fbpx

Tono muscolare al top il giorno della gara

La tentazione è sempre forte: faccio ancora un allenamento tirato, recupero quella seduta di ripetute che ho saltato. Quante volte va a finire che sbagliamo la gara, perché ci presentiamo al via carichi di lavoro?

«Fermarsi del tutto non va bene – precisa Orlando Pizzolato – occorre invece dedicare i giorni che precedono la competizione a un’attività aerobica contenuta ed equilibrata, il cui obiettivo è proprio quello di restituire al nostro tono muscolare il massimo della freschezza e quindi dell’efficacia.»

Con questa premessa, il nostro direttore-coach, su Correre di maggio, spiega cosa fare e quando per arrivare al via al massimo della brillantezza possibile, dedicando una prima parte del testo ai risvolti negativi del riposo e descrivendo nei dettagli cosa fare nelle ultime sedute di rifinitura: dall’allenamento intervallato a mezzo carico del mercoledì (gara la domenica) ai possibili richiami della forza, da ricercare con la corsa (e in particolare con le salite brevi) o con mirati e contenuti esercizi con sovraccarico o con carico a corpo libero.

Tutte ipotesi che Orlando approfondisce con tutti i dettagli utili al corretto svolgimento di ogni allenamento, il tutto su Correre di maggio.