Crippa, Faniel e Meucci: è sfida per il pass Parigi 2024

Crippa, Faniel e Meucci: è sfida per il pass Parigi 2024

16 Febbraio, 2024
Foto Falcone/La Presse

Domenica 18 febbraio, a Siviglia, comincia la sfida per un posto in squadra alla maratona olimpica di Parigi 2024. Al via Yeman Crippa, Eyob Faniel e Daniele Meucci, tre dei sei candidati alla convocazione a cinque cerchi. Il via alle 8:30, preceduto da 42 secondi di silenzio in onore di Kelvin Kiptum. Diretta TV su Sky Sport Uno e Eurosport 2. 

Domenica 18 febbraio si corre la 39ª “Maratón de Sevilla”, al via della quale si presentano tre azzurri in cerca di un tempo sotto le 2:08’10”, lo standard stabilito dalla World Athletics come “minimo” di partecipazione alla maratona maschile dei Giochi olimpici di Parigi 2024, in programma per sabato 10 agosto. Si tratta di Yeman Crippa, Eyob Faniel e Daniele Meucci.

Gli organizzatori la promuovono come “El maso Ilano”, la maratona più pianeggiante d’Europa, nonostante la gran quantità di tempi straordinari che ogni anno si registrano a Valencia. 

TV: diretta su Sky Sport Uno (Nicola Roggero con Danilo Goffi) e Eurosport 2 (commento tecnico di Giorgio Rondelli).

La situazione dei tre azzurri

Yeman Crippa torna per la seconda volta a cimentarsi con la maratona, dopo l’esordio del 2 aprile 2023 a Milano, terminato con un 2:08’57” meno brillante delle attese, anche a causa di problemi di stomaco accusati nell’ultima parte della gara. Tornato per il resto della stagione a dedicarsi ai 10.000 metri (12° ai Mondiali di Budapest), ha cominciato la preparazione per la nuova maratona con un primo raduno a Iten (Kenya, 2.400 m sul livello del mare) dal 20 ottobre al 22 novembre, replicato dal 5 gennaio al 5 febbraio, quando ha tenuto una media di 185 km di corsa a settimana. In mezzo prove di alterno rendimento, dal cedimento del 13° posto agli Europei di Bruxelles del 10 dicembre al brillante secondo posto alla BoClassic del 31 dicembre (10 km in 28’03”).

Yeman Crippa (foto FIDAL/Grana)

Eyob Faniel la maratona di Siviglia la conosce: nel 2020 concluse questa gara in 2:07:19, allora primato italiano, tolto a Stefano Baldini (2:07’22”, Londra 2006) e durato per tre anni, fino al 2:07’16” di Iliass Aouani a Barcellona 2023. A differenza di Crippa dispone già di un tempo valido come standard olimpico, il 2:07’53″ di Osaka 2023, quasi un anno fa, ma da quel momento sui 42,195 km è poi andato incontro a due ritiri: prima ai Mondiali di Budapest di fine agosto, poi, un mese dopo, a Berlino. Le più recenti indicazioni a disposizione dello staff tecnico della Nazionale sono le due mezze maratone di Treviso (1:02’39”, 8 ottobre) e di Cittadella (1:03’34” lo scorso 17 dicembre, senza forzare). Arriva a Siviglia dopo un periodo di preparazione in Eritrea, suo Paese di origine.

Daniele Meucci – Foto FIDAL/Grana

Daniele Meucci si è concesso un “ultimo giro”, un anno ancora da atleta professionista per il Centro Sportivo Esercito. Anche l’ingegnere pisano arriva direttamente dal raduno di Iten, durante il quale ha condiviso un “lunghissimo” con Crippa. Per il resto, il programma di lavoro di Meucci è stato organizzato in modo diverso, anche perché aveva già preparato la maratona di inizio dicembre a Valencia prima di essere costretto a rinunciare per l’influenza a pochi giorni dal via. La sua permanenza in Kenya è cominciata solo dopo aver gareggiato il 31 dicembre a Roma sui 10 km, chiusi al secondo posto. Nel 2023, per la terza volta in carriera, a Budapest, è entrato nella top ten ai Mondiali: decimo e migliore degli azzurri sul traguardo, poi nono in seguito alla squalifica per doping del ruandese John Hakizimana. Proprio a Siviglia, nel 2022, Meucci ottenne il primato personale con 2:09’25”, un tempo che secondo gli esperti non riflette ancora del tutto le potenzialità del campione d’Europa 2014 di maratona.

