fbpx
Giancarlo Colombo

Zurigo: Rowbury vince i 1500 metri, Muir si aggiudica il diamante

La IAAF Diamond League ha celebrato la prima delle due finali (la seconda è in programma venerdì 9 Settembre a Bruxelles) con una grande edizione del Weltklasse di Zurigo in uno Stadio Letzigrund strapieno di fans entusiasti (25000 spettatori).

La statunitense Shannon Rowbury ha vinto un elettrizzante 1500 metri femminile in 3’57”78 precedendo di sette centesimi la britannica Laura Muir in un arrivo al cardiopalmo. Grazie al secondo posto Muir ha superato nella Diamond Race Faith Kipyegon, che si è dovuta accontentare del settimo posto in 4’01”86. Sifan Hassan si è piazzata terza in 3’58”43 precedendo il bronzo olimpico Jennifer Simpson (3’58”54) in una gara di altissimo livello con ben sette atlete sono scese sotto i 4 minuti.

In una gara in fotocopia della finale olimpica degli 800 metri Caster Semenya si è aggiudicata il successo anche senza dominare in 1’56”44 davanti a Francine Nyonsaba (1’56”76) e a Margaret Wambui (1’57”04). Nei 5000 maschili il vice campione olimpico dei 3000 siepi Evan Jager tenta la fuga insieme alla lepre Hillary Mayo ma viene raggiunto e superato nell’ultima curva da Hagos Gebrehiwet che vince in 13’14”82 aggiudicandosi il Diamond Trophy. La primatista mondiale dei 3000 siepi Ruth Jebet si è aggiudicata il successo nella Diamond Race grazie al successo al Letzigrundi in 9’07”00 davanti a Hyvin Kyeng (9’10”15).

I 200 metri femminili non hanno tradito le attese del pubblico regalando una gara alcardiopalmo vinta dalla campionessa olimpica Elaine Thompson per un centesimo su Dafne Schippers in 21”85, mentre Allyson Felix ha migliorato il record stagionale con 22”02 in terza posizione. Schippers si era già assicurata il successo nella Diamond Race.

Asafa Powell ha corso il novantottesimo 100 metri sotto i 10 secondi con 9”94 precedendo Akani Simbine e Ben Youssef Meité, secondo e terzo con 9”99. La primatista mondiale Kendra Harrison ha dominato i 100 ostacoli in 12”63. Brillante prova per Ayomide Folorunso, quinta nei 400 ostacoli in 55”69 (a 19 centesimi dal personale stabilito agli Europei di Amsterdam) nella gara vinta da Shamier Little in 53”97. Alessia Trost ha concluso il salto in alto in nona posizione con 1.90m nella gara vinta da Ruth Beitia con 1.96m. Renaud Lavillenie e Sam Kendricks hanno condiviso il primo posto nel salto con l’asta con 5.90m ma il francese ha portato a casa il settimo successo consecutivo nella Diamond Race. Lashawn Merritt ha respinto la rimonta di Bralon Taplin conquistando la vittoria sui 400 metri in 44”64 e il successo nella Diamond Race.Il Weltklasse è stato un concentrato di risultati di assoluto valore come il 17.80m di Christian Taylor nel salto triplo (record del meeting), il 22.20m di Tom Walsh e il 22.00m di Ryan Crouser nel getto del peso, il 68.44 di Sandra Perkovic nel disco femminile, l’87.28 di Jakub Vadlejch nel giavellotto maschile e il 6.95m di Brittney Reese nel salto in lungo femminile. Holly Bradshaw ha vinto il salto con l’asta alla stazione di Zurigo con 4.76m.

Articoli Correlati

Selwa Naser terza donna di sempre sui 400 metri
Brazier primo statunitense a vincere il titolo mondiale degli 800 metri, Re vince la batteria dei 400 metri
Sara Dossena
Dossena, ecco cosa è successo a Doha
Shelly Ann Fraser Pryce vince il quarto oro iridato sui 100 metri
Filippo Tortu
Doha 2019: Crippa eliminato nelle batterie dei 5000 metri 
Livigno: la nuova pista hi-tech pronta ad affrontare il futuro dell’atletica