Le medaglie olimpiche dei master

Le medaglie olimpiche dei master

09 Agosto, 2021
Foto: Giancarlo Colombo
Nonostante i Giochi olimpici siano, di natura, un “inno alla gioventù”, non sono mancate vittorie e piazzamenti sul podio di atleti “over 35”. Vediamoli nel dettaglio

La longevità degli atleti non è più una novità, da quando l’inglese Linford Christie a 32 anni vinse i 100 m piani ai Giochi di Barcellona 1992 e venne soprannominato “il nonno del vento”, visto che “il figlio del vento” era Carl Lewis, comunque di un solo anno più giovane.    

Tuttavia, anche ai Giochi di Tokyo abbiamo visto in azione alcune eccellenze over 35, atleti che quindi potrebbero già gareggiare tra i Master, cioè gli sportivi che competono con concorrenti di pari età, raggruppati in categorie di 5 in 5 anni (master 35, 40, etc.). Vediamo i casi più clamorosi. 

45 anni – È questa l’età del portoghese Joao Vaira (nato il 20.02.1976), 5° nella 50 km di marcia. 

40 anni – Nella maratona olimpica maschile, invece, va segnalato il quinto posto del quasi 40enne di passaporto spagnolo Ayad Lamdassem, nato l’11 ottobre 1981, e anche l’ottava posizione del 35enne americano Galen Rupp (08.05.1986).

37 anni – La pesista neozelandese Valerie Adams (06.10.1984), già campionessa olimpica nel 2008 e 2012 e argento nel 2016, ha recuperato la forma per agguantare a Tokyo la medaglia di bronzo grazie a un lancio di 19,62 m.

Foto: Colombo

36 anni – Il 3 agosto la polacca Anita Wlodarczyk (nata il 08.08.1985), a cinque giorni dal 36° compleanno, ha conquistato il terzo titolo consecutivo nel lancio del martello con la misura di 78,48 m (ovviamente nuovo record mondiale W35!). Per lei, primatista mondiale assoluta con 82,98 m e vincitrice anche di 4 titoli mondiali, è stata l’ulteriore conferma di essere la più grande specialista della storia nel lancio del martello femminile. 

36 anniEliud Kipchoge (05.11.1984), primatista del mondo di maratona (2:01’39”), si è riconfermato campione olimpico dopo la vittoria nel 2016 a Rio de Janeiro;

35 anni – Il quattrocentista Isaak Makwala (24.09.1985) è giunto 7° nella finale individuale e poi è stato il pilastro fondamentale della medaglia d’argento conquistata dal Botswana nella 4×400. Isaak quest’anno ha già stabilito il record mondiale M35 con 44”47.  

Foto: Colombo
35 anni, il fenomeno Felix 

Allyson Felix (18.11.1985), il 6 agosto, con una determinazione fuori dal comune, ha recuperato il terzo posto e la medaglia di bronzo nei 400 metri, con il tempo di 49”46 (nuovo record mondiale W35). Il giorno dopo Allyson è scesa ancora in pista con la 4×400 USA vincitrice dell’oro con un tempo non lontano dal record del mondo. La Felix è diventata così l’atleta più medagliata della storia dell’atletica olimpica, con un totale di 11 medaglie, meglio di Carl Lewis “fermo” (si fa per dire!) a quota 10. Proviamo a elencare le sue medaglie: 2004 2ª nei 200 m; 2008 2ª nei 200 m e 1ª nella 4×400; 2012 1ª nei 200 m e nelle due staffette 4×100 e 4×400; 2016 2ª nei 200 m e 1ª nelle due staffette 4×100 e 4×400; 2021 3ª nei 400 m e 1ª nella 4×400.

Longevi no-stadia 

In chiave over-35 va poi sottolineato il grande numero di iscritti nelle prove su strada: ben 25 nella maratona maschile; 20 nella maratona femminile; 5 nella 20 km e 18 nella 50 km di marcia maschile; 8 nella 20 km di marcia femminile. 

Articoli correlati

800 metri indoor: è record italiano per Tecuceanu

23 Febbraio, 2024

A Madrid Catalin Tecuceanu vince gli 800 metri in 1’45”00 migliorando lo storico record di Giuseppe D’Urso (1’45’44 / 1993), che resisteva da 31 anni. Buone anche la parallela prova di Eloisa Coiro, che chiude gli 800 in seconda posizione in 2’01”50 (primato personale indoor), e di Ludovica Cavalli, terza italiana di sempre nei 1.500 […]

Meslek colpisce ancora: altro record sui 1.500 metri

07 Febbraio, 2024

Con 3’35”63 Ossama Meslek migliora il già suo record italiano dei 1.500 metri nel meeting di Torun, caratterizzato anche dall’ulteriore primato italiano di Zaynab Dosso (7”02 nei 60 metri piani) e dal miglioramento di Andy Diaz (17,65 m nel salto triplo), sempre più capolista stagionale. Bravi anche Lorenzo Simonelli e Catalin Tecuceanu. La sfida prosegue […]

Super indoor per l’Italia: quanti record in un weekend!

04 Febbraio, 2024

Dopo i 4 record del fine settimana precedente, ecco il primato europeo indoor under 20 di Mattia Furlani nel salto in lungo (8,08 m) e i primati italiani indoor di Pietro Arese (3.000 m/7’38”42), Ossama Meslek (1.500 m/3’36”04) ed Elisa Molinarolo (Asta / 4,63 m), oltre alla miglior prestazione mondiale stagionale saltata due volte nella […]

Super Ingebrigtsen a Bruxelles

09 Settembre, 2023

L’asso norvegese stabilisce il record mondiale dei 2.000 metri con 4’43”13 migliorando dopo 24 anni il limite del grande Hicham El Guerrouj (4’44″79). Ayomide Folorunso (quinta) centra la qualificazione per le finali di Eugene, Tortu (sesto) corre i 200 m in 20”30, Derkach è quarta nel triplo con 14,17 m  Al “Memorial Ivo Van Damme” […]