Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

Super Tecuceanu avvicina Fiasconaro

24 Maggio, 2024
Foto Montesano/Grifone Meeting

Al Grifone meeting di Asti Catalin Tecuceanu porta il primato personale a tre decimi dal record italiano di Marcello Fiasconaro (1’43”7). Con 15’00”90 Federica Del Buono diventa la quarta italiana di sempre. 22,91 m di Leo Fabbri nel peso.

Prosegue il magico momento di Catalin Tecuceanu che nel corso del Grifone meeting di Asti ha migliorato di 21 centesimi di secondo il record personale sugli 800 metri portandolo ad un eccellente 1’44”01. nel L’atleta delle Fiamme Oro si è piazzato al secondo posto alle spalle del keniano Aaron Kemei, che ha realizzato la migliore prestazione mondiale dell’anno con 1’43”55. Terzo il keniano Ferguson Rotich (argento olimpico a Tokyo 2021) in 1’45”07. Il giovane bresciano Francesco Pernici si è classificato al quinto posto in 1’45”61 migliorando di oltre un secondo il primato stagionale. 

A tre decimi dal record di Fiasconaro

Tecuceanu aveva stabilito il precedente record personale correndo in 1’44”22 sabato 18 maggio al Memorial Kusocinski di Chorzow. L’atleta di origini romene è arrivato a tre soli decimi di secondo dal record italiano all’aperto di Marcello Fiasconaro realizzato a Milano il 27 giugno 1973 con 1’43”7, all’epoca record del mondo.
L’allievo di Gianni Ghidini diventa il primo in Europa in questa stagione a due sole settimane dagli Europei di Roma. Nello scorso inverno Tecuceanu aveva migliorato il record italiano indoor di Giuseppe D’Urso a Madrid con 1’45”00 e si era piazzato al quarto posto ai Mondiali indoor di Glasgow.

Del Buono quarta di sempre nei 5000

Federica Del Buono ha migliorato di oltre undici secondi il record personale sui 5000 metri femminili tagliando il traguardo al secondo posto in 15’00”90 alle spalle dell’ugandese Esther Chebet (15’00”18). Con questa performance Del Buono diventa la quarta in Italia di sempre alle spalle di Nadia Battocletti, Roberta Brunet e Maria Guida. La figlia d’arte vicentina aveva realizzato il suo precedente record di 15’12”16 lo scorso 1° maggio a Modena.

800 metri femminili: bene Laura Pellicoro

Spettacolare anche tra le donne il doppio giro di pista:

• la keniana Naomi Korir ha vinto gli 800 metri femminili battendo in rimonta la connazionale Vivian Chebet Kiprotich: 1’59”19 per entrambe in un emozionante arrivo al photo-finish. 

• La portacolori del Barhein Nelly Jepkosgei è scesa al di sotto dei 2 minuti con 1’59”54. 

• La due volte vincitrice delle Universiadi Laura Pellicoro si è piazzata al quinto posto migliorando il record personale con 2’02”68. 

• La diciannovenne romana Gloria Kabangu ha migliorato di oltre due secondi il record personale con 2’02”69 diventando la quinta italiana di sempre a livello under 20. 

• Eleonora Vandi ha tagliato il traguardo al settimo posto in 2’03”54 precedendo di tre centesimi di secondo Francesca Bianchi. 

Altri risultati 

Mohad Abdikadar ha migliorato il personale stagionale sui 1.500 m con 3’37”04 nella gara vinta dal sudafricano Tshepo Tshite in 3’36”66. 

Leonardo Fabbri ha sfiorato di quattro centimetri il suo record italiano nel getto del peso con 22.91 m (ex record italiano di Alessandro Andrei) al quarto lancio, a una settimana dallo straordinario record nazionale realizzato al meeting di Savona con 22,95 m. Il pesista fiorentino allenato da Paolo Dal Soglio ha fatto registrare altri due lanci oltre i 22 metri: 22,18 m al primo lancio e 22,09 m al quinto. 

• Fabbri ha già effettuato un totale di dodici lanci oltre i 22 metri nelle quattro gare disputate in questa stagione. Dopo il primato di Savona aveva vinto anche al meeting di Lucca, domenica 19 maggio, con 22,59 m e un secondo miglior lancio da 22,47 m. 

100 metri – Male Ceccarelli 

Il camerunense Emmanuel Eseme ha vinto i 100 metri in 10”10 migliorando di un centesimo il record del meeting di Ferdinand Omanyala. Eseme si è confermato a grandi livelli dopo il primo successo in carriera nella Diamond League a Rabat (19 maggio) in 10”11. Il campione europeo indoor Samuele Ceccarelli si è classificato al quinto posto in 10”50. 

Altri risultati

• La campionessa mondiale indoor e oro europeo outdoor della staffetta 4×400, l’olandese Lisanne De Witte, ha vinto i 400 metri in 52”45 precedendo la finalista mondiale della staffetta 4×400 Giancarla Trevisan (52”53).  

• Il campione europeo under 20 Simone Bertelli ha migliorato il record personale nel salto con l’asta portandolo a 5,61 m. 

Articoli correlati

Kiprun KD900X LD: innovazione per le lunghe distanze

14 Giugno, 2024

La KD900X LD è una scarpa leggera e dinamica: con un peso di soli 207 grammi strizza l’occhio ai runner che inseguono il personale in maratona e oltre. Nel panorama delle scarpe da corsa, la KD900X LD si è affermata come un modello di spicco, testimoniando l’impegno continuo di Kiprun nell’innovazione e nella ricerca della […]

Larissa come mamma Fiona: argento europeo

12 Giugno, 2024

Con 6,94 (+0.1) all’ultimo salto Larissa Iapichino è la nuova vicecampionessa europea del lungo, battuta soltanto dalla campionessa olimpica tedesca Malaika Mihambo (7,22/-1.4). Nella gara vinta dalla tedesca Malaika Mihambo a 7,22 (+1.4), migliore prestazione mondiale dell’anno, l’azzurra sorpassa nel turno conclusivo la portoghese Agate de Sousa, bronzo con 6,91, e la tedesca Mikaelle Assani, […]

Capitan Tamberi vola sul tetto d’Europa

11 Giugno, 2024

Show di Gimbo Capitan Tamberi che vince la medaglia d’oro agli Europei con il record dei Campionati: 2,37 m Gianmarco Tamberi infiamma lo Stadio Olimpico con una gara spettacolare condotta sotto lo sguardo compiaciuto del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella. Il Capitano degli azzurri si conferma re d’Europa con 2,37, record dei Campionati “un primato […]

Sara Fantini, urlo e lacrime d’oro

10 Giugno, 2024

Con un lancio a 74,18 metri Sara Fantini si laurea Campionessa d’Europa nel lancio del martello battendo la polacca primatista del mondo Anita Wlodarczyk.Si tratta di un risultato storico mai raggiunta da una martellista azzurra. “È stata una gara meravigliosa, che non dimenticherò mai – racconta emozionata – Sono contentissima, non riesco ancora a crederci, […]