Dematteis, gemelli allo specchio

Bernard e Martin Dematteis, due titoli europei, due bronzi e quattro medaglie di legno ai Campionati mondiali rappresentano presente e futuro della corsa in montagna. Sono loro i protagonisti della copertina del numero di Correre di Febbraio.
Li abbiamo accolti nello studio fotografico della nostra redazione e sottoposti al fuoco incrociato di scatti (Michele Tusino) e domande (Francesca Grana) a ripetizione.

Solidali nella comunione di vestiti intercambiabili, competitivi perfino nella ricerca della posa migliore, canzonatori nei reciproci sfottò: “Ma come ti sistemi Berni, tanto sei brutto lo stesso!”.

In definitiva, chi è dei due è il più forte?
Bernard: “Io, ho vinto gli Europei di corsa in montagna (Borovets, Bulgaria, 2013 e Gap, Francia, 2014).

Martin: “Dai Bernie, sii serio almeno per un secondo! Il più forte sono io, i miei personal best in pista sono tutti migliori dei tuoi! E poi sono arrivato due volte terzo ai Mondiali di corsa in montagna, la prima volta da junior (Wellington, Nuova Zelanda, 2005) e poi da Senior (Tirana, Albania, 2011), oltre che terzo agli Europei (Gap, 2014)!”.

E’ solo un assaggio del divertente botta e risposta tra Bernard e Martin, l’intervista completa ai fratelli di Rode, un paese di 150 anime distante una cinquantina di km di bosco da Cuneo, la potete gustare per intero sul numero in edicola. Buona lettura!

Articoli Correlati

Nathalie Biasolo
Imparare a correre e a camminare in montagna: tre workshop in Val Venosta con Nathalie Biasolo
Arresto cardiaco e ipotermia: grave trailer
A Premana è grande attesa, nel weekend i Mondiali di corsa in montagna
Premana 2017, i gemelli per vincere
Foto da facebook
Zona mista: aspettando maratona e Stramilano
Vaccina: la filosofia di corsa di uno “scalatore” pavese