fbpx
Lavaredo Ultra trail

Coronavirus – Annullata la Lavaredo Ultra Trail

Foto: Pierluigi Benini
Di: A cura della redazione
La quattordicesima edizione della gara italiana di trail più famosa nel mondo era in calendario da venerdì 26 a domenica 28 giugno, sul percorso ricavato su quelle montagne italiane che tutto il mondo ci invidia: le Dolomiti.

Niente Lavaredo Ultra Trail per questo 2020.

La più importante gara del trail running italiano getta la spugna: sul sito ufficiale della manifestazione, nel pomeriggio di mercoledì 25 marzo è comparsa la parola “Annullata”

Un percorso di fama mondiale

La quattordicesima edizione della gara inventata dal fiorentino Simone Brogioni era in calendario da venerdì 26 a domenica 28 giugno, sul percorso ricavato su quelle montagne italiane che tutto il mondo ci invidia: le Dolomiti. “Una bellezza incredibile, assurda” la definì Tony “Tarzan” Krupicka dopo averla vinta. Un anello che abbraccia il Cristallo, le Tofane, le Cinque Torri oltre alle Tre cime di Lavaredo (nella foto). 

Cosa rimborsa l’organizzazione?

Nel regolamento della manifestazione si trova scritto: “In caso di annullamento della gara per cause di forza maggiore, fino a 15 giorni prima dell’evento, l’Organizzazione si riserva di rimborsare una percentuale pari al 50% della quota di iscrizione pagata. Tale percentuale è giustificata dalle molteplici spese che l’Organizzazione ha già effettuato e che non può recuperare. In caso di interruzione o annullamento della gara per motivi atmosferici, o per qualsiasi altra ragione indipendente dall’Organizzazione, nessun rimborso sarà dovuto ai partecipanti.”

Articoli Correlati

Ravenna Park Race
Ravenna Park Race, quasi in mille per la corsa in regime anti-Covid 19
Franco Collé vince la SwissPeaks Trail
New York
Annullata la maratona di New York 2020
we run together
Charity – We run together: in palio anche la maglietta speciale autografata da Papa Francesco
24 ore continue di salite e discese: Luca Manfredi Negri attacca il record di up & down
Coronavirus – Dalla Norvegia un esempio di gara con le norme anti Covid-19