fbpx
Caster Semenya

Caster Semenya, Iaaf: “È biologicamente un maschio”

Caster Semenya (Foto: Giancarlo Colombo)

La Iaaf in una nota ufficiale ha spiegato la tesi esposta davanti al Tribunale di Arbitrato dello Sport di Losanna secondo la quale Caster Semenya “È biologicamente un maschio”.

Come si legge sul sito di gazzetta.it, oggi la Iaaf ha reso noto un documento di 163 pagine del Tas in cui è presente la tesi, in apparenza accolta, che Semenya è una di quelle atlete “biologicamente uomini ma con tratti d’identità di genere femminile”.

Caster Semenya, 28enne sudafricana, due volte campionessa olimpica degli 800 metri, 10 anni fa fu obbligata a sottoporsi a un test del sesso, i cui risultati non furono mai resi noti per rispetto della privacy.

LEGGI ANCHE: Niente Mondiali di Doha per Catherine Bertone

Articoli Correlati

Selwa Naser terza donna di sempre sui 400 metri
Brazier primo statunitense a vincere il titolo mondiale degli 800 metri, Re vince la batteria dei 400 metri
Sara Dossena
Dossena, ecco cosa è successo a Doha
Shelly Ann Fraser Pryce vince il quarto oro iridato sui 100 metri
Filippo Tortu
Doha 2019: Crippa eliminato nelle batterie dei 5000 metri 
Livigno: la nuova pista hi-tech pronta ad affrontare il futuro dell’atletica