fbpx

Jacobs vola in 10″03: “E adesso voglio il record italiano”

Foto Passerini
Di: Diego Sampaolo

Marcell Jacobs ha sfiorato per 4 centesimi di secondo il record italiano dei 100 metri di Filippo Tortu fermando il cronometro in un eccellente 10”03 in occasione della trentatreesima edizione del Meeting Città di Padova allo Stadio Daciano Colbacchini. Jacobs ha preceduto il giapponese Yuki Koike (10”11) e il britannico Adam Gemili (10”12). Jacobs ha battuto anche il record del meeting detenuto dallo sprinter del Qatar Femi Ogunode con 10”07 dall’edizione 2015.

Il ventiquattrenne sprinter azzurro è il terzo sprinter italiano più veloce della storia dopo il primatista nazionale Filippo Tortu (9”99) e Pietro Mennea (10”01). Il velocista e saltatore in lungo allenato da Paolo Camossi ha demolito di cinque centesimi di secondo il record personale di 10.08 realizzato lo scorso anno a Savona.

Sono contento perché la strada è quella giusta e la forma è in crescendo, ma sicuramente posso limare ancora qualcosa – ha commentato Jacobs dopo la gara – Ogni volta un primato stagionale, adesso il personale, per avvicinarmi a quello che ormai è un obiettivo, non solo il muro dei dieci secondi ma anche il record italiano”.

Nijel Amos sotto i 45 secondi sui 400 metri

Il vice campione olimpico degli 800 metri di Londra 2012 Nijel Amos è sceso per la prima volta sotto i 45 secondi sui 400 metri con 44”99 nella prima serie pochi giorni il formidabile 1’41”89 realizzato a Montecarlo. Nella seconda serie il ventenne nigeriano Emmanuel Bamidele è andato ancora più forte migliorando il record del meeting con 44”78.

Sum bissa il successo di Lignano sugli 800 metri

La campionessa mondiale di Mosca 2013 Eunice Sum ha bissato il successo di settimana scorsa a Lignano Sabbiadoro vincendo gli 800 metri femminili in 2’00”99. Joyce Mattagliano ha migliorato di quasi mezzo secondo il personale con 2’03”17 precedendo Yusneysi Santiusti (2’03”50).

Terzo successo a Padova per Shelly Ann Fraser Pryce

La due volte campionessa olimpica dei 100 metri Shelly Ann Fraser Pryce ha vinto per la terza volta al meeting di Padova in 11”00 sfiorando di due centesimi di secondo il suo record della manifestazione stabilito nel 2015.

Record del meeting nei 100 ostacoli femminili della giamaicana Megan Tapper, che si è imposta in 12”66 davanti alla statunitense Tiffani McReynolds (seconda con il personale di 12”72), Pedrya Seymour (12”82) e la portoricana Jasmine Camacho Quinn (12”86). Luminosa Bogliolo ha realizzato un altro grande tempo con 12”80 con vento a favore oltre la norma di +2.4 m/s nella batteria alle spalle di McReynolds (12”72). Giulia Pennella ha corso la finale in 13”21 dopo essersi messa in luce in 13”05 con vento a favore oltre la norma nella batteria.

Il brasiliano Aldemir Gomes Da Silva ha fermato il crono in un buon 20”25 battendo il record del meeting dei 200 metri detenuto dal 1995 dal grande Frankie Fredericks. Il finalista europeo di Berlino 2018 Eseosa Fausto Desalu ha fatto registrare il quinto posto con 20”66.

Hassane Fofana ha sfiorato il suo miglior crono sui 110 ostacoli con 13”46 con vento oltre la norma di +2.3 m/s classificandosi secondo a quattro centesimi dallo statunitense Freddie Crittenden.

 

Articoli Correlati

Assoluti Bressanone: doppietta di Marta Zenoni, Stefano Sottile vola a 2,33
Cinque ori e undici medaglie per l’Italia agli Europei Under 20 di Boras
Yeman Crippa sempre più vicino al record di Antibo
Pista atletica
Diamond League: strepitoso Cheruyot a Losanna
Genzebe Dibaba
IAAF Diamond League: Dibaba batte Hassan in un fantastico 1500 metri a Rabat
Filippo Tortu
IAAF Diamond League: Tortu quarto nei 100 metri a Oslo