Correre Maggio 2019

Correre Maggioabbonati-subito

Sul numero di maggio parliamo di… 
Panorama
– Da Roma a Milano, nell’ennesimo weekend in cui le maratone delle due città più grandi d’Italia si sono sovrapposte, lo scorso 7 aprile. In parallelo, ecco com’è andata.

Allenamento – Come appoggiano i piedi i top runner? I risultati di un recente studio della Iaaf rischiano di sovvertire ogni nostra credenza… ma migliorare l’appoggio è comunque vantaggioso sotto l’aspetto meccanico. Per tutti. (Orlando Pizzolato)

Maratona – Alcuni professionisti lo fanno spesso: replicano con una seconda maratona, a meno di un mese di distanza dalla precedente. I consigli di Lorenzo Falco e le strategie più adatte ai maratoneti amatori.

Training mix – Football fitness: un nuovo protocollo di lavoro tecnico da svolgere con la palla, per rinforzare i piedi e renderli meno soggetti agli infortuni più tipici della corsa. (Nathalie Biasolo)

Corsa campestre – Ai Mondiali di Aahrus (Danimarca) un tracciato duro come una corsa in montagna ha reso ancor più schiacciante il dominio dell’Africa. L’analisi tecnica di Giorgio Rondelli.

Tuscany Camp – Sempre ai Mondiali di cross country di Aahrus, uno sprazzo d’Italia si è intravisto nel monopolio africano. L’Uganda è riuscita a interrompere la supremazia di etiopi e kenioti anche grazie al contributo degli atleti del Tuscany Camp, un progetto sviluppato da Giuseppe Giambrone. (Francesca Grana) NEL SOMMARIO