fbpx

Filippo Tortu campione europeo Under 20 sui 100 metri a Grosseto

Filippo Tortu (Foto: Giancarlo Colombo)
Di: Diego Sampaolo

Filippo Tortu si è laureato campione europeo sui 100 metri Under 20 a Grosseto dopo lo splendido successo nella finale in 10”73 con un muro di vento contrario di -4.3 m/s sulla rinnovata pista ista blu dello Stadio Carlo Zecchini. Lo sprinter brianzolo di origini sarde ha battuto il finlandese Samuel Purola (10”79) e il britannico Ollivier Bromby (10”88). Filippo si è messo al collo la seconda medaglia internazionale al collo dopo l’argento dello scorso anno ai Mondaiali Juniores di Bydgoszcz. Tortu è il primo sprinter italiano della storia a vincere il titolo europeo juniores sui 100 metri in ventiquattro edizioni di questa manifestazione. A seguire Filippo era presente tutta la famiglia al completo con papà Salvino, mamma Paola, il fratelo Giacomo, la fidanzata Sofia e la nonna Titta.

“L’obiettivo di oggi era vincere e mettersi al collo la medaglia d’oro. Il crono e il vento contrario passano in secondo piano. Ora voglio raggiungere un altro grande risultato insieme ai miei compagni della staffetta. C’era tutta la mia famiglia al completo. Mancava solo l’altra mia notta Vittoria, che abita a Roma e non è potuta venire. L’ho sentita poco prima della finale e mi ha detto di andare a tutto gas. Le settimane post infortunio mi hanno insegnato tantissimo e mi hanno fatto crescere. Insieme all’esame di maturità, sono tutte esperienze da mettere nel cassetto. Ai Mondiali di Londra darò tutto fino all’ultimo metro”, ha dichiarato Filippo Tortu dopo la gara.

La giornata azzurra si è arricchita anche della medaglia d’argento della romana Carolina Visca nel lancio del giavellotto con 54.65m alle spalle della ceca Nikol Tabackova, che si è aggiudicata il titolo continentale con 55.10m.

In tutto ben tredici atleti italiani hanno conquistato il pass per la finale (cinque al mattino e otto durante la sessione pomeridiana).

La sedicenne Eloisa Coiro ha centratto con personalità l’ingresso nella finale degli 800 metri grazie al secondo posto nella batteria in 2’10”14. Le mezzofondiste Gaia Sabbatini e Martina Tozzi hanno superato il turno sui 1500 metri dopo aver corso rispettivamente le loro batterie in 4’20”17 e in 4’23”27. Qualificazione centrata anche per i due medagliati degli Europei Under1 8 di Tiblisi 2016 Simone Barontini, vincitore della sua batteria degli 800 metri in 1’52”02, e Andrea Romani, quarto in 1’53”38. Pietro Arese e Antonio Catallo hanno superato le batterie dei 3000 siepi per ripescaggio dopo aver corso rispettivamente in 9’08”67 e in 9’10”22. La star norvegese Jakob Ingebrigtsen ha vinto la prima batteria in 9’06”81.

Nei 400 metri maschili Vladimir Aceti ha impressionato vincendo la sua semifinale in 46”91. Ha ottenuto il pass per la finale anche Lapo Bianciardi, che con una gara in rimonta recupera dalla sesta alla seconda posizione firmando il record personale con 47”21 alle spalle dell’estone Tony Nou. La veneziana Rebcca Borga si è qualificata per la finale dei 400 metri con 53”89. Nelle batterie dei 400 ostacoli migliorano il personale Robbin e Alessandro Sibilio con 51”62 e 51”97. Elisa Di Lazzaro ha conquistato il posto nella finale dei 100 ostacoli grazie al secondo posto in 13”70 con vento contrario di -2.4 m/s.

Articoli Correlati

Wanda Diamond League
Wanda Diamond League – Ecco le nuove date: Golden Gala 17 settembre. Niente finale per il 2020
Quattro chiacchiere con Livio Berruti
Konstanze Klosterhalfen
Klosterhalfen batte il record europeo dei 5000 metri indoor a Boston
Tortu campione italiano dei 60 metri, Barontini e Sabbatini brillano nel mezzofondo
Iliass Aouani
Aouani eguaglia il record italiano del miglio di Del Buono
Maura e Simona Viceconte
Morta suicida la sorella di Maura Viceconte