Zona mista – Speciale Europei: gioia Grenot, delusione Trost

Zona mista – Speciale Europei: gioia Grenot, delusione Trost

07 Luglio, 2016

La delusione è forte. Alessia Trost la reginetta dell’alto, una delle punte di diamante della nostra spedizione nella terra dei tulipani ha perso una grande occasione. Esce da questo Europeo con la misura di 1,89. L’asticella è purtroppo caduta ingloriosamente (1,93) nei tre canonici tentativi dell’atleta allenata da Gianfranco Chessa. Una prova incolore la sua, con una rincorsa priva di quel cipiglio agonistico che l’ha sempre contraddistinta.

Alessia che pur non brillando magari nei primi due tentativi riusciva al terzo a mostrare tutta la sua determinazione, pare sparita. Aveva affermato che si sarebbe vinto con 1,96 e che la lituana Palsyte le era parsa la più in forma, invece l’immarcescibile iberica Ruth Beitia, anni 37, bissa il successo di Zurigo e 2014 e Helsinki 2012. Un monumento dall’atletismo iberico. Sesto posto e stessa misura con Alessia la sua compagna di allenamenti Desirèe Rossit, delusione però minore, era Alessia la primadonna. “Un risultato non accettabile, dice dopo la finale, il motore è buono, devo avere dei problemi di natura tecnica”. Ho lavorato molto, ma devo imparare ancora tanto”.

L’altra faccia della medaglia è invece quella di Libania Grenot. Una regale Libania nel giro di pista, da applausi scoscianti per il modo di interpretare la gara: fluida sicura, specie in dirittura d’arrivo dopo che si era letteralmente ingoiata le avversarie nel rettilineo opposto, grande distribuzione dello sforzo, a dimostrazione che il lavoro fin qui fatto sta dando i suoi frutti. Il 22”56 nei 200 nuovo primato italiano d’inizio stagione viene confermato da questo 50”43, non lontano dal suo personale di 50”30.

Ho fatto capire a tutti che sono la regina dei 400”. Così senza peli sulla lingua. Oggi è la grande favorita della finale. Arriveranno tutti i suoi parenti per vederla. Non può sbagliare. E’ o non è la “panterita” pronta a graffiare? Lo dimostri ancora una volta

Articoli correlati

Filippo Tortu, un bronzo amaro

19 Agosto, 2022

La doppietta argento-bronzo di Ahmed Abdelwahed e Osama Zoghlami nei 3.000 a siepi e l’ulteriore bronzo di Filippo Tortu nei 200 metri raddrizzano una giornata cominciata malissimo, con la staffetta 4×100 che prima subisce il forfait di Jacobs, poi conquista l’accesso alla finale e infine lo perde, a seguito di un ricorso. Una giornata bizzarra […]

Gimbo show: è medaglia d’oro

18 Agosto, 2022

Gianmarco Tamberi domina il salto in alto sia tecnicamente sia dal punto di vista della personalità. Ora le medaglio d’oro azzurre sono due, le stesse di Tokyo 2020 (Jacobs e Tamberi). Nel taccuino anche la prova straordinaria del giovane Pietro Arese nei 1.500 m (quarto), il quinto posto di Larissa Iapichino nel lungo e il […]

Roma 2024: dal 7 al 12 giugno i prossimi Europei

18 Agosto, 2022

Ufficializzate oggi a Monaco le date di Roma 2024, la prossima edizione dei Campionati europei di atletica, a ridosso dei Giochi olimpici di Parigi.  Casa Italia Collection, a Monaco, è in questi giorni il quartier generale dei diversi campionati continentali che si stanno svolgendo a Monaco di Baviera. È lì che in questo giovedì 18 […]

Dallavalle argento, Fantini bronzo

17 Agosto, 2022

L’Italia aggiunge al medagliere l’argento di Andrea Dallavalle nel salto triplo e il bronzo di Sara Fantini nel lancio del martello. Mercoledì 17 agosto è la sera magica in cui in casa Italia le medaglie di legno di Eugene diventano un argento e un bronzo agli Europei. Andrea Dallavalle, quarto ai Mondiali nel salto triplo, […]

Allenamento News Equipment Salute Correre