fbpx

Nadir Maguet, nuovo record al Gran Paradiso

Nadir Maguet, nuovo record al Gran Paradiso

14 Luglio, 2020
Foto Stefano Jeantet

Partito insieme a Daniel Antonioli, Nadir Maguet ha migliorato la prestazione di Ettore Champrétavy che resisteva dal 1995

Gran Paradiso, una sfida per due: Nadir Maguet e Daniel Antonioli, alpini in forza al Centro Sportivo Esercito hanno attaccato lo storico primato di Ettore Champrétavy al Gran Paradiso.

A spuntarla in 2h02’32” (1h29 in vetta), con il nuovo record di salita e discesa è stato Nadir Maguet. L’altro alpino ha invece stoppato il cronometro sul tempo di 2h10’32”. Mica male se si pensa che i due sono partiti dalla frazione Pont di Valsavarenche (1960 mslm), hanno risalito sentieri, pietraie, ripide pareti e la parte sommitale di ghiacciaio, sino a toccare i 4061mslm della vetta. Da lì, giù a rotta di collo in una e vera corsa contro il tempo.

Il loro obiettivo? Provare a migliorare il precedente storico primato di 2h21’36” (1h43’22” il tempo di ascesa) risalente al 1995. Un record per nulla scontato vista la caratura del personaggio ritenuto a suon di risultati uno dei migliori specialisti dell’epoca oltre che un grande conoscitore della “Granta Parei” come la definiscono i local in patuano.

A suo tempo Champrétavy aveva invece battuto il record di Valerio Bertoglio, guardaparco di Ceresole Reale con un passato da atleta, che il 6 agosto 1991 fermò il cronometro sul tempo di 2h32’6” (1h50’il tempo di salita).

Nadir Maguet scialpinista valdostano, Daniel Antonioli lecchese e triatleta degli sport invernali in questa estate che si preannuncia senza gare, hanno pensato di sfidarsi su un banco di prova tra i più spettacolari e impegnativi: il Gran Paradiso, la terza vetta più alta tra quelle situate completamente sul territorio italiano.

Dopo essersi confrontati con Ettore Champrétavy, che non ha lesinato loro preziosi consigli, alle prime luci dell’alba i due alpini sono partiti da Valsavarenche per attaccare i 2.101 metri di tecnicissima ascesa che li ha portati a toccare i 4061m della vetta. Un compito non facile tenendo conto dei parziali fatti registrare da Champrétavy nel ’95.

Lo stesso Champrétavy, si è unito al personale della Sezione Militare di Alta Montagna e ad altro personale tecnico del Centro Sportivo Esercito e dell’ambiente, per creare una cornice di sicurezza lungo il percorso permettendo agli atleti di compiere l’ascesa e la discesa in completa autonomia e in piena sicurezza seppur con limitato materiale alpinistico al seguito.

Un record certificato del sistema GPS Live Tracking di Wedosport, che unito al cronometraggio classico della Federazione Italiana Skyrunning ha permesso di monitorare la performance in tempo reale attraverso la pagina TraiLive e intermedi certificati lungo il percorso.

Articoli correlati

Come affrontare una gara di trail running: consigli e strategie

Se vogliamo capire come affrontare una gara di trail running liberiamoci subito dall’ossessione della velocità al chilometro: parliamo di trail, non di drittoni in pianura. Capiamo piuttosto come equipaggiarci, come rifocillarci e come affrontare salite e discese. Un sorpasso non azzardato fa la differenza, qualche secondo in meno no. Riferimenti spazio-temporali e certezze numeriche: scordateveli […]

Trail running, tutto quello che devi sapere

La possibilità di effettuare attività fisica immersi nella natura attira ormai moltissimi runner, ma anche sportivi di altre discipline, tutti desiderosi di vivere un’esperienza unica: il trail running. Rispetto alle gare su strada nel trail i ritmi diventano meno importanti e durante il percorso vengono alternate fasi di cammino e di corsa, in base al […]

Esauriti i pettorali per il 6° CMP Venice Night

18 Febbraio, 2022

Il city trail in programma sabato 9 aprile a Venezia è già sold out Il 6° CMP Venice Night Trail è un evento sold out: già esauriti i 5.000 pettorali messi a disposizione dall’organizzazione. Chiuse quindi le iscrizioni alla sesta edizione del city trail notturno in programma a Venezia nella serata di sabato 9 aprile e organizzato da Venicemarathon, con il patrocinio del Comune di Venezia, dell’Autorità di […]

Salomon Running Milano sotto la pioggia

26 Settembre, 2021

Sotto un violento temporale si è corsa la Salomon Running Milano, nella PwC Top Cup 21 km vincitori Manuel Molteni e Benedetta Broggi che hanno anche vinto il Campionato Regionale Lombardo Fidal Trail E’ stato trail vero sui sentieri e nelle asperità della Salomon Running Milano che si è disputato questa mattina con partenza e arrivo dal Parco CityLife. […]

News Allenamento Equipment Salute Correre