fbpx

E tu, perché vai a correre?

E tu, perché vai a correre?

In tutto il mondo occidentale il popolo dei runner (perché si chiamano così ora) ha acquisito forza e consapevolezza. La maratona è diventata la maratona, il mito da raggiungere. Quella della Grande Mela soprattutto la sfida da superare e, cosa più importante, da raccontare e fotografare. La prima domanda che ascoltiamo è: «Corri? Hai fatto la maratona di New York?». Come se parteciparvi fosse il confine invalicabile tra chi corre e chi no.

NUOVE TENDENZE

Sono aumentate in maniera esponenziale le gare e soprattutto gli eventi legati al running. La 5.30, che porta a correre all’alba migliaia di persone per la prima volta, a un orario che solo poco tempo fa era appannaggio dei pendolari e degli operatori ecologici. La The Color Run, che abbina il movimento alla gioia di imbrattarsi di colori a suon di musica e che raduna giovani e famiglie in un nuovo abbraccio di un pomeriggio arcobaleno.

La Dj Ten di Linus, che ha fatto del running una narrazione in radio facendo conoscere la bellezza di partecipare e andare. Tanti, tantissimi gli appuntamenti sempre più stravaganti e impegnativi. Tante le nuove tendenze, le corse a tappe, i trail, le prove estreme o gli andar per cantine.

Si è dilatato il movimento, non solo gare ma tanto divertimento. I puristi della vecchia scuola storcono la bocca, gli amanti del cronometro a tutti i costi, delle ripetute, del premio di categoria, a volte non accettano le nuove tendenze. È vero, lampante, che si corre in tantissimi ma si va più piano. Novello Baldini, se ci sei fatti riconoscere.

PERCHÉ SI VA Si corre per il selfie pre e post evento, per il pettorale da postare su Facebook, per l’arrivo a braccia alzate, tenendosi per mano o con al guinzaglio il nostro amico a quattro zampe, anche lui con il pettorale bene in vista. Si corre anche e soprattutto per “portare i disabili alla maratona”, per “un’amica che ha una malattia rara e insieme fare una 10 km”, “per la serenità che dà la corsa”, o “perché è una filosofia di vita”, “per dare l’esempio ai figli”.

Si corre perché correre “mi ha salvato la vita”, “per conoscere meglio se stessi e organizzare un futuro”. Si corre anche per “il rumore che fa la corsa”. “Corro perché le mie gambe erano una sedia a rotelle e ora mi sento un angelo.” “Corro perché tutti possiamo rinascere.”
Qualunque sia la vostra motivazione, correte.

Su Correre di agosto troverete le tabelle per iniziare: principianti di corsa o camminando (da pagina 43 a 46)

Articoli correlati

Mondiali Atletica, l’etiope Tola vince la maratona

17 Luglio, 2022

Vittoria e record dei Campionati Mondiali di Eugene, Oregon, per l’etiope Tamirat Tola. Con il tempo di 2:05’34”, ha preceduto il connazionale Mosinet Geremew e il belga Bashir Abdi. Il 31enne etiope Tamirat Tola ha vinto, domenica 17 luglio, la Maratona dei Mondiali di Eugene in 2:05’34”, crono che costituisce il nuovo record della manifestazione, […]

Pizzolato: frattura da stress, infortunio dei tempi moderni

La frattura da stress è un infortunio sempre più frequente tra chi corre. Così non era qualche anno fa. Orlando Pizzolato analizza le possibili cause Potrei nominare almeno venti podisti che negli ultimi mesi hanno dovuto interrompere la preparazione per un’alterazione strutturale a livello osseo, comunemente denominata come frattura da stress. Mai come in questi […]

Programmazione: impariamo a gestire il calendario gare

Per chi ha appena iniziato a correre e per l’amatore evoluto: ecco come e perché programmare il calendario gare Avete iniziato a correre da poco e i vostri amici più esperti non fanno che raccontarvi le gare cui partecipano ogni santa domenica? Siete iscritti a un gruppo sportivo e avete un calendario gare che inizia […]

Tanti buoni motivi per partecipare alla Maratona di Francoforte, appuntamento al 30 ottobre

17 Giugno, 2022

Percorso veloce e clima di festa, maratona individuale e a staffetta, prove kids e amatori trattati da top runner fanno della Mainova Frankfurt Marathon una delle manifestazioni di più alta qualità organizzativa nel mondo “Un percorso veloce”. “Un’atmosfera fantastica”. “Un finale travolgente”. Sono questi i commenti più ricorrenti pubblicati sui social dai partecipanti alle precedenti […]

News Allenamento Equipment Salute Correre