fbpx

Jairus Birech e Priscah Jeptoo stelle della Stramilano 2019

Foto organizzazione
Di: Diego Sampaolo

Jairus Birech e Priscah Jeptoo sono i nomi di spicco della 48ma edizione della Stramilano Half Marathon agonistica, che avrà luogo dalle 10.30 di Domenica 24 Marzo con partenza e arrivo in Piazza Castello.

Jairus Birech ha scelto la Stramilano per il debutto sulla mezza maratona dopo essere stato uno dei principali interpreti dei 3000 siepi a livello mondiale. L’atleta keniano fa parte di una ristretta élite di atleti in grado di infrangere la barriera degli 8 minuti sui 3000 siepi con l’eccellente 7’58”41 realizzato a Bruxelles del 2014. Sempre in questa specialità ha vinto due edizioni consecutive della Diamond League nel 2014 e nel 2015 e si è classificato quarto ai Mondiali di Pechino 2015. Negli ultimi mesi è stato il grande protagonista delle corse italiane più famose con il secondo posto alla Boclassic di Bolzano e la seconda affermazione in carriera alla Cinque Mulini di San Vittore Olona ottenuta in volata sotto la neve.

Tra gli altri protagonisti annunciati ci saranno il keniano Frederick Moranga, vincitore alla Stramilano 2017 con il personale di 1h01’20” e partente con il pettorale numero 1, e il connazionale James Kibet, primo classificato al Campaccio del 2018 e autore di un personale di 13’08”53 sui 5000 metri stabilito a Berlino nel 2017. Tra gli altri nomi da seguire vanno segnalati anche gli altri keniani Paul Tiongik  (di recente si è imposto alla Festa del Cross di Venaria Reale), James Murithi Mburugu e Joel Maina Mwangi. Nel 2016 James Wangari stabilì il record della Stramilano maschile con un eccellente 59’12” migliorando di cinque secondi il vecchio primato della gara del grande Paul Tergat, che in occasione della Stramilano 1998 realizzò il record del mondo con 59’17”.

Presentazione Stramilano 2019: i top runner

Il principale top runner italiano sarà il livornese classe 1995 Lorenzo Dini, medaglia d’argento agli Europei Under 20 dei 10000 metri di Rieti 2013 nella stessa rassegna in cui il gemello Samuele si aggiudicò il secondo posto sui 5000 metri. L’atleta toscano ora allenato dal campione olimpico di maratona di Atene 2004 Stefano Baldini ha realizzato i record personali di 28’30”01 sui 10000 metri nel 2018 a Londra e di 1h03’53” nella mezza maratona nel 2019 a Verona. Si è classificato terzo in occasione dell’ultima Festa del Cross di Venaria Reale. Gli altri protagonisti saranno Giovanni Gualdi, lo specialista della corsa in montagna Nadir Cavagna, e Ali Mahamat Hissein, atleta originario del Chad allenato da Giorgio Rondelli.

Sarà al via anche una vecchia gloria come lo spagnolo Martin Fiz, campione europeo a Helsinki 1994, oro mondale a Goteborg 1995 e quarto ai Giochi Olimpici di Atlanta 1996 nella maratona.

La gara femminile

Nella gara femminile la top runner keniana Priscah Jeptoo torna alle competizioni dopo due anni di pausa dedicati alla famiglia. Nella sua carriera Jeptoo ha conquistato due medaglie d’argento nella maratona ai Mondiali di Daegu 2011 e alle Olimpiadi di Londra 2012, due vittorie nello stesso anno nelle classiche della 42 km a Londra in 2h20’15” e a New York in 2h25’07”. Ha stabilito i suoi record personali di 2h20’14” sulla maratona a Londra nel 2012 e di 1h06’11” sulla mezza maratona a Ras Al Khaimah nel 2013. I riflettori saranno puntati sulla connazionale Lucy Wambui Murigi, vincitrice alla Stramilano nel 2014 con il record personale di 1h10’52” e vincitrice delle ultime due edizioni dei Campionati del Mondo di corsa in montagna. Wambui affronta la Stramilano come test di velocità prima di tornare a preparare le corse in montagna. Come James Kibet, Wambui difende i colori del team run2gether. Le ultime due edizioni della Stramilano femminile hanno fatto registrare le vittorie della keniana Ruth Chepngetich in 1h07’42” nel 2017 e dell’etiope Sutuma Kebede in 1h07’54”.

Presentazione Stramilano 2019: le top runner

Da seguire anche l’etiope Meleka Meseret Dinke, vincitrice alla mezza maratona di Lagos e le keniane Lenah Jerotich e Ivyne Jerotich Lagat.

La migliore italiana in gara è Elena Romagnolo, due volte finalista olimpica sui 3000 siepi a Pechino 2008 e sui 5000 metri a Londra 2012 e attuale primatista nazionale sui 3000 siepi con 9’27”48. La trentaseienne biellese è diventata mamma di Carlotta nel febbraio 2016.

Anche quest’anno Asics correrà al fianco di Stramilano in qualità di sponsor tecnico della manifestazione alla quale parteciperà un nutrito gruppo di Aics FrontRunner, la comunity di runner Asics, presente in Italia come in tutta Europa.

La Stramilano dei 50000 di 10 km prenderà il via per il quarantottesimo anno dalle 9.00 da Piazza del Duomo, mentre la Stramilanina dedicata ai bambini e alle famiglie scatterà alle 10 sempre da Piazza del Duomo.Per domenica è annunciata una bella giornata di sole primaverile con una temperatura di oltre 20°C.

 

Articoli Correlati

Jesolo Moonlight half marathon
Jesolo Moonlight Half Marathon: sabato si corre per la prevenzione contro i tumori femminili
Mattevi e Mattuzzi protagoniste ad Oderzo, Dini vince tra gli uomini
Said El Otmani
Grande prestazione di El Otmani nella Lago Maggiore Half Marathon
Mezza maratona di Praga: Kipkirui batte Salpeter nella gara femminile, tre uomini sotto l’ora
Ruth Chepngetich
Ruth Chepngetich vola in 1h05’30” alla mezza maratona di Istanbul
Lorenzo Dini
Jeptoo e Raimoi conquistano il successo alla Stramilano, Lorenzo Dini è quinto