fbpx

Tola e Gudeta firmano la doppietta etiope alla Boclassic di Bolzano 

Foto: Jader Consolini
Di: Diego Sampaolo

Gli etiopi Tamirat Tola e Netsanet Gudeta hanno conquistato il secondo successo della loro carriera alla Boclassic di Bolzano a tre anni di distanza dalla loro prima affermazione nella famosa gara di San Silvestro altoatesina. 

In una giornata insolitamente mite per la giornata dell’ultimo dell’anno i due campioni etiopi hanno realizzato ottime prestazioni cronometriche. Tola ha fermato il cronometro in 28’12” arrivando a soli dieci secondi dal record del percorso detenuto dall’atleta dello Zimbabwe Philemon Hanneck, che nel 1991 corse in 28’02”. Era dal 28’10” realizzato dal keniano Paul Kosgei nell’edizione del 1998 che non si correva così velocemente alla Boclassic. Dopo la prima affermazione a Bolzano nel 2015 il ventisettenne etiope ha vinto la medaglia di bronzo sui 10000 metri alle Olimpiadi di Rio de Janeiro 2016 e l’argento nella maratona ai Mondiali di Londra 2017. E’ salito sul podio nelle ultime due edizioni della Maratona di Dubai (primo in 2h04’11” nel 2017 e secondo in 2h04’06” nel 2018) e punta ad una grande maratona Major nella primavera del 2019. 

Tola ha risolto in suo favore il duello con il forte specialista dei 3000 siepi Jairus Birech (due volte vincitore nella Diamond League nel 2014 e nel 2015 e autore di un personale di 7’58”41) con un cambio di ritmo secco all’inizio dell’ultimo degli otto giri dell’affascinante percorso nel centro storico di Bolzano. L’etiope ha preceduto di dodici secondi Birech (28’24”), mentre il giovane ugandese della Casone Noceto Oscar Chelimo (terzo alle ultime Olimpiadi Giovanili di Buenos Aires) ha avuto la meglio per undici secondi sull’etiope Muktar Edris, campione del mondo dei 5000 metri a Londra 2017 e tre volte vincitore a Bolzano nel 2014, 2016 e 2017. Il neozelandese Zane Robertson, terzo a Bolzano nel 2014, si è classificato quinto dopo essere andato in testa nei primi due giri con un avvio molto veloce. Seguono nell’ordine di arrivo i marocchini Hicham Amghar (sesto in 29’19”) e Soufyan Bouqantar (settimo in 29’22”), già protagonisti della passata edizione. 

Il bronzo europeo dei 10000 metri di Berlino 2018 Yeman Crippa si è classificato ottavo e primo degli europei in 29’23”, tempo più veloce di due secondi rispetto al 29’25” con il quale si classificò quarto nell’edizione dell’edizione dell’anno scorso. Il ventiduenne trentino ha preceduto gli altri azzurri Yassin Bouih (dodicesimo in 30’08”) e Mohad Abdikhadar (30’10”), Ahmed El Mazoury (30’20”), Samuele Dini (30’22”), Pietro Riva (30’32”) Yassine Rachik (30’40”). 

Netsanet Gudeta (campionessa mondiale di mezza maratona a Valencia 2018 con 1h06’11”, record del mondo in una gara solo femminile) ha bissato il successo di tre anni fa alla Boclassic fermando il cronometro in 15’46” con tre secondi di vantaggio sulla vincitrice dell’edizione 2014 Janet Kisa. Il terzo posto è andato alla campionessa europea di maratona di Berlino 2018 Volha Mazouronak, che ha tagliato il traguardo in 16’08” precedendo di dodici secondi l’irlandese Clara Mageean (argento ai Mondiali under 18 del 2009 a Bressanone). Margherita Magnani si è classificata quinta in 16’37” centrando un piazzamento nella top five per la quinta volta nella sua carriera alla Boclassic. La romagnola ha preceduto le maratonete Giovanna Epis (16’40”) e Sara Dossena (16’43”). Giulia Viola è tornata dopo un lungo stop per infortunio con un nono posto in 16’57” alle spalle della bielorussa Svetlana Kudzelich (16’51”). 

La Boclassic ha fatto registrare un grande successo nella gara amatoriale Ladurner con 600 partecipanti, nella Raiffeisen Jugendcup riservata ai ragazzi e nella gara handbike. 

Articoli Correlati

The Match Europa contro Stati Uniti: Crippa terzo sui 3000m, Desalu secondo sui 200 metri
Geoffrey Kirui
Birell Prague 10 km: Chepkirui e Kosgei sotto i 30 minuti
Mo Farah
Brigid Kosgei e Mo Farah vincono la Great North Run di Newcastle
Sifan Hassan
Sifan Hassan e Noah Lyles fanno doppietta in Diamond League
Lonah Chemtai Salpeter batte il record europeo dei 10 km
Gesa Felicitas Krause, record del mondo dei 2000 siepi a Berlino