Dawit Seyaum batte il primato del mondo dei 5 km su strada

Dawit Seyaum batte il primato del mondo dei 5 km su strada

08 Novembre, 2021
Foto: Giancarlo Colombo
Grande risultato dell’etiope nell’Urban Trail di Lilla (Francia): nuovo record del mondo in 14’41”. In campo maschile vince il giovane etiope Berihu Aregawi

L’etiope Dawit Seyaum ha battuto di due secondi il primato del mondo dei 5 km su strada fermando il cronometro in 14’41” in una gara mista in occasione della Urban Trail di Lilla nel Nord della Francia. 

Seyaum ha preso la testa della gara nelle fasi iniziali della gara insieme a Norah Jeruto e alla medaglia di bronzo dei 5000 metri dei Campionati africani Meskerem Mamo. Il terzetto al comando è transitato al 2 km in 5’51” e al 3 km in 8’46” in tabella di marcia per battere il primato del mondo detenuto dalla keniana Beatrice Chepkoech stabilito alla Monaco 5 km di Montecarlo con 14’43”. Il ritmo è calato leggermente durante il quarto km quando Mamo ha perso terreno nei confronti di Seyaum e Jeruto. 

Seyaum ha accelerato nelle fasi finali della gara staccando Jeruto prima di tagliare il traguardo in 14’41” con due secondi di vantaggio su Jeruto, vincitrice dell’ultima finale della Diamond League sui 3000 siepi a Zurigo. Mamo ha completato il podio in 14’55”. Seyaum è conosciuta soprattutto come una specialista dei 1500 metri con un record personale di 3’58”09 stabilito a Parigi nel 2016 e un titolo mondiale under 20 vinto a Eugene nel 2014 e un quarto posto ai Mondiali di Pechino 2015 come migliori risultati ottenuti in carriera. 

Un mese fa Senbere Teferi aveva stabilito il primato del mondo sui 5 km in una gara solo femminile con 14’29” a Herzogenaurach. 

La gara maschile

Nella gara maschile il giovane etiope Berihu Aregawi ha trionfato in 12’52” con oltre mezzo secondo di vantaggio sull’ugandese Hosea Kiplangat (13’25”) e sull’etiope Yasin Haji (13’29”). 

Aregawi (vincitore della finale della Diamond League sui 5000 metri a Zurigo lo scorso Settembre) è arrivato ad un solo secondo dal record del mondo della distanza su strada detenuto dall’ugandese Joshua Cheptegei. 

L’etiope Chimdesa Debela Gudeta ha conquistato il successo nella 10 km su strada in 27’16” battendo il keniano Kenneth Kipruto (27’25”). Chelliphine Chepsol (primatista mondiale under 20 sui 3000 siepi) si è aggiudicata i 10 km femminili in 30’21” davanti all’altra keniana Daisy Cherotich (30’33”). 

Articoli correlati

Super Ingebrigtsen a Bruxelles

09 Settembre, 2023

L’asso norvegese stabilisce il record mondiale dei 2.000 metri con 4’43”13 migliorando dopo 24 anni il limite del grande Hicham El Guerrouj (4’44″79). Ayomide Folorunso (quinta) centra la qualificazione per le finali di Eugene, Tortu (sesto) corre i 200 m in 20”30, Derkach è quarta nel triplo con 14,17 m  Al “Memorial Ivo Van Damme” […]

Zurigo: Kejelcha vince i 5000 metri, quarto Tamberi

01 Settembre, 2023

Nella tappa svizzera della Diamond League un grande Yomif Kejelcha vince i 5000 metri in 12’46”91, a cinque secondi dallo storico record del meeting di Haile Gebrselassie. Gianmarco Tamberi è quarto, vince Mutaz Barshim a  2,35. L’etiope Yomif Kejelcha ha vinto i 5000 metri in 12’46”91 arrivando a cinque secondi dallo storico record del meeting di Haile Gebrselassie […]

Budapest day 6: i risultati degli azzurri

25 Agosto, 2023

Dopo il settimo posto di Massimo Stano nella 35 km di marcia del mattino, arrivano i sesti posti di Ayomide Folorunso (400 hs) e Sara Fantini (martello). Fuori dalla finale, ma con ottime prestazioni, Dalia Kaddari (200 m) e gli ottocentisti Simone Barontini e Catalin Tecuceanu.  La mattina della sesta giornata dei Mondiali aveva visto […]

Un grande Meucci a Castelbuono

27 Luglio, 2023

Nella 97ª edizione del Giro podistico di Castelbuono, vinta da Muktar Edris col sorpasso all’ultimo giro su Zakayo Edward Pingua, straordinaria la prova di Daniele Meucci, quarto e primo degli italiani.  Corsa-spettacolo all’altezza della tradizione a Castelbuono (PA), una tradizione cominciata nel 1912.  Mercoledì 26 luglio, i consueti dieci giri (totale: 11,340 km) hanno permesso […]