fbpx

Curare la fascite plantare

Foto: 123rf
Spesso associata alla spina calcaneare, la fascite plantare è una patologia molto comune tra chi pratica il running, ancora di più con l’avanzare dell’età. Ecco di che cosa si tratta e come va affrontata

“Fascite plantare e spina calcaneare sono patologie spesso associate e importanti da un punto di vista statistico proprio nelle infiammazioni da sovraccarico funzionale. Si è creata un poco di confusione da un punto di vista sia diagnostico sia terapeutico: vediamo di fare un po’ di ordine, analizzando il problema partendo dalle cause” esordisce il nostro esperto, Luca De Ponti.

Dove può formarsi

“La cosiddetta spina calcaneare può formarsi in corrispondenza dell’inserzione della fascia plantare sul calcagno ed è il risultato di un’infiammazione cronica da sovraccarico funzionale della porzione tendinea” prosegue De Ponti.

“Con l’avanzare del processo di cronicizzazione la sofferenza può persistere anche durante il semplice cammino, limitandolo di molto: in questi casi risulta continua e inalterata anche dopo la fase iniziale dell’esercizio” avverte De Ponti, passando poi ad analizzare le cause più comuni e gli esami raccomandati per inquadrare con precisione il tipo di sofferenza.

Richiede pazienza

“Parliamo di una patologia che richiede molta pazienza. È opportuno avere le idee chiare sull’entità del problema, che va verificato con eventuali esami strumentali”, avverte infatti De Ponti, prima di concludere l’articolo indicando alcuni accorgimenti da adottare, come l’utilizzo di un’ortesi plantare e la pratica sapiente di stretching e alcune esercitazioni eccentriche.

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Curare la fascite plantare”, di Luca De Ponti, pubblicato su Correre n. 426, aprile 2020 (in edicola a inizio mese), alle pagine 66-67.

Correre Aprile 2020

Questo mese parliamo di… Allenarsi in emergenza – L’emergenza sanitaria ha messo a dura prova anche il mondo dello sport. Come mantenere la condizione in un momento di incertezza e stop? (Giorgio Rondelli) Panorama – Scossone nel mondo del podismo romagnolo e italiano: il forte corridore marocchino Yassine Kabbouri espulso dall’Italia con un provvedimento antiterrorismo. […]

SEMPRE IN QUESTO NUMERO

Il runner a tavola: orientarsi tra le diete

Tra mode e realtà: il punto sui vari regimi nutrizionali che vengono adottati dagli sportivi (e non solo) per dimagrire “Punto primo: no alla restrizione calorica!” esordisce così il nostro esperto Luca Speciani, che poi spiega “Si perdono alcuni chilogrammi (quasi sempre di muscolo) con molti sacrifici e in pochi mesi si riprende tutto con […]

La vita del top runner durante l’epidemia

L’emergenza sanitaria ha messo a dura prova anche il mondo dello sport. Come mantenere la condizione in un momento di incertezza e stop di quasi tutte le attività?  “In piena emergenza Coronavirus, anche i top runner stanno vivendo una situazione mai affrontata: continuare ad allenarsi senza sapere però quando verrà ripresa la normale attività agonistica, […]

La corsa si è fermata, Correre no

30 Marzo, 2020

Correre di aprile entra in case trasformate in palestra, asilo, archivio, cinema o pensatoio e restituisce una delle cose di cui sentiamo più la mancanza: la normalità. Parto dalla foto che ho scelto per illustrare questa presentazione. Mi immagino così, dentro la luce, là dove finisce la mia città. Quando? Non lo so, e questo […]

Correre naturale: verso risultati più ambiziosi

Terza fase dello schema Running Mastery: con la CPP (Correre Per la Performance) “obiettivo” e “gara” assumono un nuovo significato e richiedono un impegno ancora più serio, divenendo vere e proprie priorità. Vediamo come Dopo avere parlato dell’importanza di allenarsi e dell’imparare a sfruttare la corsa per allenarsi, trattiamo ora la CPP: correre per la […]