fbpx
Getty Images

Iaaf: comincia l’era di Sebastian Coe

Sebastian Coe è stato eletto nuovo Presidente della IAAF. Il due volte campione olimpico dei 1500 metri di Mosca 1980 e Los Angeles 1984 e detentore per 16 anni del record del mondo degli 800 metri ha battuto il 35 volte primatista mondiale e sei volte campione mondiale del salto con l’asta Sergey Bubka per 115 voti a 92 nel corso del Congresso della IAAF di Pechino a tre giorni dall’apertura della quindicesima edizione dei Campionati del Mondo al Bird’s Nest.

Un britannico torna a dirigere la IAAF dopo Lord Burghley. Il grande campione del mezzofondo degli anni 80 sarà il sesto presidente in 103 anni di storia della IAAF. Coe, che ha guidato il Comitato Organizzatore dei Giochi Olimpici di Londra 2012, succede dopo 16 anni all’82enne senegalese Lamine Diack.

“E’ un giorno straordinario per me. Sono molto onorato. E’ il giorno più emozionante della mia vita dopo quello in cui sono nati i miei figli” ha commentato Coe subito dopo l’elezione.
“Sono convinto che l’atletica abbia fondamenta forti. E’ il numero uno degli sport mondiali. Lavorerò per rendere le fondamenta ancora più forti. Dovremo impegnarci per trovare il modo migliore per tenere legate a noi le giovani generazioni, realizzando un’atletica che sia più vicina ai loro gusti. Vogliamo rendere più attraente il prodotto dell’atletica”.

Tra i progetti del 58enne Coe, che avrà come vice presidenti Sergey Bubka e Alberto Juantorena oltre a Al Ahmad Dahlan e Malboum Kalkaba, ci sono la lotta al doping, la riforma del calendario internazionale, il miglioramento della qualità del circuito della Diamond League, l’allargamento della partecipazione giovanile a livello mondiale, la creazione di un circuito di eventi di atletica nel centro delle città per portare l’atletica al di fuori degli stadi e il programma di sostegno economico delle federazioni nazionali affiliate alla IAAF.

Nel giorno delle elezioni l’italiana Anna Riccardi è stata confermata nel Council della IAAF. Maurizio Damilano è stato confermato alla guida del Comitato della marcia, mentre il fiduciario nazionale del GGG Luca Verrascina entra a far parte del Comitato Tecnico.

Articoli Correlati

Gaia Sabbatini Campionati Italiani Juniores Grosseto
Campionati Italiani Juniores e Promesse di Grosseto: ecco com’è andata
Crippa Golden Gala
Al Golden Gala il terzo record italiano di Crippa: 3.000 metri in 7’38”27
Luminosa Bogliolo
Palio della Quercia: ottimi 800, Bogliolo vince i 100 ostacoli
Jacob Kiplimo
Ostrava, Kiplimo batte il record del meeting di Shaheen con 12’48”63
Crippa sfiora il primato italiano del miglio con 3’52”08
Laura Muir all' Istaf Berlino
Cheruiyot batte ancora Ingebrigtsen sui 1500 metri a Stoccolma