6 italiani per tre posti in squadra

Con Siviglia comincia una sfida molto accesa: sono sei i maratoneti azzurri che aspirano a uno dei tre posti in squadra per la maratona olimpica di Parigi 2024. 

• Su tutti, la più recente prova di forma è quella espressa da Neka Crippa, con il netto cambio di passo espresso a Valencia, il 3 dicembre scorso, dove ha concluso in 2:07’35”.

• Iliass Aouani, primatista italiano di maratona con il 2:07’16” ottenuto a Barcellona 2023, sarà in gara a Osaka, domenica 25 febbraio.

• Tra i candidati c’è anche Johanes Chiappinelli, 2:09’46” di primato personale ottenuto al debutto proprio a Siviglia, nel 2023, e decimo ai Mondiali di Budapest.

42 secondi di silenzio in memoria di Kelvin Kiptum

Prima della partenza, prevista per le 8:30, l’organizzazione della 39ª “Maratón de Sevilla” ha previsto 42 secondi di silenzio (uno per ogni chilometro della maratona) in memoria di Kelvin Kiptum, primatista mondiale della maratona (2:00’35, Chicago 2023) scomparso domenica 11 febbraio in un incidente stradale tra Eldoret e Kaptagat, assieme al suo allenatore, Gervais Hakizimana.

Articoli correlati

La sfida di Roma: numero chiuso a 30.000

19 Luglio, 2024

Per la prima volta in una maratona italiana è stato fissato un numero chiuso a 30.000 iscritti. A pari periodo (luglio 2023-luglio 2024) il numero delle iscrizioni è già raddoppiato per la 30esima edizione del 16 marzo 2025, anno giubilare. Raddoppiano le giornate di sport: Fun Run 5km anticipata al sabato mattina 15 marzo L’obiettivo […]

Lucio Gigliotti compie 90 anni: auguri “Proffe”

09 Luglio, 2024

Luciano “Lucio” Gigliotti è nato ad Aurisina (TS), il 9 luglio 1934. Anche Correre festeggia i 90 anni dell’allenatore che in maratona ha costruito le carriere di Gelindo Bordin, Stefano Baldini e Maria Guida. Ecco una sintesi della lunga intervista pubblicata nel numero di luglio. Il 9 luglio sono 90 anni. Superfluo ribadire che non […]

Olimpiadi: ecco le convocazioni azzurre

08 Luglio, 2024

Sono 76 gli atleti che rappresenteranno l’Italia dell’atletica leggera ai prossimi Giochi Olimpici di Parigi Il direttore tecnico delle squadre nazionali Antonio La Torre, in accordo con il Comitato Olimpico Nazionale Italiano, ha annunciato la composizione della squadra di atletica leggera che rappresenterà l’Italia alle Olimpiadi di Parigi, in programma dal 1° all’11 agosto. La […]

Un vino per ogni Regione: il “terzo tempo” a Casa Italia

27 Giugno, 2024

A Casa Italia Parigi 2024, allestita all’interno de “Le Prè Catelan”, 32 vini italiani (16 rossi, 10 bianchi e 6 rosé) prodotti da 29 cantine permetteranno di festeggiare le medaglie conquistate dagli azzurri brindando con un vino della stessa regione di provenienza dell’atleta. Da quarant’anni ormai (Giochi olimpici di Los Angeles 1984), Casa Italia è […]