fbpx

Mezza maratona: Ababel Yeshaneh firma il nuovo record del mondo

Foto Giancarlo Colombo
Di: Diego Sampaolo

L’etiope Ababel Yeshaneh ha demolito il  record del mondo della mezza maratona correndo in uno strepitoso 1h04’31” sul velocissimo percorso di Ras Al Khaimah (gara inserita nel circuito World Athletics Gold Label). La primatista del mondo della maratona Brigid Kosgei si è classificata seconda in 1h04’49” scendendo a sua volta al di sotto del precedente primato mondiale dalla keniana Joyciline Jepkosgei con il tempo di 1h04’51” realizzato a Valencia nel 2017.

Kosgei ha guidato nella prima parte della gara transitando al 5 km in 15’07” e al 10 km in 30’18”. Soltanto Yeshaneh ha tenuto il ritmo della keniana, mentre l’etiope Yelemzerf Yelahun ha guidato il gruppo delle inseguitrici con uno svantaggio di 11 secondi.

Dopo il passaggio al 15 km in 45’38” Yeshaneh ha superato Kosgei e ha continuato a spingere aumentando il suo vantaggio. Yeshaneh ha coperto la seconda metà gara in 30’54” prima di concludere la prova in 1h04’31”, prestazione più veloce di 20 secondi rispetto al precedente record del mondo. Yeshaneh, atleta nata nel 1991, si è presa la rivincita nei confronti di Kosgei, che l’aveva preceduta l’anno scorso in occasione della gara del record del mondo alla Maratona di Chicago. In precedenza aveva un record personale di 1h05’46”. Sulla maratona ha corso in 2h20’51” in occasione del secondo posto a Chicago l’Ottobre scorso.

La keniana Rosemary Wanjiru si è classificata al terzo posto in 1h05’34” stabilendo il miglior tempo di sempre al debutto sulla mezza maratona. Altre cinque atlete sono scese sotto la barriera dell’1h07’ (Evaline Chirchir quarta in 1h06’01”, Joan Chelimomelly quinta in 1h06’16”, Yalemzerf Yelahun Densa sesta in 1h06’35”, Magdalena Shauri della Tanzania settima in 1h06’37” e Vivian Jerono Kiplagat ottava in 1h06’38).

Il keniano Kibiwott Kandie ha vinto la gara maschile in 58’58” precedendo di 18 secondi il connazionale Alexander MutisoMunyao (59’16”). I pacemaker sono transitati al 5 km in 14’03” e al 10 km in 28’07”. La gara è entrata nel vivo 12 minuti più tardi quando Munyao ha iniziato a spingere sull’acceleratore staccando Kandie. Munyao è transitato al 15 km in 42’01” Kandie (vincitore del titolo keniano di cross solo sei giorni fa) ha raggiunto Munyaoa tre chilometri dalla fine e ha continuato a spingere migliorando il record personale di 21 secondi con 58’58”. Munyao ha tagliato il traguardo in 59’16” migliorando il record personale di sette secondi. L’etiope Mule Wasihun ha completato il podio tagliando il traguardo in 59’47” superando Alfred Barkach (59’59”) e Vincent Raimoi (59’59”). Seguono Leonard Barsoton (1h00’02”) e il tanzaniano Gabriel Geay (1h00’09”). Lo svizzero Julien Wanders si è piazzato all’undicesimo posto in 1h00’46”. 

Alla mezza maratona di Ras Al Khaimah hanno preso parte undici atlete con un personale al di sotto delle 1h07’ e undici uomini con un record al di sotto dell’ora.

Kosgei ha guidato nella prima parte della gara transitando al 5 km in 15’07” e al 10 km in 30’18”. Soltanto Yeshaneh ha tenuto il ritmo della keniana, mentre l’etiope Yelemzerf Yelahun ha guidato il gruppo delle inseguitrici con uno svantaggio di 11 secondi.

Dopo il passaggio al 15 km in 45’38” Yeshaneh ha superato Kosgei e ha continuato a spingere aumentando il suo vantaggio. Yeshaneh ha coperto la seconda metà gara in 30’54” prima di concludere la prova in 1h04’31”, prestazione più veloce di 20 secondi rispetto al precedente record del mondo. Yeshaneh, atleta nata nel 1991, si è presa la rivincita nei confronti di Kosgei, che l’aveva preceduta l’anno scorso in occasione della gara del record del mondo alla Maratona di Chicago. In precedenza aveva un record personale di 1h05’46”. Sulla maratona ha corso in 2h20’51” in occasione del secondo posto a Chicago l’Ottobre scorso.

La keniana Rosemary Wanjiru si è classificata al terzo posto in 1h05’34” stabilendo il miglior tempo di sempre al debutto sulla mezza maratona. Altre cinque atlete sono scese sotto la barriera dell’1h07’ (Evaline Chirchir quarta in 1h06’01”, Joan Chelimomelly quinta in 1h06’16”, Yalemzerf Yelahun Densa sesta in 1h06’35”, Magdalena Shauri della Tanzania settima in 1h06’37” e Vivian Jerono Kiplagat ottava in 1h06’38).

Il keniano Kibiwott Kandie ha vinto la gara maschile in 58’58” precedendo di 18 secondi il connazionale Alexander MutisoMunyao (59’16”). I pacemaker sono transitati al 5 km in 14’03” e al 10 km in 28’07”. La gara è entrata nel vivo 12 minuti più tardi quando Munyao ha iniziato a spingere sull’acceleratore staccando Kandie. Munyao è transitato al 15 km in 42’01” Kandie (vincitore del titolo keniano di cross solo sei giorni fa) ha raggiunto Munyaoa tre chilometri dalla fine e ha continuato a spingere migliorando il record personale di 21 secondi con 58’58”. Munyao ha tagliato il traguardo in 59’16” migliorando il record personale di sette secondi. L’etiope Mule Wasihun ha completato il podio tagliando il traguardo in 59’47” superando Alfred Barkach (59’59”) e Vincent Raimoi (59’59”). Seguono Leonard Barsoton (1h00’02”) e il tanzaniano Gabriel Geay (1h00’09”). Lo svizzero Julien Wanders si è piazzato all’undicesimo posto in 1h00’46”. 

Alla mezza maratona di Ras Al Khaimah hanno preso parte undici atlete con un personale al di sotto delle 1h07’ e undici uomini con un record al di sotto dell’ora.

Articoli Correlati

Sondre Nordstad Moen
Sondre Moen batte il record europeo dell’ora di corsa: 21.120 metri
Jakob Ingebrigtsen
Jakob Ingebrigtsen batte il record europeo dei 2000 metri agli Impossible Games di Oslo
Maratona di Tokyo - Salpeter
Tokyo marathon a Legese e Salpeter
Konstanze Klosterhalfen
Klosterhalfen batte il record europeo dei 5000 metri indoor a Boston
Iliass Aouani
Aouani eguaglia il record italiano del miglio di Del Buono
Francia: Corrida di Houilles
Chumo vince la mezza maratona di Barcellona