fbpx

Il runner a tavola: orientarsi tra le diete

08 Aprile, 2020
Tra mode e realtà: il punto sui vari regimi nutrizionali che vengono adottati dagli sportivi (e non solo) per dimagrire

“Punto primo: no alla restrizione calorica!” esordisce così il nostro esperto Luca Speciani, che poi spiega “Si perdono alcuni chilogrammi (quasi sempre di muscolo) con molti sacrifici e in pochi mesi si riprende tutto con gli interessi. Sarebbe ora di bandire qualunque calcolo calorico, sia per la sua completa inutilità (non ci dice nulla sull’attitudine all’accumulo o al consumo da parte dell’organismo) sia perché il calcolo stesso è errato in partenza, derivando da una combustione all’interno di un calorimetro invece che da una digestione selettiva, come avviene nell’uomo”.

Lista delle diete dannose

Speciani articola poi il suo intervento spiegando i diversi approcci delle diete sinora “escogitate” analizzando poi fino a che punto tali regimi alimentari possano danneggiare chi pratica sport: 

– ipocaloriche o facenti uso di digiuni (Longo, 5+2, intermittenti, Lemme);

– meccaniche (sondino, gastroresezioni, palloncino);

– iperproteiche, chetogeniche o paleo (Zona, Dukan, Cordain);

– etiche (vegane, fruttariane, macrobiotiche).

Attività fisica regolare

Dopo una dissertazione dettagliata sui diversi tipi di regimi alimentari, Speciani conclude il suo intervento rinnovando l’invito all’approfondimento scientifico prima di imboccare la via di una dieta miracolosa, senza dimenticare il contributo indispensabile apportato da un’attività fisica regolare.

A corredo, il contributo di Lyda Bottino con idee e suggerimenti per nobilitare quei pasti consumati di fretta, tra ufficio e sport.

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Orientarsi tra le diete”, di Luca Speciani, pubblicato su Correre n. 426, aprile 2020 (in edicola a inizio mese), alle pagine 62-63.

Correre Aprile 2020

Questo mese parliamo di… Allenarsi in emergenza – L’emergenza sanitaria ha messo a dura prova anche il mondo dello sport. Come mantenere la condizione in un momento di incertezza e stop? (Giorgio Rondelli) Panorama – Scossone nel mondo del podismo romagnolo e italiano: il forte corridore marocchino Yassine Kabbouri espulso dall’Italia con un provvedimento antiterrorismo. […]

SEMPRE IN QUESTO NUMERO

Curare la fascite plantare

15 Aprile, 2020

Spesso associata alla spina calcaneare, la fascite plantare è una patologia molto comune tra chi pratica il running, ancora di più con l’avanzare dell’età. Ecco di che cosa si tratta e come va affrontata “Fascite plantare e spina calcaneare sono patologie spesso associate e importanti da un punto di vista statistico proprio nelle infiammazioni da […]

La vita del top runner durante l’epidemia

30 Marzo, 2020

L’emergenza sanitaria ha messo a dura prova anche il mondo dello sport. Come mantenere la condizione in un momento di incertezza e stop di quasi tutte le attività?  “In piena emergenza Coronavirus, anche i top runner stanno vivendo una situazione mai affrontata: continuare ad allenarsi senza sapere però quando verrà ripresa la normale attività agonistica, […]

La corsa si è fermata, Correre no

30 Marzo, 2020

Correre di aprile entra in case trasformate in palestra, asilo, archivio, cinema o pensatoio e restituisce una delle cose di cui sentiamo più la mancanza: la normalità. Parto dalla foto che ho scelto per illustrare questa presentazione. Mi immagino così, dentro la luce, là dove finisce la mia città. Quando? Non lo so, e questo […]

Correre naturale: verso risultati più ambiziosi

19 Marzo, 2020

Terza fase dello schema Running Mastery: con la CPP (Correre Per la Performance) “obiettivo” e “gara” assumono un nuovo significato e richiedono un impegno ancora più serio, divenendo vere e proprie priorità. Vediamo come Dopo avere parlato dell’importanza di allenarsi e dell’imparare a sfruttare la corsa per allenarsi, trattiamo ora la CPP: correre per la […]