Viaggio nella sospensione del buon senso

Giovanni Storti e Franz Rossi hanno pubblicato il loro secondo libro e primo romanzo. Storia di un’amicizia inaspettata e della (ri)scoperta, grazie a un cammino avventuroso e percorso con lentezza, di un’esistenza fino a quel momento insoddisfacente.

Chiara Collivignarelli li ha incontrati all’Idroscalo di Milano sul set del nuovo film del trio Aldo Giovanni e Giacomo e li ha ascoltati chiacchierare. Di corsa e narrazioni, di sorprese e imprevisti. Ne è uscita un’intervista che troverete sul primo numero di Correre del 2016.

La copertina dai colori brillanti e il titolo già da solo invita a scoprire di più della storia che gli si cela dietro: Una seducente sospensione del buon senso. Storia nella quale le parole chiave sono molte, ma una emerge su tutte: il termine viaggio, con tutti i significati che si porta con sé.

«Il titolo lo ha deciso Giovanni – dice Franz Rossi amministratore delegato di una software house, blogger, narratore e giornalista, gran viaggiatore e runner appassionato, nonché ideatore della rivista di storie di corsa X.Run Così come il precedente.» «Però per quanto riguarda il testo non ci dividiamo le parti su cui lavorare – continua Giovanni Storti attore comico, autore e regista da qualche anno dedito al runningFranz scrive, mi invia i suoi testi, io condivido le mie impressioni con lui«Siamo due amici e ci incontriamo come tali. E quando ci vediamo chiacchieriamo, ci scambiamo idee, pensiamo a storie da raccontare, a come svilupparle», prosegue Rossi.

Il risultato di queste conversazioni è stavolta un vero e proprio romanzo, scritto rapidamente e che risente anche della cronaca dei giorni in cui è stato realizzato, nonché dei molteplici interessi e delle letture dei due.

«L’idea iniziale era completamente diversa – racconta Franz Rossi –. Avevamo deciso di partire da parole con un significato di base negativo, come fatica, dolore, sofferenza. Per poi arrivare a dire che si tratta in realtà di falsi nemici, che tutti i concetti negativi che ci accompagnano nella vita e nello sport hanno una loro utilità e sono importanti per il percorso di tutti noi. Poi invece, anche se questa componente è comunque presente nel romanzo, siamo arrivati a raccontare la storia di un uomo di mezza età, divorziato, insoddisfatto del suo lavoro e a rischio sfratto che, grazie a un imprevisto, coglie l’opportunità di una svolta


Giovanni Storti e Franz Rossi, Una seducente sospensione del buon senso-Viaggio alla scoperta di ciò che devi lasciare, Mondadori Strade Blu, pagg. 312, 18 euro

Articoli Correlati

Popoli in corsa
Popoli in corsa, ai lettori di Correre piace il libro di Patucchi
Dieta uno cancro zero
Dieta batte cancro 1 a 0
I miti del mezzofondo a Milano per il libro di Arese
Training Mix, allenamento senza corsa per un runner più forte
Intervista in corsa a Paolo Barghini
Running per soli adulti, il manuale erotico-sportivo dedicato ai runner e non solo