Locatelli-Baldini per l’Italia dell’atletica del futuro

Locatelli-Baldini per l’Italia dell’atletica del futuro

21 Gennaio, 2017
Stefano Baldini, Alfio Giomi ed Elio Locatelli (Foto di FIDAL FIDAL/FIDAL)

Definita la nuova struttura tecnica federale dell’atletica italiana. Direttore tecnico dell’Alto Livello sarà Elio Locatelli, mentre Stefano Baldini sarà Direttore Tecnico allo Sviluppo.

“Una struttura che risponde a due esigenze fondamentali: il supporto dell’attività di alto e altissimo livello e lo sviluppo dei talenti Under 25” dichiara il presidente della FIDAL Alfio Giomi durante la conferenza stampa svoltasi oggi presso la sede federale a Roma.

“Il progetto è dunque doppio e ha due punti di riferimento, ma riteniamo determinante anche una terza nomina, quella del nuovo medico federale che sarà Andrea Billi, un primario ortopedico di altissimo livello”.

Ufficializzati anche Roberto Pericoli nel ruolo di assistente alla Direzione Tecnica Alto Livello e Antonio Andreozzi a quella Giovanile e allo Sviluppo, con l’oro olimpico Gabriella Dorio capitano delle squadre giovanili.

Filippo di Mulo sarà consulente per la velocità (coadiuvato da Giorgio Frinolli e Riccardi Pisani), Gianni Ghidini per il mezzofondo e Antonio La Torre per fondo e marcia. A Paolo Germanetto vengono affidati invece corsa in montagna, trail e ultradistanze. Inseriti nella struttura anche diversi azzurri o ex azzurri: Fabrizio Mori è tutor degli ostacoli, Nicola Vizzoni advisor dei lanci.

“Vogliamo investire molto sui tecnici, per formare una nuova generazione di allenatori che nell’arco della propria carriera possano seguire più atleti d’elite”. Conclude il presidente Giomi“Il binomio tecnico-atleta sarà ancora più valorizzato”.

LOCATELLI DT DEI 33 DELL’ATLETICA ELITE CLUB

 “Nell’AEC (Atletica Elite Club ndr) sono stati inseriti – spiega Elio Locatelli 33 atleti, fra cui 16 donne e 17 uomini: i finalisti e semifinalisti dei Giochi Olimpici e dei Mondiali – o arrivati fra i 24 -, i primi sei degli Europei, i medagliati dei Mondiali U20. Sono stati inseriti per scelta tecnica azzurri di sicuro interesse come Eleonora Giorgi, Federica Del Buono, Gloria Hooper, Yeman Crippa, Marcel Lamont Jacobs e Silvano Chesani”.

BALDINI PER GLI UNDER 25 E LO SVILUPPO

Si allarga l’ambito di responsabilità dell’oro olimpico di Atene 2004, che fino al 2016 era DT degli Under 20: “Il progetto sviluppo comprende circa 80 ragazzi nati dal 1993 al 1997, quindi dai 20 ai 25 anni. Il nostro settore tecnico è formato da 26 nomi a formare un bel mix tra esperienza e gioventù: andiamo dai 30 anni di Maurizio Cito (coach dell’oro europeo U20 Yohanes Chiappinelli ndr) agli 82 del professor Luciano Gigliotti. E’ previsto anche uno staff medico, fisioterapico, nutrizionale e psicologico, per un’assistenza a 360 gradi sia dell’atleta che del tecnico.

Articoli correlati

800 metri indoor: è record italiano per Tecuceanu

23 Febbraio, 2024

A Madrid Catalin Tecuceanu vince gli 800 metri in 1’45”00 migliorando lo storico record di Giuseppe D’Urso (1’45’44 / 1993), che resisteva da 31 anni. Buone anche la parallela prova di Eloisa Coiro, che chiude gli 800 in seconda posizione in 2’01”50 (primato personale indoor), e di Ludovica Cavalli, terza italiana di sempre nei 1.500 […]

Meslek colpisce ancora: altro record sui 1.500 metri

07 Febbraio, 2024

Con 3’35”63 Ossama Meslek migliora il già suo record italiano dei 1.500 metri nel meeting di Torun, caratterizzato anche dall’ulteriore primato italiano di Zaynab Dosso (7”02 nei 60 metri piani) e dal miglioramento di Andy Diaz (17,65 m nel salto triplo), sempre più capolista stagionale. Bravi anche Lorenzo Simonelli e Catalin Tecuceanu. La sfida prosegue […]

Super indoor per l’Italia: quanti record in un weekend!

04 Febbraio, 2024

Dopo i 4 record del fine settimana precedente, ecco il primato europeo indoor under 20 di Mattia Furlani nel salto in lungo (8,08 m) e i primati italiani indoor di Pietro Arese (3.000 m/7’38”42), Ossama Meslek (1.500 m/3’36”04) ed Elisa Molinarolo (Asta / 4,63 m), oltre alla miglior prestazione mondiale stagionale saltata due volte nella […]

Super Ingebrigtsen a Bruxelles

09 Settembre, 2023

L’asso norvegese stabilisce il record mondiale dei 2.000 metri con 4’43”13 migliorando dopo 24 anni il limite del grande Hicham El Guerrouj (4’44″79). Ayomide Folorunso (quinta) centra la qualificazione per le finali di Eugene, Tortu (sesto) corre i 200 m in 20”30, Derkach è quarta nel triplo con 14,17 m  Al “Memorial Ivo Van Damme” […]