Mezza maratona di Praga: Kipkirui batte Salpeter nella gara femminile, tre uomini sotto l’ora

Caroline Kipkirui (Foto: Sampaolo)
Di: Diego Sampaolo

La Mezza Maratona di Praga ha regalato come da tradizione risultati di altissimo livello tecnico con tre uomini sotto l’ora e tre donne sotto le 1h08’. 

Una delle grandi favorite Caroline Kipkirui ha trionfato nella gara femminile facendo registrare l’ottimo tempo di 1:05:44, non troppo lontano dall’1:05:07 con il quale si impose l’anno scorso alla mezza maratona di Ras Al Khaimah. L’israeliana di origini keniane Lonah Salpeter si è classificata seconda in 1:06:13 stabilendo il miglior tempo della sua carriera e la seconda prestazione più veloce di sempre in Europa alle spalle dell’olandese Sifan Hassan, che lo scorso anno fermò il cronometro in 1h05’15” a Copenaghen. La keniana Lydia Mathati ha completato il podio classificandosi terza in 1:07:52 davanti alla connazionale Lucy Cheruiyot (1:08:31). Una delle grandi favorite Fancy Chemutai è stata costretta a ritirarsi per alcuni problemi muscolari. 

Dopo una prima parte corsa ad un’andatura regolare in 30’57” al 10 km con passaggi di 15’28” al 5 km e di 15’29” al 10 km, Kipkirui ha preso un vantaggio di 22 secondi tra il 10 e il 15 km e Salpeter non è riuscita a rispondere all’attacco della keniana. 

Molto combattuta la gara maschile dove Bernard Kimeli ha preceduto Felix Kibitok per un solo secondo in un eccellente 59’07”. Kimeli aveva già corso al di sotto dell’ora nella passata edizione della Maratona di Praga con 59’47”. Kibitok si era rivelato lo scorso anno con la vittoria alla Stramilano Half Marathon e il precedente personale di 59’21” realizzato a Copenaghen. Il keniano Stephen Kiprop, accreditato del miglior tempo tra gli iscritti con il 58’42” realizzato a Ras Al Khaimah lo scorso Febbraio, ha tagliato il traguardo in terza posizione in 59’20”. Geoffrey Kimutai Koech si è classificato quarto in 1h00’30” davanti a Moses Kibet (1h00’59”). 

Un gruppo di dodici atleti è transitato compatto al 5 km in 14’05” e in 28’18” al 10 km. Al 15 km sono rimasti in quattro: Kimeli, Kibitok, Kiprop e Geoffrey Kimutai Koech con un passaggio in 42’14” (13’56” tra il 10 e il 15 km). Al 20 km hanno preso il largo Kimeli, Kibitok e Kiprop con un passaggio di 56’14” (14’00” tra il 15 e il 20 km). Kimeli ha lanciato l’attacco decisivo ad 1 km dalla fine. 

La Mezza di Praga ha fatto registrare 35000 partenti da 116 nazioni. 

Articoli Correlati

Jesolo Moonlight half marathon
Jesolo Moonlight Half Marathon: sabato si corre per la prevenzione contro i tumori femminili
Said El Otmani
Grande prestazione di El Otmani nella Lago Maggiore Half Marathon
Ruth Chepngetich
Ruth Chepngetich vola in 1h05’30” alla mezza maratona di Istanbul
Lorenzo Dini
Jeptoo e Raimoi conquistano il successo alla Stramilano, Lorenzo Dini è quinto
Jairus Birech e Priscah Jeptoo stelle della Stramilano 2019
Sondre Nordstad Moen
Mezza maratona: in sei sotto l’ora a Lisbona e il ritorno di Moen in Polonia