New York: vincono Hellen Obiri e Tamirat Tola

New York: vincono Hellen Obiri e Tamirat Tola

05 Novembre, 2023
Foto: Jane Monti / RRW

Record della gara per l’etiope Tamirat Tola (2:04’56”) e spettacolare finale per la keniana Hellen Obiri (2:27’20”), che solo in ultimo riesce a staccare l’etiope Letensebet Gidey. Iliass Aouani: settimo in 2:10’54”.

La New York City Marathon incorona l’etiope Tamirat Tola, già campione del mondo di maratona a Eugene 2022, primo in Central Park in 2:04’58”, record del percorso (precedente: 2:05’06”, Geoffrey Mutai, KEN, 2011). 

La selezione decisiva è cominciata al 25° chilometro (passaggio: 1:14’15”), quando sul Queensboro Bridge in tre restano al comando: Tamirat Tola (ETH), Albert Korir (KEN) e Jemal Yimer (ETH). È Tola, poi, a pigiare ancora sull’acceleratore prima del trentesimo mille, liberandosi dapprima di Korir e poi del connazionale Yimer, che poi, nel finale cede vistosamente lasciando le posizioni da podio a Korir, secondo in 2:06’57” (vincitore qui a New York nel 2021) e Shura Kitata (ETH), terzo in 2h07’11”.

Rimasto sempre nei primi dieci, con parziali che lo rilevavano a volte sesto e a volte nono, Iliass Aouani ha chiuso in settima posizione in 2:10’54”, inaugurando così con un ottimo risultato la nuova pagina tecnica, che lo vede seguito da Giuseppe Giambrone al Tuscany Camp di San Rocco a Pilli (SI) dopo il lungo e proficuo tandem con Massimo Magnani.

La gara delle donne – Hellen Obiri: doppia vittoria Boston-New York

All’insegna dell’attesa è stata invece, e a lungo, la prova femminile, caratterizzata nella prima parte dalla condotta tutta all’attacco della statunitense Kellyn Taylor, che per coraggio ha ricordato l’analogo assolo di Sara Dossena nel 2017, quando rimase a lungo da sola al comando ed era al debutto sui 42,195 km. Al 35° chilometro comincia la selezione che porta al comando un tris di eccellenze, composto da Viola Cheptoo, Hellen Obiri e Letensebet Gidey, raggiunte poco dopo dalla vincitrice 2022, Sharon Lockedi e dall’ex primatista mondiale, Brigid Kosgei. 

Sarà Hellen Obiri, dall’azione apparentemente scomposta, caracollante, ma energica, a operare la decisiva accelerazione all’ingresso in Central Park, causando il distacco di Cheptoo e Kosgei prima di incrementare ulteriormente per accumulare metri di vantaggio definitivi anche su Letensebet Gidey e Sharon Lockedi. Tempi delle prime tre: 2:27’23” (Obiri), 2:27’29” (Gidey) e 2:27’33” (Lockedi).

Di Hellen Obiri ricordiamo i due titoli mondiali sui 5.000 m a Londra 2017 e Doha 2019. In maratona aveva debuttato proprio a New York lo scorso anno, quando fu sesta in 2:25’49” prima di vincere quest’anno a Boston in 2:21’38”. La keniana firma così la diciassettesima “double win”, l’impresa di vincere nello stesso anno due delle tre “Major” che si svolgono sul territorio degli Stati Uniti d’America: Boston in primavera e Chicago o New York in autunno. Una lista di nomi prestigiosi, che da soli raccontano tanto della storia mondiale della maratona.

A proposito dei primi

Oltre al già citato titolo mondiale in maratona conquistato a Eugene 2022, Tamirat Tola ha ottenuto la medaglia di bronzo sui 10.000 m ai Giochi olimpici di Rio de Janeiro 2016 e quella d’argento in maratona ai Mondiali di Londra 2017. La vittoria a New York è stata la prima affermazione della sua carriera in una World Marathon Major. 

Per Albert Korir, che ha tagliato il traguardo in seconda posizione, 2:06’57” rappresenta il primato personale (precedente: 2:08’03”). Shura Kitata, terzo in 2:07’11”, è il vincitore alla maratona di Londra 2020. L’olandese Abdi Nageeye, quarto e primo degli europei in 2:10’21”, è stato vice campione olimpico a Tokyo 2021 ed è diventato primatista nazionale con il 2:04’56” ottenuto a Rotterdam nel 2022. Molta Europa alle sue immediate spalle, dove si sono piazzati il belga Koen Naert (2:10’21”) e il vice campione mondiale ed europeo Maru Teferi (2:10’28”).

