fbpx
Peres Jepchirchir

Praga, Peres Jepchirchir demolisce il primato mondiale della mezza maratona in una gara solo femminile

Foto: RunCzech
Di: Diego Sampaolo
La ventiseienne keniana realizza il nuovo record mondiale della mezza maratona in una gara “women-only” con 1h05’34”. Il precedente primato era dell’etiope Netsanet Gudeta. “Speravo di correre in 1h04’50” ma sono felice“, ha dichiarato Jepchirchir.

Peres Jepchirchir ha demolito il primato mondiale della mezza maratona per una gara solo femminile senza pacemaker maschili fermando il cronometro in 1h05’34” alla mezza maratona di Praga organizzata da Run Czech presieduta da Carlo Capalbo. La ventiseienne keniana ha battuto il precedente primato in una gara “women-only” stabilito dall’etiope Netsanet Gudeta (1h06’11”) in occasione della vittoria ai Mondiali di mezza maratona di Valencia 2018. 

Jepchirchir ha staccato le avversarie dopo 20 minuti di gara ed è transitata al 10 km in 30’32”. Nonostante un leggero rallentamento nei chilometri finali Jepchirchir ha stabilito il secondo primato mondiale della sua carriera dopo quello realizzato alla mezza maratona di Ras Al Khaimah nel 2017 con 1h05’06” in una gara mista. Quel primato durò solo due mesi perché è stato battuto successivamente da Joyciline Jepkosgei. Il primato mondiale in una gara mista è detenuto attualmente dall’etiope Yeshaneh Ababel. 

Jepchirchir ha vinto la medaglia d’oro ai Campionati del mondo di mezza maratona nel 2016 a Cardiff. Nel 2017 si è presa una pausa per diventare mamma ed è tornata nel 2019 con la vittoria alla mezza maratona di Lisbona in 1h06’54”. 

“Speravo di correre in 1h04’50” ma sono felice. Negli ultimi 5 km ero davvero stanca. Il mio piano era correre forte perché sapevo di essere in forma”, ha affermato Jepchirchir. 

Brenda Jepleting si è classificata seconda in 1h07’07” davanti all’altra keniana Dorcas Kimeli (1h07’14”). 

La gara maschile partita alle 8 del mattino ha visto il successo di Kibiwott Kandie in un eccellente 58’38”. Kandie ha corso da solo per gran parte della gara dopo aver staccato gli avversari dopo 10 km. La prestazione di Kandie si colloca al sesto posto delle liste mondiali all-time. Lo scorso Febbraio si è imposto a Ras Al Khaimah in 58’58” solo sei giorni dopo la vittoria ai Campionati keniani di cross. 

“E’ stato difficile correre da solo per gran parte della gara”, ha affermato al traguardo Kandie. 

Philemon Kiplimo Kimaiyo si è classificato secondo in 59’56” davanti a Benson Kipruto (1h00’06). 

L’evento Prague 21.1 km aperta soltanto ad atleti élite si è svolto su un percorso all’interno del Parco Letna con partenza alle 6.20 di Sabato mattina.

“La pandemia non ha permesso ai grandi atleti di competere nelle gare in giro per il mondo. Ci ha tolto la possibilità di apprezzare le grandi performance sportive alle quali eravamo abituati. Noi abbiamo voluto trovare un modo di organizzare qualcosa di spettacolare per tutti”, ha affermato il Presidente di Run Czech Carlo Capalbo. 

Articoli Correlati

Più forti su strada che su pista
Galen Rupp
Rupp vince la mezza maratona dell’Oregon in 1h00’23”
I test da campo
Firenze marathon
Firenze marathon: domenica 29 novembre si correrà la Conad Green Half Marathon
Primati del mondo di Cheptegei e Gidey nella notte dei record di Valencia
Valeria Straneo
Rientro vincente per Valeria Straneo, primo posto nella mezza maratona di Monza