenza ore 9): tè o caffè, succo non zuccherato, pane con miele o marmellata, qualche uvetta, due fette di bresaola o qualche noce. Digestione semplice, con piccolo apporto proteico, frutta e liquidi per idratare. 

E tu quali strategie usi per decidere cosa mangiare prima della gara?

LEGGI ANCHE: Cosa mangiare la sera prima della maratona

Articoli correlati

Lucio Gigliotti compie 90 anni: auguri “Proffe”

09 Luglio, 2024

Luciano “Lucio” Gigliotti è nato ad Aurisina (TS), il 9 luglio 1934. Anche Correre festeggia i 90 anni dell’allenatore che in maratona ha costruito le carriere di Gelindo Bordin, Stefano Baldini e Maria Guida. Ecco una sintesi della lunga intervista pubblicata nel numero di luglio. Il 9 luglio sono 90 anni. Superfluo ribadire che non […]

Il recupero post maratona

Una delle problematiche tecniche che non possono avere una risposta univoca riguarda il periodo di recupero post maratona, perché il tempo necessario di recupero può dipendere da molti fattori.  Quando si parla di recupero post maratona, la prima cosa da valutare sono le condizioni fisiche di chi ha disputato la maratona: c’è chi arriva al […]

Correre al mattino presto

Qual è il momento giusto per correre? Correre al mattino presto… Uscire di corsa quando la città ancora dorme ha il suo fascino. I benefici di correre al mattino presto sono mentali oltre che fisici, perché ci si mette nella condizione di affrontare la giornata con le pile cariche, grazie alla riattivazione neuromuscolare. La corsa […]

Crippa: “A Parigi tutto può succedere”

27 Maggio, 2024

Yeman Crippa ai microfoni della CorrereTV racconta il suo avvicinamento a Europei e Olimpiadi. Ma non solo… Tra poco gli Europei di Roma, prima tappa e subito dopo testa alle Olimpiadi di Parigi.Prosegue il percorso di avvicinamento di Yeman Crippa verso gli obiettivi di questa stagione ricca di appuntamenti importanti.L’azzurro ha da poco testato il […]