Laura Gotti andrà agli Europei: “Emozionata, ma rimango con i piedi per terra”

Foto La Presse/Milano Marathon

Sono emozionata, ma rimango con i piedi per terra. Finché non arriverà il giorno non realizzerò benissimo.. Ciò che ho realizzato è che dovrò riprendere gli allenamenti duri…a volte si piange, si ride, si scherza però alla fine ci si diverte ed è questo l’importante.”
Parole di Laura Gotti, 26enne bresciana, mentre annuncia a Radio 24 nel programma Personal best di Silvio Lorenzi e Ivana Di Martino la convocazione ai prossimi Campionati Europei di atletica leggera che si svolgeranno a Berlino dal 6 al 12 agosto. In quell’occasione occasione Laura Gotti vestirà la maglia azzurra per difendere i nostri colori  sulla distanza della maratona.

La sua storia è quella di una parrucchiera che negli ultimi anni ha scoperto la passione per la corsa e la sua capacità innata di correre ai livelli delle atlete professioniste. Dopo essersi aggiudicata, nel 2017, il titolo italiano sulla 50km e aver conquistato il secondo posto alla 100km del Passatore, lo scorso 8 aprile, si è fatta notare in modo definitivo alla Milano Marathon, dove ha bloccato il cronometro su un sorprendente 2:33’20’’. Tempo che le ha regalato la maglia azzurra per la maratona del prossimo europeo berlinese.

Grazie al risultato ottenuto al Passatore, Laura Gotti si era già conquistata un posto in squadra per i Mondiali della 100 km di fine stagione. Un risultato però, più di altri l’hanno fatta conoscere al pubblico: al Trail Terre di Siena di quest’inverno ha battuto tutti, maschi compresi.

Traguardi ragguardevoli, raggiunti districandosi tra sveglie all’alba, lavoro e famiglia. La sua storia sorprende per la naturalezza di come certi obiettivi vengono raggiunti, tra impegno, sacrificio e una naturale predisposizione alle corse di lunga distanza.

Articoli Correlati

Stefano Baldini lascia la Fidal
Muir, Hassan e Krause dominano il mezzofondo nell’ultima giornata di Berlino 2018
Oro, argento e bronzo: esulta l’Italia della maratona!
Berlino 2018: Yeman Crippa e Gimbo Tamberi ai piedi del podio
Berlino 2018: Jakob Ingebrigtsen trionfa sui 1500 metri a 17 anni
Berlino2018: Chiappinelli e Crippa amici di bronzo