Indoor: Jacobs perde il titolo italiano

Indoor: Jacobs perde il titolo italiano

20 Febbraio, 2023
Foto: Grana/Fidal

Dal Molin vola in 7”54 sui 60m ostacoli

Il bronzo europeo dei 60 m ostacoli, Paolo Dal Molin, ha realizzato il secondo miglior tempo italiano di sempre con un eccellente 7”54 in batteria sfiorando di tre centesimi di secondi il primato personale di 7”51 realizzato in occasione del secondo posto agli Europei Indoor di Goteborg 2013. Dal Molin ha deciso di rinunciare precauzionalmente alla finale per concentrarsi sugli Europei Indoor di Istanbul. Il ventenne Lorenzo Simonelli ha così vinto il proprio primo titolo italiano assoluto dei 60 m a ostacoli indoor in 7”66 migliorando di un centesimo di secondo il suo recente record italiano stabilito due settimane fa sempre sulla pista di Ancona in occasione della vittoria ai Campionati italiani under 23 in 7”67. 

60 a ostacoli donne – La portacolori della Bracco Atletica Nicla Mosetti ha vinto una combattutissima finale dei 60 m a ostacoli in 8”04 battendo con lo stesso tempo al photo-finish Elisa Maria Di Lazzaro. Mosetti e Di Lazzaro salgono al sesto posto nelle liste italiane all-time sfiorando di un centesimo lo standard per gli Europei di Istanbul.

Triplo uomini – Il parmense Tobia Bocchi ha vinto il primo titolo italiano della carriera a livello indoor con la buona misura di 16,83 m realizzata al quarto tentativo al debutto stagionale. 

Triplo donne – Dariya Derkach ha vinto per la seconda volta il italiano indoor con 14,12 m battendo per un solo centimetro Ottavia Cestonaro, che ha migliorato il record personale indoor con 14,11 m all’ultimo tentativo. 

400 m uomini – Riccardo Meli ha vinto il proprio primo titolo italiano assoluto sui 400 m in 46”58 bissando il successo di un mese fa ai Campionati italiani under 23. Il figlio d’arte palermitano ha preceduto il brianzolo di origini russe Vladimir Aceti  (46”74) e Lorenzo Benati (46”91).

Record italiano juniores di Stonati nell’alto

Davanti a uno spettatore d’eccezione come Gianmarco Tamberi, il piemontese Stefano Sottile ha vinto una gara di salto in alto emozionante con un salto da 2,26 m al primo tentativo. Marco Fassinotti ha valicato l’asticella alla misura di 2,24 m al primo tentativo prima di commettere due errori a 2,26 m e uno a 2,28 m. Il giovane milanese Edoardo Stronati ha superato la quota di 2,24 m al primo tentativo migliorando il record italiano under 20 stabilito da Paolo Borghi con 2,23 m nel lontano 1980 a Milano. 

Alto donne – La medaglia di bronzo mondiale iridata di Eugene 2022, Elena Vallortigara, si è assicurata il titolo italiano a 1,87 m al secondo tentativo per effetto degli errori commessi dalle avversarie. La vicentina allenata da Stefano Giardi ha superato successivamente 1,90 m, sempre alla seconda prova, prima di commettere tre errori a 1,93 m. 

Lungo donne – Nella manifestazione che nel 2021 la impose all’attenzione del mondo dell’atletica (quando volò alla misura di 6,91 m eguagliando mamma Fiona May), Larissa Iapichino ha vinto per la seconda volta il  titolo italiano indoor del salto in lungo con la misura di 6,53 m ripetuta due volte e un altro salto da 6,50 m  ripetendo il successo in questa manifestazione di due anni fa 

Lungo uomini – Il finalista olimpico del salto in lungo Filippo Randazzo ha vinto il suo secondo titolo italiano consecutivo al coperto e l’ottavo complessivo della sua carriera con 7,68 m battendo Lorenzo Mantenuto (7,54 m) e il campione europeo under 18 Mattia Furlani (7,50 m). 

Asta uomini – Matteo Olivieri si è aggiudicato il secondo titolo italiano indoor consecutivo superando 5,43 m al terzo tentativo battendo il compagno di allenamenti Simone Bertelli (5,33 m). 

Pentathlon donne – Sveva Gerevini ha vinto il suo quarto titolo italiano del pentathlon indoor dopo i successi nel 2019, 2020 e 2022 totalizzando il punteggio finale di 4.411 punti, a quaranta punti dal suo record italiano al coperto di 4.451 punti stabilito in occasione dei Campionati italiani dell’anno scorso sempre ad Ancona. 

Pentathlon uomini -Il trentino della Quercia Trentingrana Rovereto Lorenzo Naidon ha vinto il titolo italiano dell’eptathlon con 5.714 punti davanti ad Andrea Cerrato (5.642 punti) e Lorenzo Modugno (5.309 punti).

5.000 m marcia uomini – Francesco Fortunato ha vinto il sesto titolo italiano indoor sui 5.000 m migliorandosi esattamente di dieci secondi rispetto al 2019 con 18’37”63, crono più veloce al mondo nel 2023 e quarta migliore prestazione italiana all-time. Riccardo Orsoni ha migliorato il record personale con 19’33”53.

Marcia donne – La giovane veronese Alexandrina Mihai ha vinto il suo primo titolo italiano a livello assoluto nella marcia 3 km. Mihai ha fermato il cronometro in 12’51”73 diventando l’ottava di sempre a livello under 23. La campionessa italiana dei 35 km, Sara Vitiello, ha migliorato il primato personale con 13’25”32. Notevole anche il terzo posto di Serana Di Fabio (nata nel 2007), che è già salita sul podio assoluto al primo anno nella categoria allieve. 

Indietro
Pagina 2 di 2
Avanti

Articoli correlati

Mondiali indoor: Tecuceanu quarto, Iapichino settima

04 Marzo, 2024

Larissa Iapichino finisce settima a nove centimetri dal podio (6,69 m al quinto salto) al termine di una gara condizionata dai crampi. Catalin Tecuceanu chiude la finale degli 800 metri al quarto posto in 1’46”39. Semifinale da dimenticare per Giada Carmassi, che in batteria aveva ottenuto il primato personale con 8”03. Bilancio: l’Italia è sedicesima […]

Mondiali indoor: bronzo di Fabbri nel getto del peso

02 Marzo, 2024

Arriva la prima medaglia per l’Italia ai Campionati mondiali indoor di Glasgow: Leonardo Fabbri nel getto del peso è terzo con 21,96 metri. Magnifica Sveva Gerevini nel pentathlon: quarta col record italiano e il miglior piazzamento mondiale nella storia azzurra delle prove multiple. I crampi frenano Chituru Ali nella finale dei 60 piani (ottavo). Nelle […]

Glasgow 2024: la guida ai Mondiali indoor

28 Febbraio, 2024

Sono 21 gli atleti italiani impegnati nei Campionati mondiali indoor di Glasgow (1-3 marzo): 10 donne e 11 uomini. 651 gli iscritti totali (331 donne e 320 uomini). In lotta per le medaglie soprattutto i pesisti Leonardo Fabbri e Zane Weir e i lunghisti Mattia Furlani e Larissa Iapichino. Ruolo di possibili outsider per Zaynab […]