fbpx

“Il cercatore”, la vita che riparte attraverso la corsa, nel libro di Beppe Scotti

24 Luglio, 2021
Foto: 123rf, elaborazione grafica Gianmarco Curti
Dai primi allenamenti da autodidatta alle ultra trail, dalla frustrazione per la carriera rugbistica finita alle scalate himalayane e alle adventure race. Un percorso introspettivo di crescita attraverso il running.

A quarant’anni, Beppe Scotti, brillante imprenditore del mondo “food”, si ritrova alla fine della sua carriera di rugbista. Un vuoto enorme che genera frustrazione. È in quel momento che decide di dimostrare a sé stesso che non è mai troppo tardi per un nuovo inizio. Incontra la corsa per caso e da quel giorno la sua vita cambia.

Il potere della corsa

Ne “Il cercatore”, scritto in collaborazione con Elisa Rachetti, Beppe Scotti narra di questo: del potere, anzi del miracolo che il running ha compiuto nella sua vita. 

Praticare il running diventa un percorso introspettivo di crescita: si allena da autodidatta, rivoluziona l’alimentazione, scopre nuove energie fisiche e mentali. A soli tre mesi dalla prima corsetta porta a termine una 50 km. La fatica lo affascina, così cerca di spingere il limite sempre più in là: ecco le 100 km, le ultramaratone, gli ultra trail tra deserti e montagne, le ultra cycling e le scalate himalayane. E infine le adventure race, gare-spedizioni negli angoli più sperduti del globo di cui l’autore è tra i pochissimi specialisti italiani. 

La lezione della sconfitta

Racconta anche di sconfitte e di errori, Scotti, ma sono proprio queste le tappe più importanti sulla strada del miglioramento continuo. In questo libro c’è la storia di una ricerca: dei propri limiti, di una forza interiore, di un equilibrio. E dimostra che il talento non è indispensabile per compiere un’impresa. 

Il messaggio è: da una delusione si può, anzi si deve ripartire. E se sulla tua strada trovi la corsa, i passi si fanno più veloci ed entusiasmanti.

Beppe Scotti con Elisa Rachetti, Il cercatore – La mia storia di crescita attraverso lo sport nella natura selvaggia, Ultra Sport, 250 pagine, 16,50 euro 

Articoli correlati

Fine della corsa, l’ultimo libro di Claudio Paglieri

03 Luglio, 2021

S’intitola “Fine della corsa” ed è l’ultima inchiesta dell’ispettore Luciani ideata dallo scrittore genovese Claudio Paglieri. Caccia a un podista assassino, uniche tracce i tic e le manie tipiche dei podisti. L’ultima fatica del prolifico scrittore e giornalista genovese Claudio Paglieri è “Fine della corsa” (Piemme, 2021). Scherzando si può dire che qualche anno fa […]

Benessere e performance

09 Giugno, 2021

“Il Manuale del running”, il libro scritto da Huber Rossi per la nostra casa editrice è dedicato a un nuovo approccio all’allenamento sia per cominciare sia per migliorare. Se davvero sapessimo quali e quanti meccanismi mette in moto la corsa nel nostro corpo, e quanti benefici questa “messa in moto” procura, forse saremmo ancora più […]

Il Manuale del running di Huber Rossi

02 Giugno, 2021

Il Manuale del running – Dal benessere alla performance è il libro in 224 pagine di Huber Rossi per Editoriale Sport Italia Quanto bisogna allenarsi per migliorare la salute e la performance? Quali sono le regole fondamentali per allenarsi in modo corretto? Quali sono gli strumenti di allenamento per il running? Cos’è e come si […]

L’arte di allenare

23 Aprile, 2021

Un volume nel quale Massimiliano Monteforte, tecnico nazionale ed ex azzurro di ultramaratona, offre al lettore tutto il suo bagaglio di conoscenze tecniche e scientifiche sul running  L’arte di allenare è complessa ed essere un coach vuol dire assumersi la responsabilità di stimolare la crescita di un atleta. Si tratta di una sfida enorme, simile […]