fbpx
Campaccio Crippa, Battocletti e Dossena

Crippa, Battocletti e Dossena al via del 63° Campaccio

Yeman Crippa (Foto: Colombo)
Di: Diego Sampaolo

La sfida tra i due giovani etiopi Haile Telahun Bekele e Lemecha Girma caratterizzerà la gara maschile della sessantatreesima edizione del Cross Internazionale del Campaccio, quarta tappa del circuito World Athletics Cross Country Permit, in programma il 6 Gennaio 2020. 

Come ha sottolineato il Presidente di Fidal Lombardia Gianni Mauri il Campaccio aprirà la stagione dell’atletica internazionale e italiana che porterà alle Olimpiadi di Tokyo 2020. L’edizione 2020 si caratterizzerà come il Campaccio dei millennials con tanti giovani campioni nati nel 2000, 2001 e 2002. 

Il giovanissimo Lemecha Girma (nato nel 2000) ha vinto la medaglia d’argento ai Mondiali di Doha sui 3000 siepi in 8’01”36 arrivando ad un solo centesimo di secondo dal vincitore Conseslus Kipruto. 

Haile Telahun Bekele ha vinto i 5000 metri dell’ultimo Golden Gala di Roma con il miglior tempo mondiale dell’anno di 12’52”98 precedendo Selemon Barega (il secondo classificato del Campaccio 2019). Bekele si è classificato quarto sui 5000 metri agli ultimi Mondiali di Doha 2019 pochi giorni prima di vincere la gara di 10 km su strada del Giro al Sas di Trento battendo il campione del mondo dei 5000 metri di Londra 2017 e di Doha 2019 Muktar Edris. 

Gli altri due top runner etiopi sono Mogos Tuemay, specialista dei 10000 metri con un record personale di 27’23”49 stabilito agli ultimi Trials etiopi per i Mondiali disputati sulla pista di Hengelo, e il diciassettenne Tadese Worku, argento ai Mondiali di cross di Ahrus nella gara under 20, primo al Giro di Castelbuono e al Memorial Peppe Greco di Scicli e terzo al Giro al Sas di Trento. L’Etiopia ha vinto l’ultima edizione con Hagos Gebrhiwet in 29’18” davanti al connazionale Selemon Barega. 

Il migliore atleta keniano è Robert Keter, che ha stabilito di recente il primato mondiale dei 5 km su strada con 13’22” a Lilla.

La stella italiana è Yeman Crippa, che ha coronato una straordinaria stagione 2019 con l’ottavo posto sui 10000 metri ai Mondiali di Doha in 27’10”76, tempo con il quale ha strappato dopo 30 anni il record italiano a Salvatore Antibo. Dopo un mese di preparazione di Kenya Crippa ha vinto la medaglia di bronzo agli Europei di Cross di Lisbona. Il campione trentino darà vita alla sfida in chiave italiana con Yohanes Chiappinelli, bronzo agli Europei di Berlino 2018, quinto a livello individuale e argento a squadre agli Europei di Cross di Lisbona. Lo schieramento dei principali protagonisti italiani comprende gli specialisti della corsa in montagna Cesare Maestri (argento mondiale 2019 di corsa in montagna), Francesco Puppi (campione del mondo di corsa in montagna nel 2017 e argento ai Mondiali lunghe distanze in Patagonia il mese scorso) e Xavier Chevrier (campione europeo di corsa in montagna nel 2017). 

La favorita della gara femminile è la keniana Margaret Chelimo Kipkemboi, medaglia d’argento ai Mondiali di Doha 2019 sui 5000 metri in un ottimo 14’27”49 alle spalle di Hellen Obiri (vincitrice al Campaccio nel 2017). Kipkemboi affronterà un’avversaria quotata come Eva Cherono, ottava ai Mondiali di cross di Ahrus e atleta accreditata di un record personale di 14’40”35 stabilito al meeting di Londra dello scorso Luglio. Le altre pretendenti al podio del Campaccio sono la giovane keniana Gloria Kite, che vanta primati personali di 8’29”91 sui 3000 metri e di 14’49”22 sui 5000 metri, e le etiopi Foyten Hailu Tesfay, undicesima ai Mondiali di corsa campestre 2019 e atleta dal personale di 8’47”46 sui 3000 metri, e Elimitu Tariku, medaglia d’argento nella gara under 20 ai Mondiali di corsa campestre di Ahrus 2019. 

La stella italiana è Nadia Battocletti, due volte campionessa europea under 20 di corsa campestre a Tilburg 2018 e a Lisbona 2019 e argento agli Europei Under 20 sui 5000 metri di Boras 2019. Torna sui prati del Campaccio la lombarda Sara Dossena, prima delle italiane nell’edizione del Campaccio 2019 con il quinto posto davanti a Battocletti e sesta alla Maratona di New York 2017 e agli Europei di Berlino 2018 sulla 42 km. Nell’ultima stagione l’atleta lombarda allenata da Maurizio Brassini ha migliorato il record personale correndo in 2h24’00” a Nagoya. Le altre azzurre in gara sono Angela Mattevi (campionessa mondiale juniores di corsa in montagna 2019 in Argentina), Ludovica Cavalli (quindicesima agli Europei di cross nella gara juniores), Giulia Viola (ottava nell’edizione 2019 del Campaccio), Martina Merlo. 

“Non è stato un lavoro facile allestire il cast di quest’anno ma possiamo promettere un’edizione degna della tradizione del Campaccio. Stiamo vivendo una fase in cui tanti atleti di livello internazionale preferiscono continuare a fare le corse su strada dall’altra parte del mondo ed evitare i cross. Gli atleti che vedremo in gara il 6 Gennaio sono comunque tra i più forti in circolazione. Ci sono ancora trattative con atleti di grande livello e nelle prossime settimane potremo avere novità interessanti”, ha detto il Coordinatore degli atleti élite Marcello Magnani.

Alla conferenza stampa erano presenti centinaia di ragazzi delle scuole di San Giorgio su Legnano, che hanno presentato dei lavori didattici dedicati alla storia e alla tradizione del Campaccio. Il Sindaco di San Giorgio su Legnano Walter Cecchin si sta impegnando affinché la tradizione del Campaccio venga tramandata alle nuove generazioni. 

Articoli Correlati

Crippa Golden Gala
Al Golden Gala il terzo record italiano di Crippa: 3.000 metri in 7’38”27
Crippa sfiora il primato italiano del miglio con 3’52”08
I migliori italiani contro la “Generazione Z” dell’Africa alla Cinque Mulini
Cesare Maestri
Cross della Vallagarina: Cesare Maestri riporta l’Italia al successo
Hellen Obiri cross di Elgoibar
Obiri vince il cross di Elgoibar per il secondo anno consecutivo
Traguardo Cross del Campaccio
Doppietta etiope al cross del Campaccio