fbpx
Correre Rondelli

Alta velocità: quattro allenamenti fondamentali

Foto: Ilaria Fedeli
Di: A cura della redazione
I quattro allenamenti fondamentali per allenare le gare di mezzofondo veloce, chiarendo innanzi tutto i ruoli dell’acido lattico e del lattato, di cui occorre indagare l’equilibrio tra produzione e smaltimento. Parola di Giorgio Rondelli. 

“Partendo da una definizione tecnica, la tolleranza al lattato è la capacità di mantenere per il maggior tempo possibile un’alta velocità di prestazione pur essendo in ‘acidosi muscolare’. Acidosi muscolare che spesso viene ricondotta alle percentuali di lattato nel sangue. Sul piano fisiologico niente di più sbagliato. Perché non bisogna confondere il lattato con l’acido lattico” esordisce così il coach Giorgio Rondelli, uno che negli anni di talenti ne ha allenati parecchi. 

La differenza tra acido lattico e lattato

Rondelli passa quindi alla distinzione fra l’acido lattico, un sottoprodotto della glicolisi anaerobica che si forma nei muscoli durante un esercizio ad alta intensità, e il lattato, uno ione derivante proprio dall’acido lattico, tutt’altro che un prodotto di scarto del metabolismo anaerobico. 

“Non dipende certo da lui l’incremento dell’acidosi durante l’intensità dello sforzo, bensì dall’acido lattico, una negatività che fa diminuire la capacità contrattile dei muscoli” spiega Rondelli prima di passare all’illustrazione dei quattro allenamenti cardine per allenare un mezzofondista veloce.

Come abbassare la soglia di lattato

Per abbassare questa soglia di lattato e migliorarne la tolleranza, le sedute fondamentali sono: 

• una prova massimale, tipo simulazione di gara; 

• una seduta di intervall training di elevata quantità e con brevi recuperi attivi; 

• un allenamento di resistenza lattacida; 

• una seduta di fartlek. 

Obiettivi: mantenere la velocità massimale per tutta la durata della prova secca; rispettare i tempi di recupero e la corretta postura del corpo nell’intervall training, nella resistenza lattacida e nel fartlek.

Rondelli conclude poi l’articolo entrando nei dettagli dei meccanismi di produzione e rimozione del lattato, nonché del suo stato stazionario.

Nota: Questo testo rappresenta una sintesi del servizio “Alta velocità: quattro allenamenti fondamentali”, di Giorgio Rondelli, pubblicato su Correre n. 429, luglio 2020 (in edicola da inizio mese), alle pagine 34-35.

Articoli Correlati

Europei di cross, Yeman Crippa, fratelli Ingebrigtsen, Can e Battocletti stelle a Lisbona
Yeman Crippa debutta sui 1500 metri con 3’39”70 a Cles
Venicemarathon
Entra nel vivo il progetto “Road to Venicemarathon”
corsa in natura
La ripresa nel trail running
Brooks Running dà il via al programma #RunHappyAtHome
Pizzolato: maratona annullata? Ecco come sfruttare la forma raggiunta
Correre meglio e senza infortuni
Correre meglio e senza infortuni