Iliass Aouani
Foto: Francesca Grana/FIDAL

Il primatista italiano Iliass Aouani ha tagliato il traguardo al settimo posto e al quarto tra gli europei in 2:10’54” nonostante i crampi nei chilometri finali ottenendo il miglior piazzamento in carriera in maratona dopo il decimo posto alla Maratona di Milano in 2:08’34” (miglior tempo di sempre per un atleta italiano al debutto sulla distanza). Aouani è transitato al 5 km in 15’29”, al 10 km in 30’40”, al 15 km in 45’29”, al 20 km in 1h00’27”, alla mezza maratona in 1h03’51”, al 25 km in 1h16’20”, al 30 km in 1h31’48”, al 35 km in 1h47’43” e al 40 km in 2h03’58”. Per la terza edizione consecutiva della maratona di New York un atleta italiano è entrato nella top ten dopo il terzo posto di Eyob Faniel nel 2021 e l’ottavo posto di Daniele Meucci nel 2022. (Diego Sampaolo)

Boston + New York / Chicago – Due vittorie in un anno

1972 (D) Nina Kuscsik (USA), Boston+New York

1977 (D) Miki Gorman (USA), Boston+New York

1978 (U) Bill Rodgers (USA), Boston+New York

1979 (U) Bill Rodgers (USA), Boston+New York

1981 (D) Allison Roe (NZL), Boston+New York

1982 (U) Alberto Salazar (USA), Boston+New York

1986 (D) Ingrid Kristiansen (NOR), Boston+Chicago

1989 (D) Ingrid Kristiansen (NOR), Boston+New York

1999 (U) Joseph Chebet (KEN), Boston+New York

2000 (D) Catherine Ndereba (KEN), Boston+Chicago

2001 (D) Catherine Ndereba (KEN), Boston+Chicago

2002 (U) Rodgers Rop (KEN), Boston+New York

2003 (D) Svetlana Zakharova (RUS), Boston+Chicago

2011 (U) Geoffrey Mutai (KEN), Boston+New York

2013 (D) Rita Jeptoo (KEN), Boston+Chicago

2022 (U) Evans Chebet (KEN), Boston+New York

2023 (D) Hellen Obiri (KEN), Boston+New York

ON THE ROAD: Gli altri risultati del weekend

Articoli correlati

Verso Venicemarathon: le tabelle della seconda settimana

Benvenuto al programma in 15 settimane, gratuito e rivolto a tutti, ideato dagli organizzatori della Maratona di Venezia in collaborazione con la nostra rivista. Qui di settimana in settimana, troverai le tabelle in preparazione dell’appuntamento di domenica 27 ottobre. Training to Wizz Air Venicemarathon è il programma che ti accompagna passo dopo passo verso il […]

La sfida di Roma: numero chiuso a 30.000

19 Luglio, 2024

Per la prima volta in una maratona italiana è stato fissato un numero chiuso a 30.000 iscritti. A pari periodo (luglio 2023-luglio 2024) il numero delle iscrizioni è già raddoppiato per la 30esima edizione del 16 marzo 2025, anno giubilare. Raddoppiano le giornate di sport: Fun Run 5km anticipata al sabato mattina 15 marzo L’obiettivo […]

Il ritorno di Alex Schwazer

18 Luglio, 2024

Un ritorno-addio, quello del marciatore altoatesino che domenica 7 luglio ha concluso gli 8 anni di squalifica. Ad Arco (TN), in una gara omologata Fidal sui 20 km di marcia. Gli 8 anni di squalifica sono finiti domenica 7 luglio. Troppo tardi per provare a ottenere lo standard di partecipazione per i Giochi olimpici di […]

Sport e solidarietà al 34° Trofeo Sempione

14 Luglio, 2024

Con oltre 1200 atleti al via, il 34° Trofeo Sempione si è confermato una festa dello sport per tutti, unendo competizione e solidarietà. Nella 10km competitiva vince il triatleta comasco Loreno Caspani, in campo femminile Milena Adelaide Muro. Il Parco Sempione e l’Arena Civica Gianni Brera sono stati il palcoscenico di un evento memorabile che […]