Il giro del monte Bianco in meno di 15:41′: sabato 21 giugno va in scena l’Asics Outrun the sun

Sabato 21 giugno è il solstizio d’estate. Nel nostro emisfero boreale questa data corrisponde alla notte più corta e, di conseguenza, al maggior numero di ore di luce. Nella zona del monte Bianco, il sole, dall’alba al tramonto, splende per 15 ore e 41 minuti. Sarà questo il tempo massimo per tentare l’impresa denominata Outrun the sun: due team di trail runner dell’Asics avranno, appunto, 15:41’ per correre attorno alla cima più alta d’Europa prima che il sole tramonti. Correndo in staffetta, dovranno coprire 162 km distribuiti sul territorio di tre stati diversi, con un dislivello totale di 9.450 m.

Laurent Ardito, direttore di gara, sintetizza così il senso della sfida: «I due team faranno il giro del monte Bianco seguendo un sentiero molto conosciuto. Per completare il percorso occorrono, di solito, sette giorni. Il sole ci concederà 15 ore e 41 minuti. Da anni Asics è alla ricerca di un progetto in grado di riflettere ed esprimere l’identità del marchio e la nostra idea di performance.».

Ecco le frazioni della staffetta

1ª frazione:  da Chamonix (FR) a Notre Dame de la Gorges (Fr)

Distanza: 28,6 km

Altimetria 1.475 m D+ e 1.300 m D-

Tracciato: il percorso attacca a ritmo elevato su un sentiero leggermente ondulato. Dopo 10 km il terreno diventa più difficile, con una ripida salita verso il Col du Tricot. Una valle insidiosa, con ghiaccio e rocce pericolanti, ma capace di offrire vedute spettacolari del ghiacciaio.

2ª frazione: da Notre Dame de la Gorges (Fr) a Courmayeur (It)

Distanza: 46,4 km

Altimetria: 2.667 m D+ e 2.699 D-

Tracciato: un terreno molto tecnico, sul quale i runner dovranno scalare e ridiscendere tre passi d’alta quota. Le due principali attrazioni sono il Col de Bonhomme, un passo nevoso tra due cime molto elevate, e il Col de la Seigne, con una vista spettacolare sulla vallata. La frazione termina con una tortuosa discesa di 1.500 m verso Courmayeur.

3ª frazione: Courmayeur (It) – Champeix (Ch)

Distanza: 44,1 km

Altimetria: 2.659 D+ D-

Tracciato: si comincia con un sentiero semplice, che si tramuta rapidamente in una terribile salita di 5 km verso due passi d’alta quota. Il primo è il Col de Sapin, seguito da una breve discesa, per poi risalire verso il punto più alto della gara, il Grand Col Ferret, a 2.537 m di quota. La tappa si conclude con una lunga e veloce discesa verso il meraviglioso lago di Champeix.

4ª frazione: Champeix (Ch) – Chamonix (Fr)

Distanza: 43 km

Dislivello: 2.420 D+ e 2.850 D-

Tracciato: Si comincia con una dura salita verso il Col de Bovine. Da qui si passa sul versante svizzero a Forclaz, per poi affrontare una ripida e difficile discesa verso Vallorcine. Il tratto conclusivo verso Chamonix attraversa una pericolosa salita rocciosa verso La tete aux vents, per terminare con uno splendido scorcio del Monte Rosa. Da qui, si punta direttamente al traguardo di Chamonix.

IL VIDEO PROMOZIONALE DELL’INIZIATIVA
http://youtu.be/TyZOAdO9m-0

Articoli Correlati

Domenica si corre la Firenze Marathon: tutto quello che c’è da sapere
L’Ecomaratona del Chianti
L’Ecomaratona del Chianti Classico festeggia un successo annunciato
Salomon Running Milano: Emma Quaglia e Riccardo Borgialli tricolori di Trail Corto
Passerella di Thévenard, terzo sigillo all’UTMB
UTMB, l’ultra trail al cospetto di sua maestà il monte Bianco
Ragazzo caduto in torrente, a dare l'allarme un concorrente del Trail Oasi Zegna.
Cade in un torrente, 16enne salvato da un concorrente del Trail Oasi Zegna